BELLO SBAGLIARE PER SCOPRIRE CHI TI SEGUE

Caro Giordano, godibilissima e pienamente condivisibile, come sempre, la sua risposta sugli errori di Miss Italia, tranne che su di un punto: riscuotere si scrive proprio così. Si è trattato, con tutta evidenza di errore materiale, come mi auguro. Mi scusi per la «pignoleria», ma ho troppa stima di voi tutti per lasciar correre.
Avvocato Benedetto Baraldini – Firenze

Caro avvocato, ha proprio ragione. E hanno ragione gli altri lettori che mi hanno segnalato l’errore. L’altro giorno stavo spiegando che quelli di Miss Italia non sono nemmeno gli strafalcioni peggiori, perché sbagliano (eccome) fior di laureati e intellettuali. E citavo al proposito dei famosi concorsi per entrare in magistratura in cui alcuni candidati scrissero «risquotere». Il correttore automatico me l’ha cambiato in «riscuotere» e io, fesso, non me ne sono accorto. L’articolo è uscito con la parola giusta, che nella circostanza, però, era sbagliata. In fondo, se volevo dimostrare che anche i giornalisti cadono facilmente in errore, ci sono riuscito benissimo. E per autoflagellarmi aggiungo una piccola antologia di scempiaggini della nostra categoria. A cominciare da quel famoso take dell’Ansa: «La grazia la concessa Ciampi». L’ Agi per non essere da meno replicò: «Con un euro l’hanno calano le fatture». Un giornale sportivo commentò: «Questa partita s’ha d’altri tempi». Cosa probabilmente vera, del resto: la partita «s’ha» d’altri tempi, ma i giornalisti non sanno l’italiano. I titoli, infatti, sono spesso uno spasso: «Ucciso cinese. È giallo», «S’è spento il giovane ustionato», «Ex Rambo orinato sacerdote» oppure «Rilanciata la colazione». Per rilanciare il pranzo, si prega di passare più tardi. Una conduttrice del telegiornale annunciò: «Missili Tom Cruise sull’Iraq» (al che molti telespettatori commentarono: a quando i missili Brad Pitt e George Clooney?). Un altro annunciò: «La Regina a Roma scortata dai carrozzieri a cavallo» (le avranno lucidato la carrozzeria?). Mentre resta insuperabile quel famoso titolo del “Corriere del Mezzogiorno”: «Tromba Marina per un quarto d’ora» (paura in spiaggia o impresa erotica, per altro di modesta intensità?). Per il momento mi fermo qui: spero di essere riuscito, se non altro, a strapparvi un altro sorriso. Io ora rileggo tutto con la massima attenzione per evitare che le parole sbagliate non siano giuste e viceversa, mentre mi cospargo ancora il capo di cenere. Con una grande soddisfazione però: non c’è niente di meglio che sbagliare, infatti, per scoprire di avere tanti lettori attenti e affezionati…

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

Una risposta a “BELLO SBAGLIARE PER SCOPRIRE CHI TI SEGUE

  1. Buongiorno, mi chiamo Rossella Biancalana, e risiedo a Viareggio.
    Sono alla disperata ricerca di un modo per uscire dalle gravi difficoltà economiche e di salute in cui mi trovo. Mi sono rivolta a programmi televisivi, a personaggi politici e ad associazioni benefiche, ma nessuno risponde nemmeno alle mail e alle lettere.
    Vorrei chiederle se può darmi qualche dritta su come fare per avere un aiuto economico. Ho chiesto contributi al comune, fatto domanda per una casa popolare, ma qui da anni c’è una lista di attesa lunghissima.. quasi tutti extracomunitari . Tra poco lo sfratto minacciato per i tanti mesi di affitto non pagati sarà esecutivo e mi troverò in mezzo ad una strada. Vivo sola e gli unici mezzi di sostentamento che ho sono le deboli forze che mi rimangono..con le quali svolgo poche ore di pulizie a settimana perché nient’altro riesco a trovare a 52 anni.. ho gravi problemi di salute, tutti documentati, e non posso operarmi perché ho il timore di perdere anche quelle poche ore di lavoro che mi permettono se non altro di mangiare. La prego, mi aiuti in qualche modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *