MA PAPA FRANCESCO CONOSCE IL CASO DELLE ORFANELLE E DEL VESCOVO DI RAVENNA?

Ma Papa Francesco sa quello che succede a Ravenna? Sa che la Fondazione presieduta dal suo vescovo si è presa l’eredità destinata alle orfanelle? Sa che l’ex orfanotrofio che doveva essere destinato ad aiutare i poveri è diventato un hotel di lusso? Sa che la Fondazione accumula tesori su tesori e in beneficenza dà solo le briciole? Sa che la volontà dei benefattori è stata esplicitamente tradita? La scandalosa vicenda ogni volta viene messa a tacere perché disturba troppo (e troppi). Ma Pescecani rompe il velo del silenzio e racconta la storia, con tutti i suoi incredibili retroscena. Sperando che l’indignazione arrivi fin lassù…

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

8 risposte a “MA PAPA FRANCESCO CONOSCE IL CASO DELLE ORFANELLE E DEL VESCOVO DI RAVENNA?

  1. Io non amo la chiesa,e per questo sono convinto che è solo un’altro scandalo che non fa altro che aumentare le mie convinzioni su la chiesa s.p.a che secondo me non ha nulla di divino.

  2. Tutto sommato la notizia mi tranquillizza parecchio. I preti sono abituati a far di peggio, molto peggio. Dai Giordano, stavolta ci è andata bene.

  3. la cosa intelligente che dovrebbe fare la chiesa o più precisamente le diocesi è di smetterla di accettare “i lasciti e le donazioni modali”, la cui attuazione del modo, è nella quasi totalità dei casi e con i tempi che corrono, completamente fallimentare e che, lo dimostra il caso, danno origine a prevenute e scontate polemiche vetero anticlericali o di qualche interesse di parte (parenti o presunti tali che si svegliano dopo decenni e dopo, naturalmente, che qualcuno ha speso centinaia di migliaia di euro per conservare o restaurare ciò che è stato donato). Si provi a vedere se è possibile lasciarli fin da subito allo stato o ai comuni che “sicuramente” saranno più efficienti nella conservazione e a farli fruttare nel rispetto delle volontà dei donatori o testamentari (come viene invocato) ed i cui proventi saranno senza dubbio più nobilmente destinati.

    • Piu efficienti???? Ma stai scherzando vero? Informati….i ladri qui (e si parla di miliardi) sono in egual misura Clero e provincia di ravenna al 50/100!

    • Il Conte Galletti Abbiosi non ha nominato erede la chiesa, ma Il vescovo è presidente del consiglio di amministrazione di un erigendo orfanotrofio femminile. Consiglio di amministrazione composto da sei membri di cui tre del clero e tre laici. Questo è stato per più di settant’anni. Alla chiusura dell’orfanotrofio il testamento del Conte prevedeva la distribuzione dell’eredità rimasta fra le orfane ospitate al momento della chiusura. Il vescovo Tonini al momento della chiusura dichiarava che l’orfanotrofio avrebbe riaperto in quanto stava avendo contatti con suore che si sarebbero prese in carico la gestione. E così passano gli anni e cambia pure vescovo. Il vescovo Amaducci vede che il palazzo ha bisogno di urgenti restauri e chiede il contributo del giubileo 2000. Ben cinque miliari di lire, di soldi pubblici vengono spese per il restauro dell’ex orfanotrofio che ad oggi è un bell’albergo. Il resto sono cose note.

  4. Racconto quello che, secondo me, è un caso di sopruso subito:
    Sono uncreditore chirografaro per circa € 40000,00 di Arenaways (impresa ferroviaria fallita nel 2011) per collaborazioni professionali date e regolarmente fatturate. Sul fatturato ho dovuto pagare tasse (IVA+ IRPEF). A quattro anni dal fallimento non posso chiudere la partita IVA per non perdere la possibilità di recuperare almeno le tasse (al credito ormai non penso più). Il curatore Leonardo Marta, che alla prima udienza, in tribunale, aveva assicurato che tutti i creditori sarebbero stati pagati perchè c’erano fondi garantiti da fidejussione, adesso ammette infastidito che non ci sono fondi per via della fideiussione “che non può essere escussa”. Non c’è possibilità di avere notizie… perchè nessuno è obbligato a darle!!! unica certezza sono le rate dell’agenzia delle entrate e di equitalia che devo pagare per redditi mai percepiti!!!Ma che razza di paese è quello dove un imprenditore deve pagare tasse per redditi non percepiti ed un curatore non ha responsabilità per una fideiussione farlocca accettata ????

  5. Bisogna avere il coraggio di fermarsi! Bisogna prendersi tutto il tempo necessario per riflettere sul futuro dei nostri figli! Cosa stiamo lasciando loro in eredità? Che mondo è quello dove ogni cosa è ragionata esclusivamente dal punto di vista del business?
    Tutti ci scandalizziamo e rimaniamo inorriditi quanto i tg ci mostrano orrori di tutti i tipi, ma cosa stiamo facendo di concreto – e nel nostro piccolo – per evitare che ciò accada?
    Se poi si aggiungono soprusi e ingiustizie come quelle occorse a Gianfranco Agodi, di chi la responsabilità? Capiterà mai che qualcuno assuma la responsabilità e vada oltre le strettissime maglie della burocrazia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *