IL CONSIGLIERE CHE ASSUME SOLO PARENTI ("MI FIDO SOLO DI LORO"). E QUELLO CHE DA' LA COLPA AI SANTI PATRONI. POVERO PIEMONTE, COME E' RIDOTTO

Povero il mio amato Piemonte. Vecchio, antico, sabaudo territorio, un tempo patria delle persone perbene e ligie alle regole: ora è finito in bocca ai Lupi. Lupi come Maurizio Lupi, consigliere regionale che, oltre ad aver totalizzato uno dei record di rimborsi chilometrici (31mila in un anno), è riuscito anche ad assumere in Regione la moglie, la figlia e i fratelli. “Conferma?”, gli ha chiesto una giornalista di Repubblica. E lui: “Certo, che male c’è? E poi io mi fido solo dei parenti”. Si fida solo dei parenti, lui, capite? Però per svagarsi organizza feste per l’ambientalismo con le starlette, l’ex Velina, Lele Mora e la sosia di Marylin Monroe, nota esperta mondiale di problemi ecologici. E il suo collega Roberto Boniperti? Lui, intanto, ha un cognome sprecato: fino a qualche tempo fa Boniperti a Torino era un presidente juventino perbene che si sapeva far rispettare persino dai granata. Adesso Boniperti è il recordman assoluto dei rimborsi chilometrici: 37mila in un anno ne riesce a fare, praticamente come il giro dell’Equatore. Solo nel mese di agosto ne ha totalizzati 4mila, con ben 22 missioni in un mese, mese che per altro viene normalmente dedicato alle ferie. “Colpa dei santi patroni”, dice lui.  “vado per sagre”. Ecco: vada per sagre. E magari cominci con la sagra del cioccolataio, che le si addice considerata la figura che ha collezionato per lei e per l’istituzione che rappresenta. Povero Piemonte, come t’hanno ridotto. E pensare che avevamo tutt’altra fama. Una volta, per esempio, eravamo famosi in tutto il mondo come i bogianen. Sapete perché? Perché nelle trincee della prima guerra mondiale, quando tutti scappavano davanti all’assalto nemico, i soldati piemontesi stavano fermi e gridavno: “Bogia nen”, cioè “Non muoverti”.  Animati da spirito di rigorosa disciplina e sacrificio, non esitavano ad affrontare il nemico a viso aperto e anche a farsi scannare in nome del senso del dovere. Ora mi viene da pensare che cosa avrebbero detto quei nostri nonni piemontesi a vedere il parlamentino della loro Torino ridotto, com’ è oggi, a una suburra piena di Lupi.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

5 risposte a “IL CONSIGLIERE CHE ASSUME SOLO PARENTI ("MI FIDO SOLO DI LORO"). E QUELLO CHE DA' LA COLPA AI SANTI PATRONI. POVERO PIEMONTE, COME E' RIDOTTO

  1. Dopo aver massacrato gli italiani da oltre un anno, taglieggiando i lavoratori, rubato ai pensionati, insomma ai più deboli e ai più facili da colpire…ebbene ora dopo averci costretto alla pensione dopo quarantanni di DURO LAVORO…ebbene ora monti deve, deve, ripeto DEVE ABOLIRE I VITALIZI ai porci. Non ha ragione di esistere che i maiali consiglieri regionali e parlamentari possano autoassegnarsi i vitalizi, contro la volotà popolare, dopo anche soli due anni di cene a base di ostriche e champagne.
    E’ questo l’unico modo per selezionare i politici. Devonmo essere affamati e privati delle montagne di soldi. Quando capiranno che la ricrezione è finita moltissimi di loro perderanno la “passione” per la politica. Ora abbiamo bisogno solo di persone nobili che hanno la capacità e la volotà di pensare al bene comune, non di spregevoli parassiti arraffoni vitaliziati.

  2. “se il tuo occhio da scandalo,CAVALO!se il tuo piede da scandalo,TAGLIALO!se la tua mano da scandalo,TAGLIALA!” Noi che desideriamo una Politica (arte di governare uno Stato) pulita,onesta,etica,dignitosa e che per questo NON SIAMO assolutamente ANTIPOLITICA, dobbiamo trovare il modo di TAGLIARE e quindi mandare a casa tutti i politici indecentemente,indicibilmente,insopportabilmente,infinitamente,disgustosamente ecc.ecc. SCANDALOSI!.

  3. Sono associazioni a delinquere il cui obiettivo è arricchirsi saccheggiando le finanze dello stato. Sono peggio dei barbari. La politica è solo il mezzo per arrivare al saccheggio. A questi farabutti non importa nulla del nostro Paese. Comunque hanno i giorn

  4. In queste ore, anche di notte, i nostri parlamentari lavorano. Però non lavorano per noi. Figuriamoci. Non lo hanno mai fatto. Lavorano ovviamente per loro stessi. I corruttori sono in ansia mai come in queste ore si danno da fare per “sgonfiare” e neutralizzare una legge che li sbatterà in galera.
    Da ventanni ci sono individui spregevoli che con le parole ci hanno incantato, che ci hanno preso per il culo: “cene eleganti”, “aiuto a una famiglia bisognosa in difficoltà” (guarda caso proprio quella di tarantini), “ho aiutato delleragazze bisognose x non farle prostituire” dopo la scoperta dei pagamenti alle escort, “è la nipote di mubarak”…dopo aver “consumato” un’altra conoscenza.
    Ora con gli ultimi colpi di coda si è provveduto a sguinzagliare i sudditi, in primis ghedini – che è persona competente – per torbide manovre notturne per piegare la legge sulla corruzione a uso e consumo del padrone per farla franca ancora una volta. Ciò con mani di parlamentari ignoti e lobotomizzati. Ecco perché la politica.
    In queste ore, anche di notte, si sta consumando un altro dramma: quello dei parassiti falsipolitici. Anche questa categoria di spregevoli individui sono in ansia per i tagli dei costi alla politica. Finalmente. Sono stati annunciati in pompamagna oltre un anno fa…ma forse, forse, ripero forse arriveranno giovedi.
    Monti chiede una italia rasserenata. Sia certo che se davvero, come annunciato, i parassiti saranno privati della montagna di soldi, se ai falsipolitici si dimezzerà lo stipendio, se a coloro che rappresentano il tumore dell’economia italiana priveranno dell’agoniato vitalizio, bhe…se davvero tutto ciò dovesse accadere l’italia sarebbe più serena, più giusta, l’italia sarebbe più bella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *