ANTICIPAZIONE – IL PRESIDENTE BERETTA, L'EX QUESTORE DELLA CAMERA E LO SCANDALO DEGLI APPARTAMENTI COMPRATI E RIVENDUTI IN UN GIORNO

Il presidente della Lega Calcio Maurizio Beretta, il 24 giugno 2005 compra per 115.000 euro una casa a Roma, in via di Santa Croce, che ha come valore di mercato 323mila euro (sconto del 64 per cento).  A vendere un certo Mauro Cicconi che l’aveva comprata a suo volta il medesimo 24 giugno 2005 dal Fondo pensioni della Banca di Roma per 99mila euro. La domanda è: perché il Fondo pensioni della Banca di Roma vende per 99mila euro una casa che lo stesso giorno viene rivenduta per 115mila e che ne vale almeno 323mila?

 Andando a leggere i documenti delle compravendite di immobili pubblici, si scopre però che i casi simili sono davvero moltissimi. E alcuni addirittura clamorosi: c’è per esempio un intero stabile di proprietà del Comune di Roma che, appartamento dopo appartamento, finisce nelle maglie di questo strano meccanismo «compro al mattino e vendo al pomeriggio». Siamo in piena zona Prati, rione elegante e ricercato, in via Giuseppe Andreoli.  Qui, nel 2005, ben ventidue appartamenti vengono ceduti a 1700 euro al metro quadrato, quando il valore di mercato, secondo i broker immobiliari, si aggira intorno ai 7000. E molti di questi appartamenti, per l’appunto, subito dopo essere stati comprati a un prezzo così conveniente, vengono rivenduti a una cifra più alta.

(nel libro troverete ricostruite nei dettagli alcune di queste operazioni: una riguarda Bianca Mingoli, moglie dell’ex questore della Camera Antonio Mazzocchi, padre di Erder, già consigliere regionale del Lazio: hanno comprato il 19 ottobre 2005 un appartamento di 121 metri quadrati per 250mila. A vendere due pensionati che l’avevano acquistato il giorno stesso dal Comune. Perché il Comune vende un appartamento a 50mila euro in meno rispetto a quello cui viene rivenduto lo stesso giorno e assai a meno rispetto al valore di mercato? “Tutto regolare”, insiste Mazzocchi. E se questo è tutto regolare per l’ex questore della Camera si capiscono tante cose…)

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

4 risposte a “ANTICIPAZIONE – IL PRESIDENTE BERETTA, L'EX QUESTORE DELLA CAMERA E LO SCANDALO DEGLI APPARTAMENTI COMPRATI E RIVENDUTI IN UN GIORNO

  1. Bene,Buongiorno Dott.Giordano eccoci qua ad aspettare il governo del pres.Napolitano con il(SORCIO)Amato molto probabilmente pres.del CONSIGLIO;un uomo DORO e non solo per la sua punsione e ora anche per il nuovo stipendio.SE al momento stiamo con la merda al collo con lui inizieremo a mangiarla.HO limpressione che sara un governo misto tra politica e tecnici con una parte di quei SAGGI che hanno detto di non togliere i soldi hai partiti,con la banca dITALIA che dice di essere piu chiari con LIMU(IN SOSTANZA DI NON TOGLIERLA)e ora voglio vedere SB cosa fara dopo averla tanto disprezzata in campagna elettorale,voglio vedere le nuove riforme,voglio vedere come abbasseranno le tasse,come affronteranno gli esodati,i cassaintegrati,i senza lavoro:gia il lavoro?come riformeranno lo strozzino EQUITALIA.SENTO l ODORE DELLA COSA MARRONE GIA VICINA ALLA MIA BOCCA;ma non è CIOCCOLATA!

  2. STAVO mangiando un piatto di pasta e vedendo ilTG5,me andato di storto!Non parlo della nomina di LETTA(meglio di AMATO)ma che la Banca Ditalia ha detto che LIMUnon si DEVE TOGLIERE.Adesso pure la B.dItalia fa le leggi?Da ignorante sono andato su altri siti ed ho letto che LIMU è stato BLINDATO dal prof.MONTI con un DDL fino al 2015 o altrimenti altra manovra:per risanare i debiti dello stato.Certo cosi daremo altri 4miliardi alMPS,certo cosi altra gente che non arriva a fine mese si uccidera.PER non parlare poi del debito della RAI:un buco da 244MILIONI,pero in compenso hanno dato al sig BENIGNI 6MLIdi euro per melodrammare DANTE.ADESSO CARO DOTT.GIORDANO VEDIAMO IL grande S.B.cosa FARA?

  3. Direttore le malefatte della casta sono sotto gli occhi di tutti, grazie anche al contributo che lei quotidianamente offre in questo senso. Temo tuttavia che alla maggior parte degli italiani importi poco o niente. Alle ultime elezioni nonostante le ruberie venute alla luce, i partiti ladroni se la sono cavata, tutto sommato, conseguendo i 2/3 dei voti. Gli italiani sono fatti così dimenticano in fretta. Vedo anziani con pensioni da fame che rovistano i cassonetti in cerca di qualcosa di utile ma poco importa tanto “sto bene io stanno bene tutti”. E poi parlano della collettività. Ma in che paese viviamo se c’è chi paga 1000 euro per sedere a cena col Cavaliere mentre altri sono costretti a sopravvivere, quando va bene, con 500 euro di pensione? Ho letto che l’imu è diventata permanente mentre il pdl la vuole abolire. Secondo me è fatto apposta. Con l’inciucio diventerà nuovamente triennale così il pdl farà finta di aver ottenuto qualcosa e i compari del pd altrettanto. L’inciucio va avanti da decenni ma il popolo sembra non essersene accorto o forse si ama gli inciuci. Io propendo per questa seconda ipotesi. Che schifo di Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *