POSTA PRIORITARIA- GABRIELLI E’ STIPENDIATO DALLO STATO MA AL SERVIZIO DEL PD

Caro Giordano, mi scuso per il sistema poco tecnologico, ma è l’ unico modo celere per comunicare con lei. Oltre a condividere la fede granata sono allineato con lei, sia sui temi politici, sia su quelli dell’ immigrazione come sulle considerazioni circa la performance del segretario della Cei. Ora, a seguito del funerale romano del secolo, di tal nobile uomo sinti Casamonica mi chiedo: ma il prefetto Gabrielli ci fa o ci è? Quali sono i suoi compiti? Crede di poterci prendere per il cofano? E quel fenomeno di Alfano apre un’ inchiesta? Faccia prima: apra la finestra… Mi chiedo poi quel ridicolo Rigoletto di Orfini sa cos’ è il significato di dignità… Mi taccio. Mi limito a sognare un fatto storico che ho studiato 55 anni fa, accaduto a Praga. E spero prima di morire di assistere a una defenestrazione di Roma… P.s. Sono figlio di un partigiano del Cal d’Ossolo, presente nel museo della Resistenza di Fondotoce. Chi ha lottato e perso la vita per questo liquame che appesta l’ Italia certamente si starà rivoltando.
Sergio Bionda – Casale Monferrato (Al)

In effetti il mezzo poco tecnologico (fax) ha fatto sì che il messaggio, inviato il 21 agosto, arrivasse sulla mia scrivania solo ora. Ma capita a fagiolo, caro amico monferrino, perché proprio in queste ore il sindaco commissariato Ignazio Marino sta tornando dalla sua lunga vacanza subacquea e l’ intera Italia si domanda: con che faccia? Con la faccia di tolla, ovviamente.
Infatti lui continua ineffabile per la sua strada. E così continua per la strada il prefetto Franco Gabrielli, che l’ altro giorno ha mandato un messaggio minaccioso: «Io potrei commissariare il Comune». In effetti: potrebbe farlo. Anzi: dovrebbe farlo. E perché non lo fa? Semplice: perché se si andasse a elezioni in questo momento il Pd non riuscirebbe a rivincere le elezioni.
Immagino la sua obiezione: ma Gabrielli è un funzionario dello Stato, a servizio dei cittadini, o un uomo a servizio del Pd? La risposta definitiva arriverà forse quando finalmente si tornerà a votare per la Capitale: con tutta probabilità, infatti, il prefetto sarà il candidato del centrosinistra. E dunque il progetto è chiaro: si tiene in piedi il sindaco-fantoccio Marino, che non potrà decidere nulla, e gli si affianca un sindaco-ombra, che gestisce gli affari di Roma in attesa del momento buono per candidarsi ufficialmente. Alla faccia dei cittadini. Alla faccia della democrazia. E alla faccia di suo padre, e di quelli come lui, che dopo tutto ‘sto schifo, a forza di girarsi nella tomba, saranno diventati quasi delle trottole.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

2 risposte a “POSTA PRIORITARIA- GABRIELLI E’ STIPENDIATO DALLO STATO MA AL SERVIZIO DEL PD

  1. Quello di roma è uno scempio che non finirà mai, piove o qualche goccia è lago!…………….buche grosse come fontane e fontane trattate come buche.Quindi fate voi cosa è normale?,io forse avrei da dire nulla oppure è quella la normalità di una città che non solo è capitale d’italia e se un libro lo si giudica dalla sua copertina…………………beh dott. giordano lo legga tutto questo libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *