POSTA PRIORITARIA- IL MIO GIRO D’ITALIA IN VOSTRA COMPAGNIA

Caro Giordano, l’ho sentita l’altra sera ad Asiago…

P.B. – Vicenza

Quanti lettori ho incontrato in queste settimane… La seguo su Libero, la leggo su Libero, sono un fedele di Libero… Quante mani ho stretto in questo mio piccolo  tour che si è concluso ieri sera ad Asiago (purtroppo per la pioggia non si è potuto fare in piazza: comunque avete riempito il teatro). Ogni anno, da aprile all’inizio di agosto, approfitto dell’uscita del mio libro per uscire dalla prigionia della redazione. Dico sempre scherzando (ma mica troppo) che quasi quasi scrivo i libri per poterli andare a presentare in giro per l’Italia. Che ci volete fare? C’è chi scrive libri per poter entrare nei palazzi, io li scrivo invece per poter entrare nelle piazze.   E’ un bagno di gente che mi fa bene, mi aiuta a uscire dalla tentazione autoreferenziale che colpisce tutti noi giornalisti e che mi fa sentire da vicino il polso dei lettori. Durante il resto dell’anno, poi, quando scrivo penso proprio ai vostri volti, ai vostri occhi, ai sospiri con cui avete seguito i miei incontri, alle vostre risate, alle vostre domande incazzate, agli applausi e agli incoraggiamenti. Mai come quest’anno ho trovato persone stanche delle promesse andate a vuoto, mai come quest’anno mi sono sentito dire: “Dovete essere più cattivi”, “Picchiate duro”, “Dateci dentro”, “Siete la nostra voce”, mai come ora sento la responsabilità di non tradire tutta la fiducia che mi avete trasmesso incontro dopo incontro. Ho girato 7 regioni, una quarantina di piazze, dal 12 aprile a Soave (assaggio di bianco stratosferico) al 2 agosto ad Asiago, sono passato per Lamezia Terme, Alassio, Lecco, Arezzo, Siena, Imperia, Menfi (Agrigento), la magica notte di Polignano, Viareggio, Courmayeur… Ovviamente non poteva mancare la piazza del piccolo e familiare Frascaro (agnolotti divini), l’appuntamento con la Versiliana (quest’anno con Catena Fiorello: ci siamo divertiti), una serata splendida nelle ville palladiana (a Pojana) con l’estate che stava cominciando a sprigionare la sua immensa bellezza, poi Caravaggio, Lodi, l’abbraccio caloroso seppur dolente di Galatone,  dove sono riusciti a mascherare con l’affetto tipicamente pugliese il lutto che aveva appena colpito il paese. Ringrazio tutti quelli che ci sono stati, quelli che mi hanno consegnato messaggi, documenti, biscotti, vignette, foto, ricordi, libri, composizioni, speranze, opinioni. Giuro che leggerò tutto e che il prossimo anno sarò di nuovo lì, in mezzo a voi, a  seminare parole e a raccogliere entusiasmo.  Perché è una delle poche cose di cui non so fare a meno.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

Una risposta a “POSTA PRIORITARIA- IL MIO GIRO D’ITALIA IN VOSTRA COMPAGNIA

  1. Gentilissimo Dott. Giordano, da anni la seguo in tv ed acquisto i suoi libri. Ultimamente seguo DALLA VOSTRA PARTE, anche la nuova serie estiva. Quello che non riesco a sopportare sono gli interventi della portavoce di Ncd, una persona cafona e talmente piena di se che non riesco a sopportare. Inoltre ho sentore che altre persone che si collegano per guardare il programma che girano subito canale appena vedono questa persona così indisponente, con le sue smorfie e le continue sovapposizioni su chi sta parlando. Così perdete molti telespettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *