CHE SE NE FANNO I PARLAMENTARI DI UN CHILO DI COLLA? FORSE E' PER RESTARE ATTACCATI ALLA POLTRONA…

Clamorosi sprechi al Parlamento. E’ saltato fuori che, nell’era di Internet, ai deputati vengono ancora forniti: 2000 fogli, una gomma da matita ogni 15 giorni, 20 cd e un chilo e mezzo di colla liquida a testa. E la domanda allora sorge spontanea: ma che diavolo se ne fanno della colla liquida? E’ per rimanere incollati alla poltrona?

4 risposte a “CHE SE NE FANNO I PARLAMENTARI DI UN CHILO DI COLLA? FORSE E' PER RESTARE ATTACCATI ALLA POLTRONA…

  1. Volevo sollecitare una riflessione.
    E’ urticante sentire un Monti ammettere che l’aumento delle bollette e della benzina è un aumento “rozzo” ma lo giustifica ricordando che l’alternativa è la grecia…Ma, secondo voi, lui capisce cosa significa per un lavoratore che guadagna 800 euro al mese chiedergli ancora un solo euro di ulteriori sacrifici??? Ma vogliamo ribellarci a tanta insolenza e spudoragine??? Noi abbiamo bisogno di governanti che non guadagnano 100 mila euro al mese e che quindi non hanno idea della gravità delle loro affermazioni. Caro monti provi lei a vivere anche solo sei mesi della sua vita, non a 800 euro al mese ma, a 1.500 euro al mese. Provi lei a sopravvivere in queste condizioni e poi ci dirà che cosa proverà a sentirsi dire che in fondo si tratta di pochi euro di sacrifici e che l’alternativa è la grecia. Questi professoroni, cari amici, non sono altro che dilettanti allo sbaraglio e il casino che hanno combinato con l’IMU è una ulteriore prova di incapacità e inadeguatezza.
    Inoltre, i sondaggi dell’eurispel hanno dimostrato che la guerra cruenta scatenata dal catricalà, passera e monti contro la classe media non solo non ha prodotto una distribuzione della ricchezza ma al contraro ha ulteriormente impoverito il Paese martoriando il ceto medio, consumando solo una sorta di vendetta sociale. Praticamente una guerra tra vecchi poveri e nuovi poveri. Grazie monticatricalàpassera.

  2. Quella colla glie la farei ingoiare a quei parlamentari di merda. Riguardo a Monti e alla combriccola di governoo se la fama, nel caso di Monti, di ottimo economista sta tutta nella manovra così detta “salva Italia” mi chiedo: questi la laurea in economia come l’hanno conseguita? Se un presidente per far quadrare i conti crea nuove tasse dov’è la genialità del grande economista? Io avrei fatto di meglio e con meno spese perchè avrei saputo chi colpire. Riguardo alla ministra che ce l’ha tanto con i lavoratori e i pensionati, secondo me piangeva perchè pensava: “se mi potesse vedere papà in questo momento sarebbe molto orgoglioso di me”. Altro che pensare alla povera gente. Cari connazionali non prevedo nulla di buono per un paese che scarcera i mafiosi incalliti per intolleranza alimentare. Anche in questo caso comunque il rimedio io l’avrei avuto: veleno per topi e problema risolto.

  3. Ormai siamo allo sbando totale; abbiamo avuto decenni di governi che ci hanno fatto credere di essere una potenza economica e , tutti, abbiamo vissuto al di sopre delle nostre reali possibilità. La trappola in cui siamo caduti e che per creare caste di maxi privilegiati (scuola, univesità, sanità, dipen. pubblici, professionisti,imprenditori legati a partiti ecc) per anni alla massa hanno dato il calcio, la settimana bianca,il suv…e noi tutti a far debiti per vivere alla grande! E loro a distruggere un paese!

  4. Stefano a quale scuola ti riferisci? Lo chiedo perchè ho un cugino, insegnante di scuola media, che percepisce 1400 euro mensili (ho visto il cedolino). Deve recarsi al lavoro con l’auto propria (100 km giornalieri che non può fare con mezzi pubblici perchè non arriverebbe in tempo), non può scaricare l’iva quando compra la macchina e col carburante alle stelle spende 220 euro al mese di gasolio. Forse te la stai prendendo con le persone sbagliate. Le altre categorie che hai citato quelle si che sprecano denaro pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *