GLI ITALIANI NON TENGONO DINERO, I BANCHIERI SI' (e Bernabè pure)

Gli italiani non tengono dinero, i banchieri sì: l’amministratore delegato di Intesa San Paolo Enrico Cucchiani ha appena avuto 7 milioni di euro di buonuscita. La banca che gestiva andava molto male e a lui invece è andata molto bene: 3,6 milioni di premio extra, più stipendi, più 6 mesi di contratto regalati per arrivare alla pensione con auto blu e benefit incorporati. Perfetta carriera da manager: non importa se l’azienda perde, l’importante è che ci guadagni lui.

Gli italiani non tengono dinero, i banchieri sì: Pier Francesco Saviotti del Banco Popolare prende 5.101 al giorno, quasi 2 milioni di euro l’anno F ederico Ghizzoni di Unicredit prende 8.211 euro al giorno, quasi 3 milioni l’anno. Poi dicono che le banche non hanno soldi da prestare alle aziende: per forza li danno tutti i ai manager.

Gli italiani non tengono dinero, i top manager sì.  Franco Bernabè lascia la Telecom dopo 6 anni: il titolo ha perso valore, l’azienda ha perso fatturato. Lui invece ci guadagna una buonuscita di 6,5 milioni di euro, di cui 2,9 per un “patto di non concorrenza”. Anche se la ragione di quest’ultimo premio è piuttosto inspiegabile: visti i risultati, bisognerebbe pagarlo per andare a lavorare dai concorrenti, non viceversa…

Gli italiani non tengono dinero, gli ex parlamentari sì. Pubblicata la lista aggiornata dei pensionati parlamentari: Roland Riz del Sudtirolen volkspartein vince la classifica con 6.331 euro netti al mese. Giuseppe Pisanu ne prende 6.207, Franco Marini 5.802, Massimo D’Alema 5.283, Gianfranco Fini 5.614. Incassano una pensione da parlamentare anche l’imprenditore Francesco Merloni (5.717 euro netti al mese), Eugenio Scalfari (2.162 euro netti al mese), Cicciolina (2.120 euro netti al mese) e altre 2mila ex parlamentari che hanno portato il Paese in rovina.

Gli italiani non tengono dinero, quelli che li hanno spennati invece sì. Dai banchieri alla Telecom agli ex parlamentari: hanno fallito tutte le loro missioni, eppure se ne escono sempre pieni di soldi.  Ormai, purtroppo, in Italia va così: l’unica cosa che paga puntualmente è il demerito.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

7 risposte a “GLI ITALIANI NON TENGONO DINERO, I BANCHIERI SI' (e Bernabè pure)

  1. mi sembra di ricordare tra i tanti non elette che Gianfranco Fini non più di sette mesi fà percepì dalle tasche degli Italiani un assegno di reinserimento di circa 147,00 euro.
    reinserimento, serebbe servito per garantire all’ ex presidente della camera un sussidio fino a che non avesse trovato un nuovo inpiego, e non per essere accompagnato alla pensione ,benchè misera.
    per il resto dell’articolo non posso far altro che esprimere il mio sdegno ,
    sono sempre più convinto che la soluzione a queste forme di soprusi,o,dittature mascherate da pseudodemocrazia,dove per spremere la vacca fino a che muore si risolve con una alzata di mano dopo una cena, mentre cosa da non poco conto sarebbe ridimensionare a misura di pensionato,le super pensioni che in nessun caso chi nè beneficia potrbbe aver potuto versare cosi tanti contributi da garantirne l’erogazione, RIVOLUZIONE CAMBIAMENTO RADICALE DELLE LIGGI FATTE IN MODO ED IN MANIERA DA GARANTIRE A CHI LE HA FATTE UN FUTURO SEMPRE PIù ROSEO A DISCAPITO DI CIRCA 30 MILIONI DI ITALIANI CONTRIBUENTI ONESTI CHE PAGANO PER 42 ANNI PER AVERE UNA PENSIONE DI 700/800 EURO AL MESE.
    PESATECI ……………………
    SE CI SONO DELLE ALTERNATIVE, VI PREGO , NON SOTTOSPECIE DI MOVIMENTI CHE NULLA POSSONO A FRONTE DEL COLOSSO .
    FATEWMI SAPERE 3385917618

  2. io dopo ventiquattro anni di lavoro e perciò contributi versati percepisco la favolosa pensione di 550 € al mese. Ma questi “signori” che solo del male hanno fatto all’Italia perchè non si mettono davanti ad uno specchio e agiscono di conseguenza. Io un consiglio glielo darei molto volentieri: suicidatevi

  3. MA SICCOME IN ITALIA NON SUCCWDE MAI NIENTE E LA GRANDE MAGGIORANZA DEL POPOLO TACE QUESTI BASTARDI CONTINUANO A METTERCELA NEL C…,SECONDO VOI CON LE CHIACCHIERE,MILIARDI DI TRASMISSIONI SEMPRE A DIRE LE STESSE COSE E’ CAMBIATO QUALCOSA?.IO DICO PROPRIO DI NO CI VOGLIONO I FATTI CI VUOLE TUTTO IL POPOLO MEDIO BASSO IN RIVOLUZIONE PER CAMBIARE QUALCOSA ALTRIMENTI SONO SOLO FANDONIE.

  4. Egregio sig. Mario Giordano,Gradirei e insieme a me presumo milioni di Italiani,sapere il motivo per il quale ai gestori di slot machine,si sono bonificati tanti soldoni di tasse,mentre alla grande maggioranza degli italiani continuano a mettere tasse su tasse.Dato che questo provvedimento l’ha fatto Letta vorrei che lei si interessase per vedere e far venIre fuori quali e quanti interessI abbia questo egregio signore a faR attuare tali provvedimenti.GRAZIE.

  5. Oramai è un dilagare di furbizie, soprusi e ruberie anche da parte di chi dovrebbe tutelare il bene degli Italiani.Le banche fanno i loro interessi anche a costo di affondare i cittadini e la politica, ah la politica!!
    Marcia fino al midollo, i partiti sono marci,quasi tutti i politici sono marci e tutto questo purtroppo è diventato costume a tutti i livelli, sicuri dell’impunità.Abbiamo un governo che fa tutto in funzione della propria sopravvivenza:il suo unico problema è non fare avanzare il movimento 5Stelle e non l’utilità delle sue leggi.Buffoni e maiali hanno ridotto questo paese a una pattumiera e noi cittadini? Cerchiamo di sopravvivere! Ma fino a quando il nostro stomaco sopporterà tutto questo schifo?

  6. Evidentemente al popolo di pecoroni non sono bastate le ruberie subite dai porci della politica prima delle elezioni di febbraio. Li hanno rivotati e ora rubano più di prima. Leggevo ieri che i mafiosi del parlamento siciliano si sono aumentati lo stipendio di 1160 euro. Alla faccia di chi non può mangiare e ricorre alle mense della Caritas o perde il lavoro. Fino a poco prima delle elezioni mi arrabbiavo per certe cose. Vedere gente fare la fila, a testa bassa, alle mense della Caritas mi dava dispiacere. Come quella volta che ero a Roma in un mercato rionale e vidi due povere vecchiette litigarsi gli scarti del cassonetto. Mia moglie mi ha sempre detto: “chi te lo fa fare di arrabbiarti? Gli italiani hanno i politici che si meritano”. Devo dire che ha ragione è proprio così. Comincio a pensarla, purtroppo, come la maggior parte degli italiani: “Sto bene io stanno bene tutti”. Che schifo di paese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *