Le pensioni d'oro dei banchieri (da Geronzi a Galateri)

Anche il nuovo presidente delle assicurazione Generali, appena nominato, è un pensionato d’oro: Gabriele Galateri di Genola prende infatti un assegno Inps di 11.965 euro al mese, che ha sempre cumulato con i suoi altri numerosi redditi (al momento della nomina alla presidenza delle Generali risultava titolare di undici poltrone in vari consigli di amministrazione, dalla Telecom alla Fiera di Genova, dalla Cassa di Risparmio di Savigliano ai cantieri navali Azimut).
D’altra parte anche il presidente uscente, Cesare Geronzi, incassa dall’Inps una pensione: accade da 15 anni, cioè dal 1996, quando lui aveva 61 anni. Oggi prende 22.037 euro al mese, una cifra che sarebbe faraonica per qualsiasi comune pensionato, ma che è poca roba per lui che nel giro di quattro anni si è preso tre liquidazioni milionarie (20 milioni da Capitalia, 9,2 da Mediobanca e adesso 16,6 dalle Generali per un anno di lavoro).
Da notare che le Generali avevano concordato una pensione d’oro anche all’ex presidente Antoine Bernheim che nel luglio 2010 se n’è andato a riposo con un vitalizio pari a 1,5 milioni di euro (125mila euro al mese, 4100 euro al giorno). Ma evidentemente questo tesoro a Bernheim non basta: dopo che le Generali hanno pagato la maxi liquidazione a Geronzi è tornato all’attacco per avere un trattamento simile, che ammonterebbe addirittura a 88 milioni di euro…
P.s. In questi giorni abbiamo parlato molto delle pensioni dei politici. ma nei salotti buoni della finanza, come dimostrano questi dati ci sono situazioni ancor più interessanti. E sorprendenti. Il libro ne parla. Avremo modo di discuterne.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

21 risposte a “Le pensioni d'oro dei banchieri (da Geronzi a Galateri)

  1. Io il libro l’ho acquistato. lo sto leggendo piano piano, una pagina per volta, cercando di rendermi conto per davvero di quello che leggo: devo metabolizzarne il contenuto! E’ incredibilmente difficile!Mi chiedo: perché esiste tanto egoismo, ingiustizia e, soprattutto, faccia tosta da parte dei cosiddetti “potenti”? E poi, se li senti, vengono a darci lezioni di etica e solidarietà!Il grande Totò direbbe:” ma mi faccia il piacere!” Grazie Dott.Giordano.

  2. Complimenti sig. Giordano,questo dovrebbero fare i giornalisti!non perdersi nei vari episodi di puttanaio messi in scena dai giornali di regime o asserviti alle varie lobbi,compresa quella dei giornalisti che guadagnano un milione di euro l’anno.
    Parliamo della sponda sud del mediterraneo e non vediamo ciò che accade in casa nostra.
    Svegliamoci prima che i ragazzi ,privati di ogni futuro onesto,reagiscano come stanno facendo nei vari stati africani;noi non siamo migliori dei loro governanti e,non abbiamo nemmeno l’alibi dell’ignoranza!

  3. Il problema delle”caste”privilegiate parte dalla prima repubblica,ora il mondo è cambiato,si è globalizzato,siamo diventati tutti (comuni cittadini)piu’ poveri con l’euro,ma,per le “caste d’oro”nulla è cambiato,continuano a vivere nel loro mondo dorato lontano anni luce dalla realta’,dalla gente comune…..,sarebbe ora di cambiare con politici giovani e che abbiano l,ambizione (oltre alla carriera)di FARE DEL BENE alla propria gente…….tutto cio’ è possibile?io sono come S.Tomaso…..e,credo che oramai lo siamo tutti…

  4. Si dovrebbe insistere molto di piu sulle ingiustizie,publicare sui giornali e telegiornali fino a che si arrivi a far capire veramente che cosa viviamo veramente.

  5. se producono possono guadagnare anche 10 volte quel che prendono ora. Il problema è che secondo me questa gente non produce un ca…o e fanno pagare la crisi ai giovani che dopo la laurea vengono “assunti” con stage, contratti a progetto, tempi determinati e stop. Senza contare le condizioni salariali.
    Questa gente dovrebbe subire una vera e propria rivolta e probabilmente tra qualche anno, le cose si metteranno ancora peggio e qualcuno inizierà a valutare seriamente la cosa.

  6. SIAMO VERAMENTE ALLA FRUTTA ,C;è GENTE CHE NON PERCEPISCE NEANCHE UN AIUTO DI DISOCCUPAZIONE E NON TROVA UNO STRACCIO DI UN LAVORO PERCHE SONO RITENUTI VECCHI , E QUINDI SONO ABBANDONATI DA TUTTI , POI C;è GENTE CHE èANDATA IN PENSIONE A 45 ANNI…è ORA DI FINIRLA CON STò STRONZATE AIUTIAMO ANCHE CHI è STATO MENO FORTUNATO NON SOLO I RICCHI CHE SONO PURE EGOISTI E TIRCHI..LO STATO NON AIUTA I PRECARI O DISOCCUPATI A TROVARE UN LAVORO MA LI CONDANNA..

  7. Le retribuzioni dei politici dovrebbero essere agganciate alle più basse pensioni sociali.
    Esempio: Se la pensione più bassa è 200 euro al mese la retribuzione del politico non dovrebbe essere (esempio) più di 30 volte di questa; ossia 200 x 30 = 6000 euro al mese.
    Stesso provvedimento per i magistrati. Inoltre, oltre a pagare in caso di errore i magistrati dovrebbero essere licenziati quando i processi durano più di un anno (escludendo gli omicidi e reati di violenza). Analoghe retribuzioni per manager di stato ovviamente.
    E’ la “forbice” delle retribuzioni che ci sta portando alla crisi.

  8. Grazie per la censura che avete fatto sul mio commento che vi ho postato ieri.
    Vorrà dire che avete perso un lettore che credeva foste democratici.
    Cordiali saluti.

  9. sono alla ricerca di un lavoro da due mesi per colpa dei classici contratti a tempo determinato, il futuro di oggi, hai volontà hai capacità ma sei castrato da coloro che vivono a paperopoli, seduti in poltrona a raccontar barzellette….guadagnando fior di milioni solo per stare seduti….nn è giusto e lo sappiamo benissimo tutti ma oltre a gridarlo ai quattro venti cosa si può fare per migliorare la situazione? uscendo di casa noto che oggi la speranza dell’italiano medio è VINCERE e non per nuotare nell’oro, ma per stare meglio, perchè chi è fortunato e lavora oggi sopravvive! chi in un modo chi nell’altro ci prova, con la speranza che un giorno dietro la casella grattata esca scritto” hai vinto un viaggio per un mondo migliore” buona giornata a tutti

  10. Ho visto il programma di Maurizio Costanzo del 18 aprile…sono rimasto sconcertato dalle cifre percepite da questi signori i quali nella stragrande maggioranza dei casi se volessero applicare i benefit in base ai risultati ottenuti dovrebbero loro risarcire l’ente per i danni compiuti. Altro discorso per i politici. Ha mai visto un politico che propone una legge a sfavore della propria categoria? Gli italiani oramai sono rassegnati ma anche la rassegnazione ha un limite. Mi complimento per le sue inchieste.

  11. li farei lavorare tutti con lo stipendio di un operaio e pagarsi anche l’affitto.Forse comincerebbero capire la realta.

  12. Questo paese ormai non ha più midollo è completamente svuotato, dai Fannulloni di Stato, stramegaiperpensionati, e dagli extracomunitari che succhiano linfa da quest’Italia a più non posso, quando non ci sarà più da succhiare, si sposteranno sicuramente…
    Grazie Governanti, grazie delle continue prese per il culo…..

  13. POLITICI ITALIANI VI DOVRESTE VERGOGNARE!!!
    NOI COMUNI MORTALI LAVORIAMO 10 ORE AL GIORNO PER RIUSCIRE AD ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE!!!! E NON SEMPRE SI RIESCE!!! E QUANDO ANDREMO IN PENSIONE…….O RINUNCEREMO AL CIBO O RINUNCEREMO AL TETTO!!! IL NOSTRO REDDITO ANNUO DA LAVORATORI E’ PARI A MENO DI 2 MESI DLLA VOSTRA PENSIONE !!! CHE SCHIFO !!! INFATTI L’ITALIA AFFIDATA A VOI SIGNORI STA CROLLANDO GIORNO DOPO GIORNO, MA A VOI CHE VE FREGA?? CON 9MILE EURO DI PENSIONE AL MESE EXTRA ESCLUSI COME FATE A SENTIRE LA CRISI? CE L’AVETE IL PROBLEMA DI STARE ATTENTI AI PREZZI QUANDO SIETE AL SUPER MERCATO O DI RINCORRERE LE FFERTE NEI DISCOUNT PER FAR MANGIARE OGNI GIORNO I VOSTRI FIGLI??? FATE SCHIFO PROPRIO SCHIFO

  14. POLITICI ITALIANI DAL PRIMO ALL’ ULTIMO DI DESTRA O DI SINISTRA
    FATE SCHIFO. COME AVETE ANCORA IL CORAGGIO DI MOSTRARVI IN PUBBLICO DI RILASCIARE INTERVISTE COME SE GNIENTE FOSSE. NOI TUTTI I GIORNI DOBBIAMO FARE I CONTI CON LA REALTA’ MENTRE VOI VIVETE NEL VOSTRO MONDO DORATO FATTO DI PRIVILEGI ASSURDI. C’E’ GENTE CHE NON SA COME FAR QUADRARE I CONTI A FINE MESE E VOI VIVETE NEL LUSSO PIU’ INDECENTE.VERGOGNATEVI. PARASSITI!!!!!

  15. Pingback: Default Italia: Pensioni a 67 Anni? Altro che Countdown, Siamo già Falliti : MenteCritica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *