E SE ANCHE LE TASSE LE PAGASSIMO DAL 2023?

Lo vedete che ci prendono per i fondelli? Annunciano che saranno tagliati i benefit per gli ex presidenti della Camera. E scopriamo che sì, verranno tagliati, ma dal 2023!!! Grazie a una postilla, infatti, i benefici a vita sono stati eliminati solo agli ex presidenti che non sono stati rieletti in questa legislatura e in quella passata: quindi di fatto solo alla Pivetti e all’anziano Ingro che proprio oggi compie 97 anni. Gli altri: Violante, Bertinotti, Casini e Fini li conserveranno fino al 2023 (Casini per la verità ha annunciato che vi rinuncia: onore al merito, ma allora è vero che si può rinunciare! Perché quando chiediamo in un dibattito tv a qualcuno di rinunciare a un privilegio della casta tutti rispondono: così stabilisce la legge, io non posso farci nulla?)

Luciano Violante ha a disposizione tre stanze, un’anticamera e un ufficio con terrazzo; quattro persone lavorano per lui. Quattro persone sono a disposizione anche di Pierfedinando Casini che si deve “accontentare” di tre stanze con terrazzo panoramico sempre a Montecitorio.  Meglio di tutti è piazzato Fausto Bertinotti, che si è assicurato anche la presidenza della Fondazione Camera dei deputati, un giocattolo inventato  da Casini nel 2003 che costa 2 milioni di euro l’anno. Bertinotti oltre al robusto vitalizio  (7959 euro l’anno)  dispone praticamente di un intero piano del palazzo Theodoli Bianchelli, alle spalle di Montecitorio e di una decina di collaboratori al suo servizio. Al giornalista di Panorama che ha provato a incalzarlo ha risposto dimostrando fastidio e arrotando ancora di più la sua erre: “La prego non mi domandi di queste materialità”.

Materialità che il subcomandante Fausto non disdegno. Lo scorso anno lo hanno pizzicato con la moglie a Bordighera. Loro in spiaggi, e l’auto blu in sosta vietata. davanti allo stabilimento balneare.

Di fronte a tutto questo mi viene una domanda: se i tagli alla casta cominciano dal 2023, perché anche le tasse non cominciamo a pagarle dal 2023?

2 risposte a “E SE ANCHE LE TASSE LE PAGASSIMO DAL 2023?

  1. Domanda più che leggitima.
    Allora a questo punto cosa deve fare il popolo per ottenere equità?
    La violenza è l’ultima delle alternative.Ma quante ne sono rimaste?
    Occorerebbe un uomo carismatico,un Giuseppe Di Vittorio per intenderci, che guidi le piazze alla ribellione, poichè questi politici sono sordi ai lamenti del popolo che li ha eletti non certo per farsi derubare e ridurre alla fame.

  2. Hai capito il comunista Bertinotti. Uno che molla il sindacato per il parlamento secondo voi può salvaguardare i diritti dei lavoratori? Per quanto tempo ancora dovremo pagare gli uffici e i collaboratori di questi traditori parassiti pezzi di merda? E pensare che parte di quello che guadagno mi è rubato per mantenere questi figli di puttana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *