SE L'ONOREVOLE PIANGE PERCHE' HA "POCHE FERIE" E "UNO STIPENDIO DA IMPIEGATO", IO AVREI UNA MODESTA PROPOSTA…

Si moltiplicano i parlamentari che si lamentano per l’esiguità del loro stipendio (16mila euro al mese). Oggi è la volta di Mario Pepe che su Repubblica piange: “Noi deputati senza ferie e con uno stipendio da impiegato”. La mia domanda è: ma se lo stipendio è così esiguo e il carico di lavoro così faticoso (?!), come mai tutti vogliono fare i parlamentari? Modesta proposta: chi si lamenta automaticamente perde il diritto a ricandidarsi, a cominciare dall’onorevole Mario Pepe. Che ne dite?

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

5 risposte a “SE L'ONOREVOLE PIANGE PERCHE' HA "POCHE FERIE" E "UNO STIPENDIO DA IMPIEGATO", IO AVREI UNA MODESTA PROPOSTA…

  1. Pretendono di andare in ferie i figli di puttana? Lavorano, si fa per dire, dal martedì al giovedì e hanno pure il coraggio di pretendere le ferie? Durante i question time le aule sono sempre vuote anche nei giorni in cui dovrebbero lavorare. Sedici mila euro rubati sono pochi? La mia proposta è ancora più drastica: chi si lamenta perde automaticamente il diritto a stare in parlamento e guadagna una massiccia dose di calci e pugni. Inoltre deve essre appeso a testa in giù davanti a Montecitorio affinchè tutti possano vedere la fine che fanno i ladri.

  2. Sta per nascere un nuovo soggetto politico. E’ un nuovo partito di zecca. Un partito politico che rappresenterà una nuova ventata di freschezza nel panorama politico italiano alle nuove elezioni.
    Si chiamerà GRANDE ITALIA.
    In queste ore si stanno selezionando le nuove minetti a “servizio” del viagradepresso. Quelle che lieteranno le “serate eleganti” al viagrainomane.
    La selezione dei militanti non è invece necessaria…i NUOVI militanti ci sono già.
    Come in un film già visto e rivisto è riproposto un nuovo soggetto politico dove di nuovo c’è solo il nome. Ci continuano a prendere per il culo facendoci credere che è un partito tutto nuovo. Invece, i conti bancari su cui accreditare gli stipendi – estorti ai contribuenti italiani – sono uguali a quelli già usati da oltre trentanni per arricchire il cancro della società italiana. I gasparri, i bonaiuti, i quagliarielli, i la russi, gli schifani, i cicchitti, i capezzoni, ecc.ecc.. ROBACCIA SCHIFOSA!!!
    Ad annunciarlo il cicchitto…si. Si è sempre lui il socialista genuflesso al pleesidente…suo padrone. Egli ha anche anticipato la proposta del pleesidente per la riforma elettorale: solo il 70% è con prefenze, il rimanente 30% rimane bloccato a disposizione dei “nominati”. Insomma un’altra m…ata da mandare giù. Per il terrore di poter essere spazzati, disintegrati, dissolti dagli elettori si prova a garantire ancora una volta una poltrona ai più fedeli, ai più genuflessi, ai migliori lecchini del pleesidente con la quota del 30%…
    ORRIPILANTI!!!

  3. Poverini……ma avranno anche diritto a ombrellone e lettini quando vanno al mare? La soluzione ci sarebbe,50 pecore da condurre al pascolo sperando che almeno il cane torni all’ovile,le pecore certamente le perdono per strada…….

  4. Ultimamente ho un desiderio ricorrente … far provare, anche solo per un mese, a questi signori che si lamentano a fare la vita di un cittadino qualunque, lavoratore dipendente che paga fino all’ultima lira le tasse, così che possano provare cosa vuol dire arrivare a fine mese, facendo la spesa con la massima attenzione, utilizzando e strapagando tutti i giorni i pessimi servizio pubblici di trasporto, centellinare la paghetta ai figli (ovviamente disoccupati) ed evitando di utilizzare l’automobile perché noi la benzina la paghiamo….
    Qualcuno di loro vuole candidarsi ?

  5. Se lavorassero 160 ore al mese come un nornmale lavoratore guadagnerebbero 100 euro all’ora. Per stare li seduti a sonnecchiare e a farsi i cavoli loro senza ascoltare cosa hanno da dire gli altri mi sembra una paga fin troppo alta ma almeno darebbero il buon esempio,la presenza. Certo non possiamo farli timbrare per controllare e poi come si e’ visto in tanti ospedali o comuni qualcuno puo’ sempre timbrare per te,ma un sistema ci potrebbe essere,mettere un sensore sotto ogni poltrona,tot di ore seduto li tot di soldi,e 7 minuti al giorno di pausa come in diverse grandi industrie.Non ci sei ,niente soldi .E poi vediamo quanti vorrebbero ancora la poltrona fissa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *