ESCLUSIVA – ECCO I PRIMI PESCECANI

Martedì 10 marzo esce il mio nuovo libro: “Pescecani”, un viaggio senza pietà nell’Italia di evasori, banchieri truffaldi e altri furbetti. Ecco un’anticipazione di alcuni personaggi di cui ci occuperemo in esclusiva per il blog:
– Si parlerà di un banchiere che è riuscito a mandare a gambe all’aria la banca (Banca Marche), a far rimanere a secco artigiani e commercianti, mentre lui si faceva regalare un palazzo nel centro di Roma (anzi meglio: gli hanno regalato un palazzo, pagandogli 13mila euro al mese)
– Si parlerà del re delle tangenti che non pagava tasse né contributi ma magicamente vinceva tutte le gare d’appalto;
– Si parlerà del Buffalo Bill di Varese che s’è comprato due ranch con i soldi delle casse dei comuni;
– Si parlerà di un imprenditore che mandato in strada 700 persone ma nel garage teneva 493 auto, 163 moto, 155 bici da corsa e 70 tra yacht e motoscafi;
– Si parlerà dei fratelli Magnoni, e di “Cinquanta sfumatore di frottole”, e di tanti altri ancora…

Non perdetevi le prossime anticipazioni su questo blog.
E non perdetevi il libro dal 10 marzo. In libreria.

DOPO LE OSTRICHE&CHAMPAGNE DI ROMA, I CIOCCOLATINI DI MILANO: 2.838 EURO IN DOLCI (13MILA PER L'INTERO PASTO). A SPESE DEI CONTRIBUENTI

Dopo gli spaghetti al caviale di Lusi, le ostriche e champagne di Fiorito, le cene al Pepenero degli altri consiglieri del Lazio, ecco dietro lo scandalo delle tangenti di Milano spuntare un pranzo da 13mila euro, ovviamente a spese dei contribuenti. Sono riusciti a spendere 2.836 euro soltanto in cioccolatini. Beh, che dire? Quando nei bar si commenta che è tutto un magna magna, sarà stato qualunquistico. Ma è molto vicino al vero.