IL PRESIDENTE DELL'ABI E' UN BABY PENSIONATO DEL PARLAMENTO. PRENDE IL VITALIZIO (4.725 EURO AL MESE) DA QUANDO AVEVA 43 ANNI. E' UN EX POLITICHE CHE PRESIEDE LE BANCHE. LA SUA PRIMA FRASE: FUORI LA POLITICA DALLE BANCHE

E’ un baby pensionato del Parlamento anche il nuovo presidente dell’Abi. Infatti prende 4.725 euro al mese come vitalizio dal 1994, cioè da quando aveva 43 anni. Non male no? Fino al 1 febbraio 2012 sommava quest’entrata statale con 9 diversi incarichi in società private,  dal consiglio di amministrazione della Banca di Imola  alla Società Servizi e Riscossioni Spa, dalla Cassa di Risparmio di Ravenna all’Argentario Spa. La sua prima frase da presidente dell’Abi? “Fuori la politica dalle banche”. Non male per ex politico che appena diventato presidente delle banche. Che almeno abbia il pudore di sospendere quel vitalizio.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

7 risposte a “IL PRESIDENTE DELL'ABI E' UN BABY PENSIONATO DEL PARLAMENTO. PRENDE IL VITALIZIO (4.725 EURO AL MESE) DA QUANDO AVEVA 43 ANNI. E' UN EX POLITICHE CHE PRESIEDE LE BANCHE. LA SUA PRIMA FRASE: FUORI LA POLITICA DALLE BANCHE

  1. E pensare che c’è gente che con 35 anni di contribuzione non può ricevere l’assegno di pensione; dovrà aspettare i nuovi limiti della riforma Fornero/Monti. ELIMINARE QUESTE SCHIFEZZE.

  2. A me tocca lavorare per oltre quarant’anni mentre questo signore si gode vitalizio e stipendio. Direttore oggi ho ascoltato da un telegiornale una notizia secondo la quale una recente indagine svolta credo dall’Eurispes, ha evidenziato che gli stipendi degli italiani non si sono adeguati all’inflazione crescente mentre quelli dei manager pubblici, che guadagnano 300 mila euro annuali, si. Credo che anche Lei ne sia a conoscenza. Perchè non organizza una trasmissione televisiva, possibilmente in prima serata, per rendere note queste e tantissime altre ingiustizie? Tutti gli italiani devono sapere anche quelli che non sanno usare il computer e la rete.

  3. Anche oggi abbiamo pagato con i nostri soldi, tanti soldi, il tempo perso per le udienze di ghedini in difesa del suo padrone.
    Ma è possibile che non si possa fare nulla per impedire a un avvocato, privo di dignità e etica, impegnato esclusivamente a difendere capelli di plastica, di fottere impunemente lo stipendio di parlamentare, a maturare un vitalizio da nababbi, a sfruttare tutti i mezzi e servizi della cosa pubblica nella sua disponibilità???
    Ma vi sembra possibile che noi contribuenti italiani dobbiamo pagare anche l’avvocato a capelli di plastica???

  4. Notizie di corridoio vogliono che capelli di plastica stia pensando a una nuova mossa “politica” per vincere le elezioni.
    Sta studiando come portare Messi nella nazionale italiana: sembra che tale “acquisto politico” valga cinque punti, tanti quanto basterebbero per vincere.
    Poi, chiaramente, appena si sarà insediato rimetterà il vecchio semprevalido programma elettorale (usato da oltre ventanni) nel cassetto della scrivania e si darà da fare per agevolare le sue aziende, per accomodare i suoi processi, per organizzare “serate eleganti”, per “aiutare” le famiglie bisognose come quella di tarantini, per pagare escort onde evitare che si possano prostituire… Praticamente le comiche…ma che fanno piangere.
    Purtroppo a nostre spese. Le uniche persone che in questo ultimo anno hanno sentito la mancanza di capelli di plastica, sono solo i dirigenti delle sue aziende che registravano crolli paurosi. Ecco perchè il tourdeforce per riprendersi il potere.

  5. CARO dierttore,cari utenti,nessuno finora ha parlato di tagli alla politica,dei parlamentari,dei rimborsi ,delle loro pensioni,del losco rimborso elrttorale,dello schifo che stanno facendo le regioni con i loro sprechi e appropriazioni indebite.Nessuno ha parlato di togliere Limu Linfamia piu grande che si poteva fare al popolo,e poi si viene ha sapere che 4miliardi dllIMU sono stati dati al MPS.IL mondo sè girato:dovrebbero essere le banche ad aiutare i cittadini e non il contrario.FINI e CASINI sparano su BERLUSCONI dimenticandosi che hanno fatto parte del suo governo per molto tempo.IO non so se votero(NON MI SENTO RAPPRESENTATO DA NESSUNO)ma se BERLUSCONI fa quello che dice finalmente,io lo applaudiro.

  6. MA COME FATE AD AVERE ANCORA FIDUCIA NELLA POLITICA?QUALUNQUE SIA IL RISULTATO A VINCERE SARENNO SEMPRE LORO.
    RIFLETTETE!!!!!!!!!!!

  7. Non ci siamo. Non ci interessa giulio cesare.
    Caro capelli di plastica vada davanti a un notaio “vero” e firmi il contratto con gli italiani impegnandosi formalmente a togliere l’imu, a dimezzare i parlamentari e stipendi (altrimenti ci dirà che non lo può fare perche serve una riforma costituzionale), tutto ciò senza limare i servizi e l’assistenza ai cittadini, con una penale di un miliardo di tasca sua se solo uno degli obbiettivi sopracitati dovesse non essere raggiunto.
    Questa è l’unica musica che conosce. Compra tutto con i soldi: processi, deputati, senatori, testimonianze. Ebbene se vuole ancora vincere deve “comprare” la nostra fiducia. Perchè noi non ci stiamo più a passare per CO…ONI!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *