HA UCCISO UN BANDITO, NON E’ INDAGATO. PER POTERTI DIFENDERE DEVI PRIMA FARTI SPARARE

Je suis Rodolfo, e vediamo se qualcuno stavolta osa sollevare dubbi. Quella del gioielliere milanese è stata legittima difesa, è talmente evidente che non ci sarebbe nemmeno bisogno di discuterne: i banditi albanesi hanno minacciato la sua famiglia in tutti i modi, li hanno tenuti in ostaggio per un’ora e mezza, dopo che lui aveva consegnato loro tutto quello che aveva. Volevano più soldi, più oro, più gioielli, più tutto. «Se non li trovi, tagliamo le dita alla bambina», urlavano. Poi: «Vi faremo tutti a pezzi». Gli hanno rubato una pistola, gli hanno sparato contro 5 colpi con una Magnum 357. A questo punto, solo a questo punto, Rodolfo Corazza, 59 anni, di Lucino di Rodano, pochi chilometri da Linate, ha aperto il fuoco. Continua a leggere