E DINI (40MILA EURO AL MESE DI PENSIONE) ENTRA IN LIZZA PER DIVENTARE GOVERNATORE…

UNA (MEZZA) BRUTTA NOTIZIA. Leggo stamattina che anche un altro pensionato d’oro entra in lizza per Bankitalia: si tratta di Lamberto Dini, 40mila euro di vitalizio al mese. Ora anche lui, come Giuliano Amato, può sperare di diventare Governatore: nel caso, dalla poltrona più alta di via Nazionale, potrà continuare a chiedere sacrifici per tutti gli italiani. Non per lui, ovviamente che, anzi, aggiungerà un’altra rendita ai suoi 40mila euro al mese…

33 risposte a “E DINI (40MILA EURO AL MESE DI PENSIONE) ENTRA IN LIZZA PER DIVENTARE GOVERNATORE…

  1. dini…un volto giovane…un incarico a 80 anni…avessero indetto un concorso a procedura ristretta aperto a giovani e abili economisti conoscitori di più lingue…da poter parlare correttamente l’inglese senza l’ansia di perdere la dentiera o di viaggiare senza portarsi dietro il catetere per appuntamenti di lavoro…o da poter firmare un documento con mano ferma e non tremolante senza far cadere gocce di minestrina nei documenti..una cosa è certa e da qui non si scappa…all’altro mondo non ci portiamo via niente..si parte con 0 euro in tasca…

  2. C’è qualcosa di più odioso del manifestarsi di tanti privilegi goduti dai nostri parlamentari e manager pubblici ottenuti per via “democratica”? Nei paesi totalitari la speranza è la democrazia, ma a noi cosa ci aggrappiamo? Agli indignados? Alle brigate rosse? Contavamo su quelle verdi ma adesso che sono nella stanza dei bottoni se ne guardano bene dal toccare le pensioni di anzianità, non si sa mai che da quelle si possa arrivare anche ai vitalizi…..

  3. quello che succede a roma e grazie a questi parassiti della politica che continuano a vendere menzogne al popolo,e a continuare a gonfiarsi il proprio portafogli per i loro interessi senza guardare ai veri problemi della gente!!!!

  4. No explosive, quello che succede a Roma è colpa di delinquenti che stanno attuando del terrorismo fine a se stesso utilizzando la manifestazione come pretesto! Questa è una battaglia che non va combattuta sfasciando tutto ciò che capita a tiro o prendendo a sassate la polizia. Ho visto persone che erano andate a protestare pacificamente ritrovarsi in mezzo alla guerriglia in un clima di terrore. Anche io non ne posso più di questa situazione ma questo non è il rimedio. Questi delinquenti mi indignano al pari dei nostri politici.

    • condivido il fatto che con la violenza non si risolve nulla!!ma a me sorgono molti dubbi anche perche’ le stesse scene si sono verificate con i no-tav che hanno accusato infiltrati per far si che la polizia caricasse tutto quello che si trova di fronte.e questa si chiama guerra psicologica per fare in modo di spegnere qualsiasi iniziativa anche pacifica contro un dissenso da parte del popolo!!

  5. leggendo tutti i vari commenti dei politici,sembra che oggi della guerriglia a roma sia stata organizzata proprio da loro politici per far ricadere e deviare dal problema dei costi della casta e della finanza mondiale,questa si chiama guerra psicologica,come anche l’11 settembre a discapito di vittime innocenti per ottenere un fine a se stesso(il petrolio),lo stesso scenario di roma con 200 black block che fronteggiano 2000 agenti con scontri e feriti,e la politica che sdrammatizza su una manifestazione di poco conto per loro.per continuare a mungere la vacca del popolo italiano!!!!

  6. A Sestri Ponente si manifesta per i posti a rischio. E il cda della società assume Alessandro Agostino, architetto fedelissimo di Umberto Bossi già condannato in Corte d’Appello per tentata concussione.ecco perche’ il sistema va azzerato!!!e poi dicono che la gente si incazza!!

  7. Escludendo Dini e Amato (buoni solo x la rottamazione), qualcuno conosce un POLITICO ONESTO DISPOSTO A ELIMINARE IL LADROCINIO DEI VITALIZI POLITICI,come da petizione n. 1358 annunciata al Senato l’11/10/2011?
    Chi desiderasse testo della petizione mi scriva: giuly42@libero,it.

    • fino a adesso gli unici che dicono di voler eliminare tutti i vitalizi e togliere i contributi milionari dello stato ai giornali e ai partiti sono quelli del MOVIMENTO 5 STELLE…..

      • gia lo sta facendo il movimento 5 stelle!!!non percepisce ne vitalizi e ne rimborsi elettorali!!!leggetevi il loro programma!!!

  8. C’è qualcuno sano di mente che crede che la manifestazione di ieri a Roma potesse finire diversamente? E’ andata esattamente come previsto, con le devastazioni, la guerriglia urbana, i feriti e gli scontri con la Polizia. Il risultato di demonizzare i movimenti da parte dei partiti della maggioranza e dell’opposizione è perfettamente riuscito. Ora tutti potranno dare fiato alle trombe della condanna dei violenti. Indignados, Pirati di vari continenti e perché no, per osmosi anche il MoVimento 5 Stelle. Chiamali, se vuoi, black bloc. Ma chi ha soffiato sul fuoco per settimane dov’era durante i disordini? Non si sente responsabile? Ieri si doveva in realtà celebrare con una folla oceanica e festante la caduta del governo, del tiranno, un trionfo romano, era tutto preordinato. Ma lo scorso venerdì il numero legale è stato raggiunto, il governo non è caduto e le frustrazioni dei partecipanti si sono trasformate in violenza di piazza com’era logico aspettarsi!!

  9. La fortuna dei nostri politici sta nel fatto che ancora una buona percentuale di ragazzi “vive” (volendo utilizzare un eufemismo) grazie all’aiuto dei genitori. Quando non ci sarà più la possibilità di aiutarli , quello che è successo ieri a Roma sarà stata solo una scaramuccia tra ragazzi e forze dell’ordine . Però c’è anche la possibilità che in futuro le forze dell’ordine si schierino dalla parte dei ragazzi (del resto anche loro stanno vivendo notevoli difficoltà per quadrare il bilancio ), allora altro che cortei pacifici …. avremo la RIVOLUZIONE .

  10. Io sarei dell’idea,una volta individuati i colpevoli, di far pagare loro TUTTI i danni provocati e nel caso non abbiano la possibilità economica loro e le loro famiglie si debbano addebitare ai partiti politici di riferimento ( qualsiasi essi siano) e di mettere ai lavori forzati i colpevoli per espiare la pena . Inoltre solleverei tutte le forze dell’ordine da eventuali colpe addebitabili durante l’intervento per “proteggere” le libertà e proprietà di tutti . Mnifestare è LIBERTA’ di tutti , distruggere no ! Chissà perchè questi incidenti sono successi solo in Italia , altrove nessuno o pochissimi hanno danneggiato le altrui proprietà o libertà .

  11. E BOSSI DICE: LE PENSIONI NON SARANNO TOCCATE!LE ABBIAMO SALVATE!!! CI CREDO VISTO L’ESEMPIO DI DINI!!!!!!!
    VOLEVO MANDARLO ANCHE A CAGA.E SUL SUO FORUM DI RADIO PADANIA , MA DA MESI, DA QUANDO I LEGHISTI SI SONO ACCORTI CHE LA LEGA E’ UGUALE A TUTTI GLI ALTRI E CRITICANO ASPRAMENTE BOSSI E COMBRICOLA L’HANNO CHIUSO.COSI IL POPOLO LEGHISTA NON PUO LAMENTARSI.

    CONIGLI!!!!!!DA UN EX LEGHISTA.

  12. C’è uno stipendio annuo di almeno 300.000 euro da portare a casa. Perchè rinunciarci? La cosa allucinante è che, pur essendo i colpevoli dei disastri italiani, continuano a candidarsi per incarichi di responsabilità che richiedono competenza e professionalità doti che hanno più volte dimostrato di non avere. Ma non è un problema tanto i danni li pagano gli altri.

  13. Sono da condannare solo i politici,perchè invece dei poliziotti,carabinieri, eccetera, non c’erano loro i politici a spiegare ai manifestanti il disastro dell’Italia,invece no loro erano a nelle loro mega case,insieme ai loro familiari a godersi il sabato di riposo supermeritato visto la situazione italiana secondo me i pliziotti e i carabinieri dovevano unirsi ai manifestanti contro i politici visto che vivono con uno stipendio di merda anche loro.Mentre i politici con i loro mega stipendi mega pensioni vivono benissimo; loro, i loro figli, i loro nipoti,i loro trisnipoti e cosi’ via tanto se non c’è bossi c’è il figlio, se non c’è Dipietro ci sarà il figlio, se non c’è Craxi ci sono i figli gira e volta sono sempre loro.Mi meraviglio che non ci sia ancora un andreotti in politica ma questi S…..non hanno ancora capito che gli Italiani sono stufi dei loro sopprusi ma quando devono togliersi tutte le agevolazioni dimezzare il numero dei parlamentari e vivere di stipendio normale come tutti gli altri visto che non producono un cazzo e vivono alle nostre spalle.Dovevano fare una manifestazione pacifica ed è cosi’ e questi non se ne vanno parlo di tutti continuano a fare i loro porci comodi pensa con una manifestazione pacifica proprio non gli avrebbe fatto nemmeno il solletico.Pensa adesso gli addetti alle forze dell’ordine vogliono manifestare contro i tagli nei loro confronti, e non era meglio che lo facevano sabato insieme agli altri manifestanti forse avrebbero evitato tutto quel disastro,e i politici avrebbero capito che ormai non c’è più nessuno a difendere le loro malefatte e i loro privilegi e i loro stipendi e pensioni d’oro.

  14. la prossima volta andremo con i fiori tipo hippy con il detto mettete dei fiori nei vostri cannoni ( LEGGETE IL TESTO DELLA CANZONE
    (il brano, agganciandosi al tema pacifista, affronta quindi, in realtà, una tematica a più ampio spettro, sia pure in chiave intimistica, rivelando i dubbi, le incertezze e le frustrazioni adolescenziali di molti giovani del tempo, derivanti essenzialmente da una sorta di scontento rispetto alle aspettative di vita, ma anche sovente dalla necessità di trovare un lavoro gratificante e sicuro e, soprattutto, remunerativo. )

    PENSATE GIA ALLORA E CHE COSA E CAMBIATO NIENTE , I PAPPONI DI STATO TUTTI HANNO PENSATO SOLO A MANGIARE E X FAR STAR BENE I LORO E I PROPRI FAMIGLIARI IN TUTTI I SENSI ..

    RIAPRITE IL COLOSSEO CHE LI BUTTIAMO TUTTI DENTRO

  15. Il fatto è che per ottenere i propri diritti è giusto combattere ma non si può pensare di creare una società civile partendo dall’inciviltà e dalla delinquenza. Quella di Roma doveva essere la manifestazione del popolo verso un sistema sbagliato ed ingiusto ma si è trasformata in uno sfogo di violenza ingiustificato. Chi manifesta ha anche l’obbligo di proporre alternative valide e quello che si è visto non può essere certo l’alternativa. Purtroppo in mezzo alla gente comune ci sono anche dei fannulloni che non hanno nulla da perdere e che hanno come unico scopo quello di portare il caos. Sono persone che ripudiano il lavoro, le regole e la società come comunemente la intendiamo. Non è questo che va combattuto. Si deve combattere per ottenere parità sociale e fiscale, si deve combattere per una società dove ognuno può avere la possibilità di emergere, si deve combattere per dare alle persone un presente ed un futuro e si deve lottare affinchè i Dei politici scendano dal loro dorato olimpo e tornino sulla terra al pari del popolo. Gli Italini devono continuare ad esprimere la loro indignazione, devono far sentire alla casta il fiato sul collo e non è vero che questo non serve a nulla perchè più continuiamo e più sentiranno il peso della situazione. Non potranno continuare ad ignorarci in eterno.

    • condivido tutto delle violenze!ma potrmo essere indignati quanto vogliamo ma i papponi del governo non ci cacheranno mai e penseranno sempre ai loro interessi,non c’e nessuno che li togliera’ dalle loro poltrone.

  16. quello che e piu’ sconcertante e che ci sono state le elezioni in molise con la vittoria di iorio del centro destra,ma dico io dopo tutto quello che si sente in giro sui costi della casta,sui tagli che stanno effettuando in tutti i settori,sugli scontri del 15 ottobre a roma,i molisani sono cosi’ ciechi da rieleggere sempre i stessi partiti destra o sinistra,oppure facciamo un’altra ipotesi,e se si sono comprati i voti e le poltrone?o si sono comprati la gente?vedendo questa situazione votando o non votando non cambiara’ mai nulla ,saranno sempre loro a governare e in futuro governeranno i loro figli,e noi sempre a sfamarli!!!

    • dove sono stati eletti nei consigli comunali e regionali non percepiscono vitalizi e indennita’,percepiscono solo lo stipendio di 2500 euro al mese tutto documentato con trasparenza nel sito movimento 5 stelle o chiedilo a grillo!!!

  17. In Molise il MoVimento 5 Stelle ha ottenuto il 5,6% dei voti. Il 10% a Campobasso, il 12% a Termoli. Forse non sarà sufficiente per eleggere un consigliere regionale, ma è un risultato straordinario per un movimento spontaneo di cittadini, ottenuto senza finanziamenti, con tutti i media contro e rinunciando ai rimborsi elettorali. Un risultato ancora più importante se si considera che in Molise ha votato il 5% in meno rispetto alle ultime regionali per disaffezione alla politica. Chi è causa del suo mal pianga sé stesso, il pdmenoelle ha proposto come presidente Frattura, un ex Forza Italia che aveva gareggiato a fianco di Iorio in due competizioni elettorali. Molti molisani si sono astenuti per sopravvenuti conati di vomito, ma secondo alcuni trombati la colpa è sempre degli altri. Iorio è comunque un presidente di Regione non legittimo. La legge prevede un massimo di due mandati consecutivi e lui è al terzo. Faremo ricorso con la speranza che, prima o poi, il muro edificato dai partiti si sgretoli. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

  18. 20 regioni , 110 province , 8100 comuni , decine di migliaia di aziende locali a partecipazione pubblica . In pratica una montagna infinita di personaggi vari con stipendi fuori dall’ordinario ed insistete a dire che i costi e gli sprechi sono solo nel governo , nel parlamento , nel senato , negli enti centrali .

  19. l’ho appena letto , abbiamo 48 aeroporti in Italia ma i 2 romani ed i 2 milanesi da soli gestiscono il 50% del traffico aereo italiano . Chissà quanti sono in passivo…

  20. Alex è ovvio che non sono solo in parlamento gli sprechi ma in tenpi di magra prima di chidere sacrifici ai cittadini è opportuno che i vertici dello stato diano il buon esempio rinunciando ai loro privilegi poi viene tutto il resto. Mi ricordi quella giornalista, al guinzaglio di chissà quale politico, la quale sostiene che i costi della politica incidono pochissimo sul bilancio dello stato. Evidentemente è ben pagata per dire cazzate. E’ giusto che uno pseudo politico guadagni 40.000 euro al mese di pensione mentre c’è gente che con la minima rovista nei cassonetti per sopravvivere? Forse per Te va bene così. Inoltre a Me rode tantissimo sapere di dover lavorare 40 anni per avere una pensione da fame di 1000 o 1200 euro mentre alcuni parassiti di stato dopo soli 68 giorni di parlamento portano a casa 3200 euro. E delle auto blu? Del ristorante di Montecitorio con pasti completi a base di pesce da 4 0 5 euro? Dei portaborse da 4 0 5000 euro al mese? Dei rimborsi elettorali? Del proliferare dei partiti? Delle tangenti? Ti basta o vuoi che aggiunga altro?

    • Romolo , penso che tu abbia frainteso le mie parole . Ho inserito altri commenti qui da Mario e la penso proprio come te , anzi io sarei ancora + drastico nelle soluzioni . Quello che ho voluto dire è che non è sufficiente tagliare i costi centrali ma bisogna tagliare TUTTI i costi del settore pubblico ! C’è un enorme spreco ovunque , anche nei comuni non solo alla Camera ed al Senato ! Io sono stato anche un dipendente comunale nella mia città e sono scappato dopo 11 mesi nei quali spesso ho litigato per LAVORARE sul serio ed invece mi veniva detto di non fare troppo perchè altrimenti non ci sarebbe stato da fare per gli altri . E bada che sono nato e vivo in una provincia autonoma del nord che proprio in questi giorni è stata eletta come migliore per i servizi garantiti ai cittadini . Un caro saluto , Alex

    • 40 anni non bastano piu’, mi sa che ti sei perso le “ultimissime” con finestre varie ed età anagrafica obbligatoria.
      Il nostro governo continua a parlare di “costi” per le pensioni, ma non ha ben chiaro che ogni lavoratore dipendente ha strapagato la propria pensione versando contributi ogni mese senza possibilità di evasione.
      Certo da come si può intuire, i nostri politici sono ben consci che se prendessimo la pensione pochi mesi prima di morire, le pensioni ridurrebbero i “costi”, considerando poi che i nostri contributi servono anche per pagare i loro vitalizi da favola, oltre ovvio benefit vari…..
      Mi viene in mente un servizio sulla squadra di politici che si presentano per la maratona a New York, ma per quei giorni verrà loro decurtato qualcosa dal compenso mensile e siamo sicuri che anche in questo caso non saremmo “noi” lavoratori (sul serio) a pagare?
      E intanto noi….scriviamo, parliamo e loro….tagliano il superfluo a noi dipendenti.
      Mi ricordo una barzelletta: per prendere la pensione occorre una visita medica, Giovanni si presenta, il medico lo ausculta e gli dice “lei respira ancora non è pronto per la pensione!”

  21. HAI CAPITO STO LURIDO ROSPO!
    Io in pensione con 47 anni di servizio, sessantasette di età e 900 euro al mese e sta testa di c….zo a fare il nababbo a ottantanni con il morto nelle mutande!

    Se questi schifosi innalzeranno l’età pensionabile diventeremo tutti black block e loro saranno innalzati verso il cappio…..BASTARDI!

  22. capisco che questa gentaglia abbia lavorato troppo per noi, ma c’e’gente che non arriva a 500 euro al mese di pensione e non sa come fare a tirare avanti. Io avrei una proposta: visto che nella loro attivita’lavorativa, dirigenti, menager, politici, e molte altre cstegorie sia pubblico che privato, avevano un fior di stiprndio senza contare le buone uscite (anche sup. ai 400.000 euro dopo aver affossato f.s o alitalia ecc..ecc..),per tutte le pensioni alte farei limte max di 3000 euro.

  23. (Lettera Aperta)
    Alla RAI Radio Televisione Italiana – Confindustria – Federmanager – Il sole 24 ore – Corriere della sera

    Alla Vs attenzione
    Poiché un dibattito sulla stupidità, forse è meglio per ovvie ragioni di etichetta definirla “inefficienza dei dirigenti”, non è mai stato affrontato, e considerato il particolare momento di ristagno economico, le polemiche sulla flessibilità, competitività, produttività, qualità professionale e confronto concorrenziale dei costi nella globalizzazione sfavorevole per l’Italia poiché dirigenti e quadri portano troppo in alto l’indice del costo del lavoro..
    penso che non sia affatto un tabù discuterne nelle sedi opportune affinché si avvii al più presto un disciplinamento in merito.
    Molto spesso nelle aziende, i dirigenti non sono affatto operativi, sono privi di idee e si limitano esclusivamente al ruolo di rappresentanza interna tra i livelli di gerarchia delle maestranze e più delle volte rappresentano se stessi facendo uso del linguaggio del corpo.
    Sono convinto che verrebbe fuori un bella e costruttiva disputa tra chi non fa di tutta l’erba un fascio, e chi pensa come il sottoscritto che in un seminato o sono tutti intelligenti o tutti stupidi.
    Secondo me in un collegio dirigenziale se prevale l’intelligenza, l’imbecille non avrebbe chance di imporsi e coabitare, mentre in quello opposto sarebbe esattamente il contrario.
    Ho constatato che dove già domina la stupidità, gli individui incapaci sono vezzeggiati e presi in considerazione e ricambiati, poiché tra essi non si innescano motivi di rivalità professionale per cui si evita la competizione… “Tra cani non si mordono”, gli imbecilli sono potenzialmente scarsi e non ti mettono in cattiva luce.
    Ma a volte lo fanno, se c’è un poco di mangiare.. tali individui, se si trovassero in un pasticcio o ad un certo punto della propria carriera di fronte ad un imbuto, pur di scaricarsi dalle proprie responsabilità o di mettere in difficoltà il proprio avversario e scavalcarlo, si divorano.. eccome se lo fanno, sembrano più ratti che cani, non hanno rispetto gli uni degli altri, sono codardi e agiscono con pretesti personali e non mettendosi in evidenza con contesti professionali.
    Per il sottoscritto questo argomento non lo è affatto un tabù, pertanto ho avuto l’ispirazione di scrivere e mettere online la mia esperienza sul rapporto con la stupidità dei miei ex direttori:
    http://www.montemesolaonline.it/Laterizi.htm
    Credo che ne valga la pena leggerla, sono convinto che arricchirà il Vostro sapere

    Saluti
    Coro Cosimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *