Abolire i vitalizi dei consiglieri regionali? Intanto li aumentano…

ABOLIREMO I VITALIZI DEI CONSIGLIERI REGIONALI. Lo ha annunciato la Conferenza delle Regioni. Accadrà, come al solito, dalla prossima legislatura. Forse. Nel frattempo l’unica cosa certa è che in Lombardia la spesa per i vitalizi dei consiglieri regionali è aumentata di 130mila euro: da 7milioni e 400mila a 7 milioni 530mila euro. E l’altra cosa certa è che in Campania è saltata fuori una lista di 31 ex consiglieri regionali che prendono la doppia pensione: quella da consigliere regionale e quella da deputato. Lascia o raddoppia? Nell’attesa che qualcuno lasci, raddoppiano tutti…

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

31 risposte a “Abolire i vitalizi dei consiglieri regionali? Intanto li aumentano…

  1. due lavori..due stipendi…e che stipendi..e che pensioni…io sono alle strette fatico ad arrivare ai primi del mese…figuriamoci come arrivo a fine mese…sono architetto e le cose sia per me che per tanti miei colleghi non vanno bene…siamo poco tutelati non possiamo sciperare..e capita spesso che i clienti non pagano..vorrei fare un secondo lavoro come cameriere o muratore o qualsiasi altro lavoro..ma vorrei farlo in regola e so che però a livello fiscale risulto occupato e non so se per legge potrei svolgere altre mansioni..lo farei per necessità non di certo per accumulare denaro…ma allora mi chiedo perchè loro possono avere due incarichi come possono giustificare a livello fiscale le ore di lavoro passate in due palazzi differenti a km di distanza? qualcuno può spiegare?

    • Che Merda, questa politica,e che merdosi i politici,sono merdosi perchè,tra di loro ci sono solo dei politici che pensano solo alle loro poltrone,di statista,neanche l’ombra,visto che lo statista pensa alle nuove generazioni.la BCE un’altra istituzione di merda,che fa gli interessi delle banche,visto che ha salvato queste banche dal fallimento,a discapito degli stati e quindi delle famiglie,Infatti la BCE da denaro a queste banche all’1%,e queste banche lo danno agli stati al 4%,mi chiedo perchè la BCE non lo da direttamente agli stati all’1%,quindi mi chiedo di chi cazzo sono queste banche, forse dei vari deaghi e company visto che chiedono ancora misure sulla crisi,Già la crisi sta solo per noi che dobbiamo vivere con la cassa integrazione o con umo stipendio di merda.e le forze dell’ordine continuano a difendere questi politici di merda, ma come si fa a non capire che la crisi è solo un gioco per far arricchire sempre di più i pià ricchi.MI vengono a parlare di licenziamento facile ma guardiamo l’America che con queste misure sta nella merda peggio di noi,e poi mi dici un lavoratore che ha dato anima e corpo all’azienda arriva a 50 anni o va in cigs o licenziato, perchè devo assumere i giovani a costo zero poi li tengo tre anni li licenzio e li prendo a nero doppio vantaggio sempre per quelli più ricchi,ma come le pensano queste cose con i piedi,ma sicuramente visto che abbiamo una classe dirigente di politici di merda,a tuuti i poveri fessi come noi c’è sempre da pagare,adesso ci si mette anche l’agenzia delle entrate a rompere ai dipendenti nell’anno 2006 hai percepito dal datore di lavoro un bonus che non le spettava,e vogliono anche gli interessi, ma chi lo ha chiesto questo bonus.Mentre per i politici c’è sempre aumento di stiprndio e privilegi che bella classe dirigente proprio da prendere a calci nel c…..

  2. E’ un continuo, ogni giorno c’è una novità su questi personaggi che si auto-aumentano stipendi, vitalizi, pensioni…senza migliorare il loro lavoro, facciano un giro nelle case per anziani o nei centri per poveri, forse potrebbere scendere nella realtà dalla quale ormai sono completamente staccati. Il problema è questo, questa gente non vive la realtà della maggior parte della gente e non ne conosce i problemi se non dai giornali(forse) e di conseguenza non potrà mai risolvere nulla!!Pensano solo ad arricchirsi a nostre spese!!

  3. Di “costi della politica” si parla tanto, spesso rimanendo nel vago. A dipanare i dubbi arriva un’analisi di Confcommercio che rileva quanto costano gli organi elettivi a famiglie e individui. E i numeri sono di tutto rispetto: oltre 9 miliardi di euro l’anno, corrispondenti a poco più di 350 euro per nucleo familiare, circa 150 euro a testa. Ovvero in una vita media di 80 anni, circa 12mila euro. L’organizzazione sottolinea che per contenere la spesa pubblica basterebbe ridurre di poco più di un terzo il numero dei parlamentari, per ottenere un risparmio di spesa di oltre 3,3 miliardi all’anno.

  4. Con i politici attuali l’Italia difficilmente riuscirà a diminuire il debito pubblico e ad ottenere il pareggio di bilancio. Sono troppi gli sprechi e i parassiti da mantenere. In realtà i sacrifici che i balordi ci chiedono con maggiore frequenza vanno a riempire le loro tasche e non a migliorare la situazione del paese. Le pensioni doppie di questi delinquenti in cravatta noi le paghiamo ed è la cosa che mi fa incazzare di più. Quando leggo che hanno vitalizi di migliaia di euro al mese rubati alla collettività, la voglia di prenderli a calci mi assale.

  5. Da ora in poi la disoccupazione non potrà far altro che aumentare con persone che fino ad ora avevano un lavoro a tempo indeterminato e che di punto in bianco si ritroveranno a casa. Queste persone avranno un mutuo, spese varie, figli da sfamare e da mandare a scuola e in un attimo la loro vita sarà distrutta. Ai nostri politici va bene anche questo pur di non toccare i loro amati “diritti acquisiti”. Questa classe politica non ama ne l’Italia ne gli Italiani. Quella di infierire su chi ha poco o nulla dovrebbe essere l’ultima spiaggia!!!

  6. i politici…bla-bla-bla… hanno i privilegi e… bla-bla-bla… godono di pensioni d’oro e… bla-bla-bla io sono incazzato perchè questi…bla-bla-bla… non è giusto che non si occupino degli interessi del paese ma dei loro e…bla-bla-bla la destra, ma anche la sinistra e pure il centro…bla-bla-bla… ci vogliono dissanguare perchè…bla-bla-bla
    Mina e Alberto Lupo docet -parole,parole,parole, soltanto parole fra noi-
    A chiacchiere riempiamo questo e altri blog di fuffa, nulla, niente, nisba, diamo solo maggiore visibilità agli autori, si mettessero invece loro in prima linea, vista la considerazione di cui godono negli ambienti e portassero avanti la battaglia -pacifica- per un paese migliore, si facessero promotori nel vero senso della parola del comune dissenzo e del comune malcontento che cova nel popolo italiano, quello vero, quello che non scende a compromessi con la politica per un posto di lavoro, per un appalto, per un favore qualsiasi, utilizzassero la loro popolarità acquisità anche grazie a noi, per promuovere azioni vere, solide, nei confronti della politica attuale, al fine di sostituirla con una nuova classe politica, fatta da politici veri, da gente che ama il paese davvero e che non ha interesse a mantenere una poltrona solo perchè questa gli porta benefici.
    Su dai, fate vedere che ci siete, il popolo è sicuramente con voi, fate vedere che oltre il blog, il libro etc. ci sono anche le persone disposte a stare in prima linea e di sicuro ci sarà anche il popolo, quello vero, quello vessato tutti i giorni, che vi aiuterà a raggiungere l’obbiettivo comune di migliorare il paese.

  7. Bisogna fare attenzione, molta attenzione, perché l’esasperazione del popolo, soprattutto noi giovani, sta arrivando veramente al limite e se si supererà un certo confine, nulla potrà scongiurare una rivolta popolare. Io sono giovanissima e francamente non vedo futuro in questo paese di ****.
    Tra un po’ anche l’Italia diventerà come la Grecia… ne sono sicura, anzi si può dire che già lo siamo, con la differenza che l’Italia avrebbe tutte le potenzialità per migliorarsi. A cominciare dal turismo… invece di curare Pompei e finanziare altri scavi perché tutti lo sanno che sotto la provincia di Napoli c’è un patrimonio nascosto, fanno crollare anche i pochi rimasugli rimasti e pensare che tutti i monumenti che abbiamo sono una delle ricchezze primarie per il paese. Poi fanno anche vedere le pubblicità progresso in cui bisogna fare elemosina per i beni culturali.. complimenti! Questo è compito dello stato e non nostro!
    Altro pallino dell’Italia sono tutti i soldi dati per la costruzione di infrastrutture, i cantieri iniziano per finta e dopo anni nessuna traccia di queste strutture. La gente sparisce con i soldi dello stato date per costruirle… perché si permettono queste cose!!! Tutti soldi praticamente regalati, con la scusa di favorire nuove infrastrutture…
    Senza contare l’assenteismo che c’è in parlamento… se un dipendente pubblico non si presenta al lavoro viene licenziato in tronco, perché invece i signori governatori possono anche non farsi vedere in parlamento, che è il loro luogo di lavoro a tutti gli effetti? La paga che prendono non se la meritano,senza contare tutte le leggi ad personam che fanno…
    Veramente esasperata l’Italia… veramente tanto! Che tristezza…

  8. due sono le strade da percorrere:la prima e di effettuare una raccolta firme per abolire gli stipendi e i vitalizi ai parassiti di montecitorio(cosa che la politica non la fara’ mai passare),la seconda e fare una guerra tra politica e cittadini(cosa molto probabile)perche’ loro non cederanno mai alle condizioni del popolo sovrano!!a voi la scelta da che parte stare!!!!

    • visto il malcontento generale, è così difficile effettuare una raccolta di firme per l’abolizione dei privilegi dei politici?
      Un referndum, una petizione, qualsiasi cosa che impedisca loro di riempirsi ancora le tasche con i soldi dei lavoratori?
      Possibile che gli italiani scendano in piazza, si lamentino nei bar, su internet e in ogni luogo e poi non sono capaci di fare una cosa così semplice?
      Invece di continuare a parlare bisogna AGIRE, pacificamente, dimostrando a tutti che siamo in grado di cambiare le regole, di cambiare la politica, di cambiare il paese una volta per tutte, siamo solo buoni a continuare a lamentarci o vogliamo prendere in mano le redini e cambiare tutto?
      C’è qualcuno di noi seriamente intenzionato a mettersi in prima linea con la sua faccia e portare avanti tutto ciò?

  9. Politica = mafia. Ho appena letto che i costi della politica sono di 9 miliardi all’anno. Tutti solo per mantenere i vari rappresentanti politici ed escludendo altri costi indotti dal loro operato. Se ben si guarda questo equivale ad una tangente da loro pretesa in cambio di cosa? Di nulla dal momento che come i mafiosi sono solo impegnati a garantirsi un reddito presente e futuro a discapito di chi lavora. A questo punto non vale la pena di abolire la politica e lasciare che la mafia prenda il suo posto visto che forse i mafiosi hanno un ideale per cui si sa a cosa si va incontro mentre per i politici si vota con speranze che poi vanno puntualmente deluse?

  10. Parole, parole, soltanto parole! Ecco quello che siamo buoni a fare! Ci stanno togliendo persino la dignità e noi che facciamo? Continuiamo a parlare e lamentarci, parole e lamentele. Ora basta! Basta lamentele e basta parole! Dobbiamo cacciarli via con le buone o con le cattive. tutti! Tutti, dal primo all’ultimo. Sono la feccia, il cancro del nostro paese. Dobbiamo cacciarli via!

  11. E’ vero, bisogna intervenire, ma come si fa? Bisognerebbe utilizzare mezzi che diano voce al popolo, ma alla fine le proteste vengono sempre debellate… proprio ieri dicevo di fare attenzione all’esasperazione dell’Italia e proprio oggi il ministro Sacconi ha detto che c’è il rischio di terrorismo.
    Si arriva ad un certo punto che solo la violenza costringe a dare ascolto al popolo e in questo paese dannato ci stiamo arrivando molto vicino e credo che se anche ci scappasse il morto come Marco Biagi 10 anni fa circa, nessuno capirebbe la gravità di tutto questo, ma quando il popolo ha fame è disposto anche ad ammazzare senza pietà. Finché non ci si sbatte con il naso contro,i politici non lo capiranno mai…

    Personalmente mi manda veramente in bestia uno dei provvedimenti sul lavoro riguardante la causa di licenziamento ingiustificato oppure per problemi economici. Questo sapete cosa significa? Che adesso anche chi ha un lavoro a tempo indeterminato rischia di trovarsi sotto sopra. COME DIAMINE SI FA A COSTRUIRSI UN FUTURO COSI’? (Scusate il maiuscolo, ma veramente è gravissima questa cosa).
    Credo che se questo provvedimento passasse, ciò diventerebbe una scusa per licenziare chi un posto se lo è meritato e assumere i solti raccomandati di **** che in Italia l’hanno sempre fatta da padrona.
    Non si può accettare una cosa simile, non si può!!!!! Fino a ieri almeno chi lavorava a tempo indeterminato poteva stare tranquillo, adesso invece minacciano qualsiasi tipo di lavoro e minacciano anche la pensione. Cosa faranno quando avranno un paese pieno di poveri da mantenere???
    Ragazzi ma CI RENDIAMO CONTO??? Io spero che i sindacati vogliano difendere i lavoratori e far sì che questo provvedimento dell’articolo 18 non venga cambiato.
    Sono strasicura che la mancanza di soldi per le paghe sarà solo una scusa affinché stato e aziende possano fare quello che pare a loro e prendere i lavoratori che a loro fanno più comodo… in fondo in questo paese riesci ad andare avanti solo se fai parte della casta o se conosci qualcuno appartenente alla casta, ma se sei un povero disgraziato, come molti di noi, nemmeno un posto di lavoro assicurato vogliono farti trovare più.VERGOGNA!!!

  12. interessante l’iniziativa di oltre 3000 esercenti a napoli, nei loro locali i politici si troveranno costretti a pagare una pizza non meno di 100 euro, e il sovrapprezzo andrà in beneficenza a enti per i bisognosi.
    Il primo a farne le spese è stato d’antoni che ha appunto pagato 100 per una pizza, il titolare del locale spera che un giorno arrivi da lui la russa per fargliela pagare 1000 euro, considerato che il suo ministero in questi giorni ha acquistato ben 16 maserati, hai capito il sig. “digiamolo”.
    Questo sarebbe un buon modo per far si che il loro stipendio si equipari al nostro in un certo qual modo, ma dovrebbe essere esteso a tutto quello che comprano – perchè comprano qualcosa?-
    così capirebbero forse in che “stato” ci fanno vivere.

  13. Questi policici ormai si credono onnipotenti.
    Pensate che un consigliere della regione Lazio Nicola Illuzzi si fa chiamare Onorevole…ormai pure le formichesi sono montate la testa e pretendono….con i soldi nostri

  14. Avete visto lo spot suul’evasione fiscale, e i vari parassiti,scommettiammo,che i primi evasori fiscli indovinate chi sono ,ma sicuramente loro i nostri cari beneamati politici,vogliamo vedere quanti di loro hanno assunto e pagano i contributi per i loro portaborse,se qualcuno fa qualche indagine tipo le iene ne escono delle belle.E poi vogliono il licenziamento facile e perchè,loro possono maltrattarci quando e come vogliono e noi non possiamo licenziarli e mandarli a casa,e farli viere con 800 euro al mese,mi parlano di no alla violenza come è avvenuto a Roma,d+accordo solo perchè hanno fatto tuut’erba un fascio ma pensiamo se al posto di quelle macchine di gente comune c’erano queele dei politici,pensa in tempo di crisi La Russa ha acquistato 9 maserati,alla faccia della crisi.La violenza no, ma questi signori politici non ci asoltano ne in un modo ne nell’altro e continuano a fare i loro porci comodi se la violenza no,d’ACCORDO mi dite qual’è l’altra soluzione,magari una moria generale dei politici fatta dal PADRETERNO

  15. carogne basta un decreto legge limite per tutte le cariche elettive e impiegati statali di 3000 euro al mese (e sono generoso)

    ladri

  16. i politici dimostrino attaccamento al paese abbassando del 75% tutto quello che li riguarda e che è a spese dei cittadini!!

    fuori dal parlamento i politici con precedenti peneali!!

  17. Le ormai note decisioni greche hanno mandato le borse a picco ed hanno dato una notevole accelerata alla crisi. L’europa chiede interventi immediati. Dal presidente della repubblica arrivano esortazioni a nuove ed immediate azioni per evitare il default. Molte le proposte shock (addirittura c’è l’idea di aumentare ulteriormente l’iva) ma neanche una che riguardi la casta. Non si smentiscono mai, fanno proprio schifo!!!!

    • EGREGIO SIG.MARIO GIORDANO…LA RINGRAZIAMO PER AVECI DATO LA POSSIBILITA’ DI COMMENTARE….SU QUEST’ARGOMENTO…A NOI CARO…MA NON HO ANCORA VISTO UNA TRASMISSIONE DEL GRUPPO FININVEST…DOVE SI AFFRONTA IN MODO DECISO IL PROBLEMA…DI ELIMINARE IL VITALIZIO A QUESTI “LADRI”..E PORTARE I LORO STIPENDI A SOMME NORMALI.
      LEI AVREBBE LA POSSIBILITA’ DI DARE VOCE IN DIRETTA ALLA GENTE NORMALE.
      MI RACCOMANDO NON FACCIA COME IL TG4…CHE INTERVISTA TANTA GENTE PER STRADA…MA MANDANO IN ONDA SOLO CHI PARLA BENE DEL PREMIER…..BASTA….BASTA..BASTA….BISOGNA REAGIRE…ADESSO CI FARANNO I PRELIEVI FORZATI SUI NOSTRI CONTI CORRENTI…DOVE LE PERSONE ONESTE HANNO GIA’ PAGATO LE TASSE…..BASTA….BASTA…BASTA….

  18. anche se non centra niente…vorrei sapere se Papandreou sta facendo una gran cosa per la Grecia con il referendum…sembrerebbe di si…ma è un tema complesso che merita tanto studio e attenzione…

  19. vorrei sapere chi ha aquistato le tessere di iscrizione di forza italia!!!chi sono quei leccapiedi che corrono ancora con l’attuale governo!!!spero che gli italiani si rendano conto le prossime elezioni di chi votano!!sono solo gente serva del padrone!!!e guarda caso chi non perde in borsa sono le societa’ del gruppo fininvest!!!

      • ci siamo fatti rubare da questi parassiti da 60 anni,ne destra ne sinistra ne centro,ci vuole gente nuova che porti la politica ad un azzeramento radicale,e far sparire questa gente!!!

        • la gente nuova che ci proponi non ci piace ! e poi non è sufficiente cambiare solo i politici centrali , gli sprechi sono ovunque nel settore pubblico ! ti voglio ricordare nuovamente le 21 regioni , le 110 provincie , gli 8100 comuni , le decine di migliaia di aziende semi pubbliche con consigli d’amministrazione occupati dai soliti personaggi ,giudici e controgiudici che non giudicano nulla perchè non hanno il tempo per farlo , generali di guerre mai combattute che girano con maserati blindate , rettori di università inutili che ci hanno intasato di laureati con lauree inutili invece di laurearli in idraulica , carpenteria ed impiantistica elettrica … ma soprattutto con poca voglia di lavorare sul serio !

  20. Non date fondi per l’alluvione,non perche’ io sono contro,quella popolazione ma per il semplice fatto che la colpa di questi tanti disastri e’ solo della politica che ha fatto costrure dove non si doveva e poi ha condonato nei vari governi per raccogliere soldi per i loro porci comodi.Percio’ devono essere loro tutti i politici indistintamenta a rinunciare ad un anno dei loro stipendi e privilegi a favore delle popolazioni da loro danneggiate:Ma i nostri cari politici morti di fame e arraffoni non lo faranno mai.infatti non si ricorda a memoria d’uome dei politici che abbiano fatto il bene della popolazione a loro svantaggio sempre il contrario,e stanno sempre li a chiederci soldi per i vari disastri o per altre cose ma loro di sacrifici nemmeno a parlarne,e quelli che adesso stanno all’opposizione,e che dicono che se stavano loro al governo avrebbero tagliato il numero dei parlamentari e i loro privilegi quando vanno al governo non fanno un cazzo di niente.Poi c’e’ anche qualcuno che dice che in parlamento c’e’ gente che lavora fino a tardi “che squallore” e chi non lavorerebbe fino a tardi in quel modo e con quei stipendi e privilegi,vai alla catena di montaggio e vedi riesci a lavorare fino a a tardi caro onorevole con la barba e bencurato a spese nostre.La verià che questo paese delle caste nono finira’ mai di essere cosi,basta pensare che anche chi appartiene alla chiese altra casta predica la povertà come nostro signore ma viaggia in rolls royce,audi mercedes con autista al seguito e poi chiede la questua alla messa,boh cari “ITALIANI” siamo nella cacca e ci resteremo finchè non ci sveglieremo dal lungo sonno.

  21. Non date fondi per l’alluvione,non perche’ io sono contro,quella popolazione ma per il semplice fatto che la colpa di questi tanti disastri e’ solo della politica che ha fatto costrure dove non si doveva e poi ha condonato nei vari governi per raccogliere soldi per i loro porci comodi.Percio’ devono essere loro tutti i politici indistintamenta a rinunciare ad un anno dei loro stipendi e privilegi a favore delle popolazioni da loro danneggiate:Ma i nostri cari politici morti di fame e arraffoni non lo faranno mai.infatti non si ricorda a memoria d’uome dei politici che abbiano fatto il bene della popolazione a loro svantaggio sempre il contrario,e stanno sempre li a chiederci soldi per i vari disastri o per altre cose ma loro di sacrifici nemmeno a parlarne,e quelli che adesso stanno all’opposizione,e che dicono che se stavano loro al governo avrebbero tagliato il numero dei parlamentari e i loro privilegi quando vanno al governo non fanno un cazzo di niente.Poi c’e’ anche qualcuno che dice che in parlamento c’e’ gente che lavora fino a tardi “che squallore” e chi non lavorerebbe fino a tardi in quel modo e con quei stipendi e privilegi,vai alla catena di montaggio e vedi riesci a lavorare fino a a tardi caro onorevole con la barba e bencurato a spese nostre.La verià che questo paese delle caste nono finira’ mai di essere cosi,basta pensare che anche chi appartiene alla chiese altra casta predica la povertà come nostro signore ma viaggia in rolls royce,audi mercedes con autista al seguito e poi chiede la questua alla messa,boh cari “ITALIANI” siamo nella cacca e ci resteremo finchè non ci sveglieremo dal lungo sonno.E come vedi siamo in democrazia ma non posso dcriver quello che voglio visto che mi bloccate il commento.

  22. Caro explosive ma veramente credi che con la sinistra o i centristi al governo le cose migliorerebbero? Lo vuoi capire o no che la rovina di questo paese sono tutti i politici? Berlusconi è solo uno dei tanti farabutti, parassiti, mafiosi, figli di puttana che giorno dopo giorno demoliscono l’Italia e riducono sul lastrico una quantità sempre maggiore di italiani. Se non hai ancora capito questo allora ti conviene inserire i tuoi commenti sul sito di Vendola, di Di Pietro o di qualche altro quaquaraquà.

  23. (Lettera Aperta)
    Alla RAI Radio Televisione Italiana – Confindustria – Federmanager – Il sole 24 ore – Corriere della sera

    Alla Vs attenzione
    Poiché un dibattito sulla stupidità, forse è meglio per ovvie ragioni di etichetta definirla “inefficienza dei dirigenti”, non è mai stato affrontato, e considerato il particolare momento di ristagno economico, le polemiche sulla flessibilità, competitività, produttività, qualità professionale e confronto concorrenziale dei costi nella globalizzazione sfavorevole per l’Italia poiché dirigenti e quadri portano troppo in alto l’indice del costo del lavoro..
    penso che non sia affatto un tabù discuterne nelle sedi opportune affinché si avvii al più presto un disciplinamento in merito.
    Molto spesso nelle aziende, i dirigenti non sono affatto operativi, sono privi di idee e si limitano esclusivamente al ruolo di rappresentanza interna tra i livelli di gerarchia delle maestranze e più delle volte rappresentano se stessi facendo uso del linguaggio del corpo.
    Sono convinto che verrebbe fuori un bella e costruttiva disputa tra chi non fa di tutta l’erba un fascio, e chi pensa come il sottoscritto che in un seminato o sono tutti intelligenti o tutti stupidi.
    Secondo me in un collegio dirigenziale se prevale l’intelligenza, l’imbecille non avrebbe chance di imporsi e coabitare, mentre in quello opposto sarebbe esattamente il contrario.
    Ho constatato che dove già domina la stupidità, gli individui incapaci sono vezzeggiati e presi in considerazione e ricambiati, poiché tra essi non si innescano motivi di rivalità professionale per cui si evita la competizione… “Tra cani non si mordono”, gli imbecilli sono potenzialmente scarsi e non ti mettono in cattiva luce.
    Ma a volte lo fanno, se c’è un poco di mangiare.. tali individui, se si trovassero in un pasticcio o ad un certo punto della propria carriera di fronte ad un imbuto, pur di scaricarsi dalle proprie responsabilità o di mettere in difficoltà il proprio avversario e scavalcarlo, si divorano.. eccome se lo fanno, sembrano più ratti che cani, non hanno rispetto gli uni degli altri, sono codardi e agiscono con pretesti personali e non mettendosi in evidenza con contesti professionali.
    Per il sottoscritto questo argomento non lo è affatto un tabù, pertanto ho avuto l’ispirazione di scrivere e mettere online la mia esperienza sul rapporto con la stupidità dei miei ex direttori:
    http://www.montemesolaonline.it/Laterizi.htm
    Credo che ne valga la pena leggerla, sono convinto che arricchirà il Vostro sapere

    Saluti
    Coro Cosimo

  24. Ma è possibile che ancora non avete capito qual’è il problema?.. il problema è la classe dirigente stupida, sanno dire solo che “bisogna dare fiducia ai mercati”, nient’altro..
    Non hanno neanche idea di come funziona il sistema finanziario.
    Eppure è semplice, tutto parte dalla produzione di BENI e dalla vendita di questi beni: produzione industriale, edilizia, agricola, della pesca, ecc. che generano il mercato (ricchezza) con l’ausilio dei servizi (ma quelli veri), il sistema finanziario, cioè il finanziamento d’impresa (ma delle idee) e delle risorse (energia).
    Purtroppo il debito pubblico, cosiddetto “debito pubblico”, è un sistema per finanziare le idee imprenditoriali statali che via via è diventato un prestito allo stato per fornire privilegi, privilegi che a tutt’oggi non vogliono rinunciare, per cui la girano e la rigirano e se la prendono coi più deboli che per ironia sono proprio quelli che generano “beni”.
    Ma dare ascolto ai politici c’è il rischio del suicidio collettivo, poiché fare sacrifici per attenuare il debito pubblico è un sacrificio invano, perché non c’è nessun riferimento, e non alludo agli investimenti in denaro per la crescita poiché sarebbero soldi sprecati se non si punta il dito sul costo del lavoro e sui motivi dell’inefficienza delle imprese, ma alle ragioni che ci hanno portato in questa situazione di merda “la stupidità della classe dirigente tutta, politica e privata”. E sono gli stessi che pretendono di tirarci fuori.. è incredibile!
    Lettera Aperta: http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *