Ma per l'onorevole 15mila euro al mese sono "appena sufficienti per vivere"…

“Lo stipendio di un deputato? (15mila euro ndr) Appena sufficiente per vivere”. Lo ha detto Gerardo Bianco, presidente dell’associazione degli ex parlamentari, durante la trasmissione Blog-La versione di Banfi, andata in onda ieri sera in prime time su Rete4.  Bianco naturalmente si è opposto strenuamente ad ogni  intervento sui vitalizi dicendo che si tratta che “viviamo in uno Stato di diritto” e quelli sono diritti acquisiti. La solita storia: i diritti acquisiti dei cittadini si possono sempre toccare, quelli dei parlamentari no. Del resto, poveretti, loro hanno appena il “sufficiente per vivere”…

Ricorderei alcune cifre appena sufficienti per vivere:  Vittorio Sgarbi 8455 euro al mese (da quando aveva 54 anni), Willer Bordon 9604 euro al mese (dall’età di 59 anni), Alfonso Pecoraro Scanio  8836 euro al mese (dall’età di 49 anni), Marco Taradash 8455 euro (dall’età di 57 anni), Enrico Boselli 7959 euro (dall’età di 51 anni), Pietro Folena 8836 euro (dall’età di 50 anni) …. continua

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

96 risposte a “Ma per l'onorevole 15mila euro al mese sono "appena sufficienti per vivere"…

  1. Che Schifooooo! allora tutti coloro che vivono con una misera pensione dai 300 euro in su cosa siamo?? zombi ?? ma questa gente non ha vergogna a farsi vedere in tv? è mai possibile che non esiste nulla per evitare allo stato italiano di pagare cifre simili a gente che non lo merita assolutamente.Io quando sono andato in pensione avevo diritto a 8 anni di ausiliaria ma dopo il primo anno mi è stata ridotta a 6 ma per me come per tante altre persone non vi era la questione dei diritti acquisiti? perche vale solo per loro?cosa aspetta che ci sia una rivoluzione dei cittadini italiani …….ora siamo alla fine.Onerevoli state grattando il fondo della vita di gente onesta cosa che VOI NON SIETE!!

  2. Come gli aristocratici pre rivoluzione francese…..
    Un’oligarchia di poche centinaia di migliaia di politicanti fanno il bello e cattivo tempo pesando sulle spalle di 60milioni di italiani.
    Ghigliottiniamoli!

  3. ahahahhaah ormai mi fan solo ridere questi personaggi (e purtroppo è una risata amara) perche io 15000€ li guadagno in quasi un anno di lavoro (e mi ritengo fortunatissimo ad averlo)
    VORREI LANCIARE UN MESSAGGIO AI POLITICANTI ITALIANI…
    S T A T E A T T E N T I !!!! LA MISURA è COLMA ! GLI ITALIANI NE HANNO PIENE LE P…E!!!!

  4. E’ diventato quasi inutile parlarne, tanto non c’è niente da fare. Mi piacerebbe che qualcuno con le “mani pulite” dichiarasse,la volontà, di rinunciare,”senza se e senza ma” alla metà di tutte le proprie indennità parlamentari. Ma questa è fantascienza.

  5. Sono scandalosi. Adesso con la manovra aumenterà tutto. Hanno calcolato che nei prossimi 2 anni, per le famiglie italiane ci sarà un rincaro di 5000 euro circa (IN 2 ANNI!!!). Ma come si permettono? E poi senti il presidente del consiglio che regala i soldi alla ragazze come niente fosse? ma ci prende per il culo?
    Quando hanno tolto la riduzione del vitalizio e la riduzione dei parlamentari nell’ultima manovra dov’era la SINISTRA? LA LEGA? L’IDV? I TELEGIORNALI? tutti uguali.
    Io da Bergamasco sono totalmente deluso dalla LEGA (per me non esiste più).Per interessi propri (vedi il TROTA..figlio di Bossi..10000 euro al mese!!!!!!!!!)ha dimenticato i principi che l’hanno portata li. Alle prossime elezioni prenderanno il 5 % se gli va bene spero!!!!!!!!!!!!!C

    • anche io come te sono un deluso dalla lega,e ti dimentichi che la moglie di bossi dall’età di 39 anni prende 767 euro al mese di pensione da ex insegnante e nella scorsa legislatura a preso un contributo dallo stato(cioè dai nostri soldi)di 800000mila euro per una scuola che ha aperto nel varesotto.Roma sarà anche ladrona ma la lega si divide il bottino.Massimiliano dai uno sguardo al movimento5stelle,un saluto.

  6. Mi associo a quanto detto da Alessandro Banfi nella trasmissione di ieri sera “Blog-La versione di Banfi”:
    LA VERA CRISI DELL’ITALIA SONO I POLITICI A ROMA
    (… e non si risparmiano nemmeno quelli regionali, proviciali o comunali! un gran bel MAGNA MAGNA)

  7. Dott. Giordano ieri sera sulla trasmissione della 7 sig. Castelli della Lega si collocato tra i poveri . Alla domanda quanto è il suo reddito ha risposto ,145000e .
    Non essendo possibile riprodurre qui il mio colorito linguaggio al riguardo dico solo, vergognateviiiiiiiiii e vi auguro di avere bisogno un giorno di qualche povero ,più di voi.

  8. L’onorevole ci ha offerto la soluzione per non pagare più tasse! Se davvero 15.000 euro al mese sono appena il necessario per vivere, i poveri stipendiati da 1.500 (ovvero 1/10) potrebbero darsi per DEFUNTI, in quanto non provvisti del minimo necessario per VIVERE! Pensate: niente più canone RAI, niente più rompiballe di Equitalia, niente più multe per strada….. i morti son morti, no?

    • Lapsus
      intendevo dire federalismo, e non federalismo fiscale, anche se potrebbe essere la stessa cosa, ma Miglio in quel discorso non ha mai pronunciato la parola federalismo fiscale.

  9. ho visto anche il momento di quel verme che ha detto che lo stipendio di deputato e appena sufficiente per vivere!!!la cosa che mi stupisce di queste bestie(i cani a confronto sono un’altra cosa)che non solo ci stanno martellando di tasse e siamo sempre noi a fare sacrifici,ma vengono in televisione e ci deridono profanandosi dei poveri!!!mi dispiace cari italiani a questo punto fanno bene a deriderci perche’ siamo un branco di pecoroni che lo permettiamo!!

  10. Quando pensiamo fare un referendum con tagli a stipendi e privilegi e lo presentiamo al governo ? Non dobbiamo piu stare qui a lamentarci e basta ora eil momento di agire e i referendum sono la nostra unica possibilità .organiziamo una domenica in tutte le piazze con gazebi

  11. Niente lamentele, subire è sorridere è quello che facciamo tutti i giorni.Stiamo sempre a lamentarci delle ingiustizie che subiamo, ma non facciamo nulla, per cui il diritto a lamentarsi non serve a niente.In sintesi o si agisce oppure zitti, basta mi sta dando più fastidio il piagnucolio privo di operatività, che gli abusi che subiamo da sempre da questo cazzo di democrazia.

    • Ben detto!!!!
      A tal proposito il 21 settembre ci sarebbe da “fare” e non da “dire”, davanti a palazzo Monte citorio dalle ore 9.00 fino ad oltranaza per cacciare via dal parlamento queste sanguisughe…..

    • Perchè non cominci tu ad organizzare qualcosa? Sono d’accordo che ormai i piagnistei non servono a nulla. Noi scriviamo e loro perseverano con le loro porcherie, ci lamentiamo e loro ci aumentano l’i.v.a., ci incazziamo e loro continuano ad andare a puttane (ma chiamiamole con il loro nome almeno quelle).Noi ci rompiamo la schiena 40 e più anni e quel somaro del “Trota” lo mettono in consiglio regionale,assieme a qualche altra “signora” di facili costumi; ecc. ecc. Cominciamo ad andare a prenderne qualcuno/a a casa e poi vediamo se imparano la lezione.

  12. Dott.Giordano,
    può verificare quanto percepisce di pensione l’ex deputato Polverara (credo sia di Lecco)? Suoi ex compagni di lavoro, dove lui faceva parte del sindacato interno, prima di darsi alla politica, dicono percepisca 9700 euro di pensione quale ex parlamentare, oltre a circa 1300 quale ex lavoratore.

    Se così fosse, anche questo sarebbe un vero scempio, oltre che scelleratezza ed uno schiaffo, ai danni della parte sana della nazione. E non si parli anche qui di diritti acquisiti, come dice Gerardo Bianco; altrimenti sarebbe per fin giustificabile una sommossa, come quella scoppiata a Milano del 1630, per il pane, descritta anche nei Promessi Sposi. .

  13. Sono indignata. Io sono una ex dipendente ospedaliera, ora pensionata dopo 40 anni di servizio. Quando ho iniziato a lavorare nel 1971 era prevista la pensione dopo 19 anni 6 mesi e un giorno. Giustamente, anni fa, con una riforma (mi pare Dini) questo ingiusto privilegio è stato tolto. Io non ho potuto beneficiarne per un anno ma la mia coscienza mi diceva che era corretto anche nei confronti dei lavoratori del privato che non potevano beneficiarne. Come può avere il coraggio di parlare di privilegi acquisiti quel dis”onorevole deputato?
    Dott. Giordano la prego di martellare qualsiasi politico Le capiti per una intervista o in programmi televisivi.Riporti la nostra indignazione invitandoli a vergognarsi.
    Grazie

  14. Vi dirò, io oramai non sono piu schifato da questi politici o sanguisughe come si vuol chiamarli, ora sono schifato dal popolo italiano, che nonostante le angherie che stà subendo, rimane immobile a parlane e fare delle pseudo manifestazioni, delle quali a chi ci governa non interessa assolutamente niente. Siamo destinati a patire la fame, ma solo per nostra scelta e volontà, non abbiamo gli attributi per buttarli fuori da dove stanno, perché fondamentalmente stiamo bene anche noi, ma non durerà in eterno. Intanto i giornali hanno rincominciato a parlare dei festini di qualcuno avevano proprio ragione mio nonno e mio padre pace all’anima loro tira di piu un pelo di f…. che una mandria di buoi

  15. Carissimo Dott. Giordano, ammiro sempre di più il suo impegno civile per rendere trasparente una situazione sempre più incomprensibile alla stragrande maggioranza dei cittadini italiani. Tra l’altro spero che lei abbia una protezione adeguata per non correre rischi inutili perché ho la sensazione che lei sia sovraesposto. Ora però,a mio parere, occorre cambiare strategia perché ciò che emerge sempre più prepotentemente è una totale mancanza di leadership e autorevolezza di tutto l’apparato politico attuale. Dato per scontato che con le prossime elezioni verranno tutti o quasi tutti rispediti a casa, bisognerebbe formulare un quadro di principi e valori universalmente condivisi dagli italiani che rappresenti una SPECIE DI PROFILO MORALE MINIMO della nostra classe politica. Chi ci sta ci sarà chi no, fuori dai giochi!!! Materiale da cui attingere ne ha abbondantemente attraverso le note e i commenti dei lettori di questo sito. Che cosa ne dice?

  16. Il colmo e che questi maturano due vitalizi contemporaneamente.
    e in caso di morte la percepisce il coniuge.
    vale sia per i parlamentari che i regionali. e chiedono sacrifici a noi. Il moralista ex presidente della repubblica Scalfaro, percepisce una pensione di magistrato con tre anni di attività. E noi per aver una pensione minima dobbiamo avere almeno 20 di contributi

  17. Carissimo Dott. Giordano…Io da 2 anni sono Invalido Civile al 100% con residua capacità lavorativa e percepisco una pensione di 270 Euro /mese, sono disoccupato da 2 anni con abbligatorietà di collocamento a un posto di lavoro consono al mio stato di salute e devo pagare un affitto di un monolocale dove vivo e devo passare un assegno di mantenimento per mio figlio , in quanto sono un padre divorziato.! Quando vedo che lo Stato sostiene extracomunitari , concede sovvenzioni e quant’altro a chiunque, leggo e sento che il Presidente del Consiglio aiuta la gente che ha bisogno….. Bene sono a chiedere da chi posso avere un aiuto o meglio a chi posso rivolgermi per ottenre un posto di lavoro…???? Dov’è lo Stato Italiano e cosa fa per sostenere persone in difficoltà che hanno lavorato sempre come dipendente e quindi ho sempre pagato le tasse regolarmente??? Attendo risposta se le posse possibile…!!! Grazie..!

  18. E’ ormai da parecchio tempo che la libertà di stampa ha lasciato il posto alla censura. In tv si vedono solamente più tette e culi; reality che non hanno nessun ruolo sociale, se non quello di imbambolare i telespettatori distogliendoli dai veri problemi; 25 milioni di partite di pallone alla settimana con altrettante(elevate al cubo) nauseanti trasmissioni di contorno e di approfondimento nelle quali non si parla di niente con ospiti e opininisti sconosciuti ma per il solo fatto che discutono di pallone, allora si pensa che abbiano tutto il diritto di esprimersi liberamente il tutto farcito con le solite escort da studio, perchè se al videoutente non piacesse il calcio, si suppone che almeno la figa gli piaccia; spot pubblicitari ogni 5 minuti con messggi subliminali dei quali tutti ignorano e poi ci sono le finte trasmissioni che parlano di problemi sociali, dei politici che guadagnano troppo(sembra quasi di sentir parlare di emergenza rifiuti a Napoli! Si, un emergenza che dura da decenni!!!!); si parla, si parla, si parla , si parla, ma nessuno fa mai nulla! Tutti che volgio denunciare i soprusi che questa casta politica esercita da DECENNI e non da pochi mesi!!!!!! Lo sappiamo già da un milione di anni che in parlamento ci sono Mafia, Corruzione, Puttanieri, puttane e criminali………ma guarda un pò……LORO SONO SEMPRE LI’! Quindi con il permesso del direttore Giordano, chiedo a tutti gli Italiani di scendere in piazza e “fare”, anzichè sempre e solo parlare! Il 21 settembre davanti a palazzo Monte citorio si riunirà un consistente numero di cittadini Italiani, senza partiti, nè colori politici, nè sindacali, ma solamente con in mano la bandiera tricolore per manifestare PACIFICAMENTE contro questo regime in cui ormai nessuno più si riconosce o condivide.
    La storia insegna ai popoli a non ripetere gli errori del passato o a trarre ispirazione per ottenere il successo.

    Questa storia, tra l’altro, non nemmeno tanto datata…..

    http://www.disinformazione.it/islanda_popolo_contro_le_banche.htm

  19. CHE VADANO VIA TUTTI…IL PIU’ LONTANO PSSIBILE DALL’ITALIA E CHE NON CI TORNINO. MAI PIU’ PER NESSUN MOTIVO!! R-I-VO-L-U-Z-I-O-N-E

  20. non ci sono parole sono tutti uguali dx sx berlusca aiuto gli imprenditori in difficolta regala soldi alle ragazze bersa e compani parlano solo sarebbero da impiccare tutti un pensionato deve vivere (sifa x dire con 800 eur) mentre quelli stipendiati dal popolo sovrano(anke questo vocabolo chi l’ha inventato è bravo)non gli basta x un mese quello che un operaio quando lavora prende in un anno tutti L A D R O N I E F A C C E DI C…………..

  21. La cosa strabiliante è che ormai la nostra indignazione non li scalfisce più di tanto. Adesso che, grazie anche alle pregevoli inchieste come quella del Dr. Giordano, tutto è stato svelato, interrogati sul tema gli interessati dicono che, si è vero, certi privilegi non “dovrebbero” esistere, ma non si può certo pensare di risolvere i problemi economici dell’Italia tagliandoli.
    In compenso invece, un intervento duro, risolutivo sulle pensioni (l’impareggiabile Ministro Renato Brunetta ha detto ad esempio che vogliono abolire quelle di anzianità), risolverebbe tutti. Semplice, no? Adesso ci dobbiamo vergognare di chiederla la pensione, altrochè. Dopo una vita di lavoro, tendono a far apparire i pensionati come parassiiti. Si può tollerare, inoltre, il conflitto generazionale che stanno artatamente creando tra vecchi e giovani? Ecco, su quest’ultimo tema sarei davvero grato che il Dr. Giordano esprimesse un parere, oltre a farci capire tutto questo accanimento da parte della schizofrenica Confindustria. Un ringraziamento anticipato a Lei, Dr. Giordano, qualora volesse dar seguito alle mia richiesta.

  22. ieri ho portato mia mamma..91 tra poco, per l’esenzione del tiket..le hanno dato solo quello per le visite specialistiche ,perchè supera di 200 euro il reddito e le medicine le paga..dimenticavo il reddito è di 8.220 euro ALL’ANNO !!!!!!!!!!!!!!!VERGOGNATEVIIIIIII FATE SCHIFO

  23. A me risultava 5.600,00 netti più 15.000,00 di rimborsi spese, ovvero tre volte lo stipendio esentasse. Il fisco accetterebbe una denuncia dei redditi di un autonomo, con rimborsi spese pari a tre volte il reddito?
    Sostenere questa situazione, dimostra solo che sono fuori dalla realtà economica del paese. Mi fanno pena…

  24. Salve a tutti.Che dire!!! Oltre il danno la beffa!!! siamo noi i responsabili di questa classe politica, noi che non abbiamo mai saputo sfruttare i nostri poteri.adesso ci troviamo con gente che dichiara di non poter vivere con 15.000,00 euro e chi afferma di essere povero con 145.000,00 euro.saprebbero spiegare come ca…fa a vivere una famiglia monoreddito con 900,00/1.000,00? Credo che oramai si arrivato il momento di alzare la testa e di cacciare questa gente.

  25. Eh voilà. L’aumento IVA è già servito. RICORDIAMOCELO. Come sempre l’aumento delle tasse per noi contribuenti scatta subito. Invece la riduzione dello stipendio dei parlamentari…bhe bisogna riflettere, richiede degli approfondimenti, è solo demagogia, è il solito populismo, è il solito qualunquismo, non bisogna dare retta all’antipolitica, sono i costi della democrazia. Ma che belle facce toste. Eccoli i PARASSITI: coloro che non producono ricchezza e vivono sulle spalle degli altri. RICORDIAMOCELO.
    Il berlusconi ha affermato che l’aumento dell’uno per cento di iva è irrisorio. Ma certamente. Dovrebbero spiegargli che anche per un mulo il peso di un solo chilo è irrilevante. Ma se il chilo arriva dopo avergli caricato la soma fino al limite, allora anche il peso di un solo chilo, può far stramazzare l’animale al suolo. Ovviamente i muli siamo noi elettori italiani, la soma è l’inammissibile aumento della pressione fiscale che il berlusconi ci ha regalato… “Non metteremo le mani in tasca agli italiani”. RICORDIAMOCELO!!!

    • Sì, anche perchè aumenta il margine per i produttori di fatture false, incentivandoli. Di sicuro aumenterà il lavoro per la Guardia di Finanza, che dovrà incrementare i controlli, affinandoli. Senza però essere ossessiva, come ha raccomandato il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate, dott.Befera.

  26. Quando l’indignazione che monta da più parti (da destra come da sinistra)non è percepita per quello che è (la coscienza o il buon senso dei parlamentari che avrebbero dovuto precedere l’indignazione generale evidentemente sono già state tacitate da un pezzo!) si crea un muro contro muro: da una parte l’interessi di tutti percepito dalla gente e dall’altra l’interesse di pochi percepito dai parlamentari. Credo che le prossime votazioni con tutte le disaffezioni al voto che si preannunciano diranno molto di più di tante parole ai nostri “onorevoli” privilegiati, cui non può essere sottratta la responsabilità in primis, di averci portato a questo stato di abbandono e del “si salvi chi può dalla bancarotta nazionale”. Continuate pure a fare i finti tonti……!

  27. io devo dire che sono di destra !!!ma e solo la mia opinione politica!!!!perche ognuno sceglie in quale parte politica piu si identifica!!!ma nonostante cio !!dico che sto governo e penoso e ridicolo incapace di fare qualcosa per il popolo !!ma solo di aiutare i vari amici di casta!!!e favori ai ricchi!!!vergognosi!!e comunque non hanno niente a a che vedere con la politica !!solo solo li per altri motivi

  28. Maldicenze sull’eventuale ipocrisia

    Al termine dell’intervista di stasera ad Andrea Bocelli, per il concerto al Central Park di New York, lo stesso mi sembra abbia detto di essere orgoglioso di essere italiano. Da qualche parte avevo invece letto essere residente a Montecarlo, ove quindi si presume paghi le tasse. Pertanto, è italiano o monegasco, e dunque a chi pagherebbe le tasse? La questione non sarebbe di poco conto ove si pensi che, quando il cantante non era ancora nessuno, le cure mediche per la sua malattia dovrebbero essere state effettuate qui in Italia, a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
    Se così fosse, ciascun lettore di questo blog avrebbe più diritti di Bocelli a dichiararsi orgoglioso di essere italiano, poichè le tasse le paga all’Italia.

    p.s. ove non corrisponda al vero, la notizia sulla residenza di Bocelli a Montecarlo, prego il dott.Mario Giordano di cancellare il presente commento.

  29. gerardo bianco ha proprio ragione, cosa sono 15 mila euro per gente come loro?
    Hanno tante spese, la villa al mare, quella in montagna, la barchetta e tutto il resto, come possono farcela poverini con soli 15 mila euro al mese?
    Me li vedo li tutti i giorni a fare i conti della serva per far tornare i conti, forse sarà per questo motivo che non riescono a lavorare per più di un paio di mesi l’anno?
    Poveri cristi, mi fanno una pena, si vede che sono tristi, quando li fanno vedere in tv in parlamento non si può non notare la loro tristezza, fermi li, assorti nei loro problemi su come pagare la colf, il giardiniere, l’autista, il maggiordomo etc.
    sono talmente tristi per il misero stipendio che prendono che per non pensarci dormono sui banchi, giocano con il telefonino, guardano qualche porno con il portatile, a volte pigiano i pulsanti dei loro colleghi vicini di banco per far loro uno scherzo mentre sono assenti e si sta votando, insomma poverini è un gran bel casino per loro.
    Mentecatti tutti nessuno escluso.
    Bianco, ma lo sai che ci sono persone che ogni giorno non hanno come comprarsi una michetta, un po di latte o un chilo di pasta da condire con l’aria?
    Lo sai che ci sono persone anziane che vivono con un paio di centinaia di euro al mese?
    Lo sai che ci sono famiglie povere, ma davvero povere nonostante portino a casa uno stipendio di un migliaio di euro?
    Fatti e fatevi un bell’esame di coscienza e pensateci su prima di dire certe cazzate, 15 mila euro al mese sono lo stipendio annuale di centinaia di migliaia di persone, pensaci prima di dire puttanate, soprattutto voi che non pagate praticamente nulla, che vi dovete preoccupare di incassare soltanto, abbiate un minimo di orgoglio personale e smettetela una volta per tutte, di questo passo ne troverete davvero tanti di piedi calzanti scarpe antinfortunistiche rinforzate pronte a riempirvi il culo di calci, anzi spero con tutto il cuore che ciò accada il prima possibile e che vi togliate dei gioielli di famiglia che ce li avete gonfiati abbastanza, buffoni.

  30. …) finchè l’italiano non s’incazza si merita questi tipi di governanti.Saltiamo in massa le votazioni,rifiutiamoci in massa di pagare bollette,disertare gli stadi,mettere i propri risparmi sotto il materasso,blocchiamo improvvisamente la nazione tutta senza preavviso,privati,disoccupati,scuole,uffici vari,trasporti di ogni genere e poi vedi come perdono il potere (io veramente farei di peggio ma non posso scriverlo ! )

    • Sarei d’accordo con te Elia, poi direbbero però che i delinquenti siamo noi; non me ne fregherebbe più di tanto se servisse a spazzare via tutta questa “monnezza” di pidocchiosi politicanti. Continuo a dirlo…da soli non se ne andranno mai…aiutiamoli!!!

  31. Ma vi sembra che in Italia ci sia un minimo di giustizia?Tutti DICO TUTTI i politici si interessano solamente di sistemarsi nel più breve tempo possibile alla faccia degli italiani e non gli interessa proprio niente se un cittadino ITALIANO PERCEPISCE 300 euro al mese.Siamo in una situazione vergognosa vedendo certe differenze pensionistiche che sembrano impossibili ma purtroppo esistono.Quello che bisognerebbe fare è meglio non dirlo

  32. Quello che gli italiani pensano dei politici e meglio non dirlo,una cosa è certa che al di fuori del proprio interesse, del popolo italiano ai politici non gli interessa proprio niente se prendono 70 centesimi o 300 euro al mese di pensione l’importante che loro percepiscono delle stratosferiche pensioni o stipendi.

  33. Secondo me dobbiamo abolire TUTTI i vitalizi compresi quelli che percepiscono anche le vedove dei defunti del passato,imporre un limite di stipendio con un massimo per la carica più alta dello Stato (licenziando gran parte dei quasi 1000 dipendenti al suo servizio dato che nemmeno la Regina Elisabetta dispone di un tal numero di persone al suo servizio) per ipotesi 10.000 € mensili e da li a scendere fino all’operaio comune statale.Eliminare tutte le agevolazioni a loro concesse comprese le gite allo stadio con le auto blù (possono tranquillamente sottoscrivere un abbonamento ad una delle pay tv disponibili come noi poveri contribuenti che non possiamo permetterci le partite allo stadio),far loro pagare un prezzo adeguato per i loro lauti pranzi alla bouvette ( 3 € a pasto sono vergognosi anche nei confronti di coloro che sono costretti ad usufruire dei pasti elargiti dalla Caritas se aventi diritto… ) . L’alternativa che proponiamo a tutti questi parassiti(compresi sindaci,assessori,presidenti di giunte comunali-provinciali e regionali,segretari e contro segretari , vice parassiti e vice-vice parassiti ) è quella di abbandonare le poltrone occupate e di trovarsi un lavoro nel mondo concorrenziale del lavoro privato obbligatoriamente ! Non possiamo permettergli nemmeno un posto di lavoro pubblico bensì un occupazione come addetti a sistemare i prodotti sugli scaffali dei supermercati, naturalmente senza disprezzo da parte mia per tutti coloro che svolgono questa molto onorevole e poco pagata occupazione attualmente . Mi sento molto buono in questo momento , esistono molti altri tipi di lavoro che potremmo consigliare loro…
    ciao Mario , grazie come sempre

  34. …dimenticavo , dovremmo cominciare da domani ad adottare questi provvedimenti , anzi , meglio da ieri ! A buon intenditore poche parole !

  35. Cara gente del blog, diciamo tutti le stesse cose: vergogna, ladri, delinquenti, parassiti ecc. Lo sappiamo tutti con che razza di mer…si abbiamo a che fare, ma il problema è come fare a toglierli di mezzo.Il referendum non serve perchè tolta una legge ne farebbero subito un’altra ancora più vantaggiosa, una rivoluzione in Italia non è possibile perchè non c’è sufficiente coraggio per farla e per la mancanza di un leader che li guidi, l’arma della votazione non seve a niente perchè se non si va a votare rimangono al governo fino a quando non se ne formerà un’altro mentre se si va a votare si presenteranno sempre gli stessi con mille promesse che poi non manterranno e così via.
    Purtroppo per entrare in politica bisogna essere dotati di notevole faccia tosta, cosa che la gente onesta non ha, conosco personalmente alcuni politici a livello locale che sono entrati in politica non per un ideale o perchè ha a cuore la soluzione dei problemi della società ma per loro stessa ammissione “per soldi” e per sistemare loro stessi e loro amici, ed è logico che finchè il sistema lo permette sarà sempte così. L’unica cosa che forse è possibile fare è trovare una persona che abbia come ideale la giustizia sociale ed il benessere del paese e non quello personale e sicuramente ce ne sono molti, e costringerlo (in senso buono) a fare il leader di un nuovo movimento , ma queste persone di solito rifuggono dal mettersi in mostra o dal parlare in pubblico o dalla notorietà e così via, questi erano personaggi tipo DEGASPERI (notate la scritta in maiuscolo) e pochi altri. Ora chi potrebbe essere un leader in grado di fare quesro? Non vedo nessuno in nessun schieramento politico neppure nel movimento 5 stelle, anzi, intravedo qualcuno che potrebbe fare da punto di riferimento per un novimento di questo tipo, vero caro Mario Giordano?

    • caro amico Fiorenzo, amico perchè la pensiamo quasi uguale ,in relazione alle tue parole prova a ragionare sui motivi e le ragioni per le quali c’è un accanimento tale da tutti i fronti politici,giudiziari,sindacali e chi + ne ha ne metta contro Berlusconi . Forse perchè nelle sue vere intenzioni le idee e la volontà di cambiare esiste davvero ma come ben sappiamo la casta omnilaterale glielo impedisce…..

    • Caro Fiorenzo, non sono assolutamente d’accordo con ciò che scrivi….Non si può fare questo, non si può fare quello….Ricordiamoci che la casta politica, non si elimina mettendo al suo posto un’altra casta politica! I partiti politici tutti sono da NON considerarsi come alternativa al marciume odierno, quindi proporre candidati nuovi, ma che facciano sempre parte di questa metodologia di pensiero è da escludere. Mi sembra di assistere alla scoperta dell’acqua calda sentendo dire che chi ricopre ruoli in politica lo faccia per il proprio tornaconto personale! La cosa che la maggior parte dei cittadini Italiani non riesce a capire è che il popolo ha molto più potere di quanto ne possa avere la classe dirigente che ci governa. Le leggi costituzionali nessuno le cita, ma se qualcuno si prendesse la briga ogni tanto di consultarle, si renderebbe conto che i poteri per fare questo e quello, ci sono!
      Una persona che sta cercando di cambiare le cose c’è! Si chiama GAETANO FERRIERI e dal 4 giugno sta facendo lo sciopere della fame presidiando notte e giorno davanti a palazzo Monte Citorio. Ma nessuno ne parla, forse perchè è un personaggio scomodo? Solo grazie al web e a qualche emittente radio sta divulgando notizie per riunire più cittadini possibili il 21 settembre per cacciare via la casta dal parlamento! Ma la televisione e la stampa non ne parlano, perchè? Quindi le cose si posso fare, ci vuole solo buona volontà e spirito di collaborazione. Altra cosa, se le leggi fossero fatte per tutelare il cittadino e non la classe dirigente, sarebbe difficile per la casta “cantarsela e suonarsela”. Qui biogna rivoluzionare l’intero sistema, legiferare per il popolo, non per il governo, dare sovranità allo Stato(popolo Italiano) non ai parlamentari, eleggere direttamente i deputati, senatori e ministri, eliminare qualsiasi privilegio, immunità che possa ostacolare un processo giudiziario nei confronti di coloro che si macchino di reati e di conseguenza essere cacciati(e non aspettare che si dimettano) dal governo e da qualsiasi amministrazione pubblica. Di cose da fare ce ne sarebbero fin troppe, ma il problema è decidere di farle!!!!

      Ripropongo il link, che magari a qualcuno è sfuggito.
      http://www.disinformazione.it/islanda_popolo_contro_le_banche.htm

  36. La sapete una cosa? non mi stupiscono simili affermazioni, in fondo in fondo sanno benissimo che l’italiano medio guarda con ammirazione “chi è furbo”. Siamo un popolo di ignoranti, di menefreghisti, di opportunisti che cercano sempre di fare i furbetti in tutte le situazioni, ammettiamolo: i parlamentari sono l’esatta proiezione dell’italiano medio, ci rappresentano! Adesso che siamo alla canna del gas, che la coperta non riesce più a coprire tutto, escono lamentele da tutte le parti…ma prima dove eravate italiani?Perché nessuno si indigna e si rifiuta di pagare tasse per stipendiare persone in una pubblica amministrazione “ammortizzatore sociale”? perchè abbiamo l’abitudine di aggraziarci il potente di turno anziché condannare le sue malefatte? perchè accettiamo la regola della raccomandazione e non quella della meritocrazia?potrei andare avanti a scrivere per ore, la verità è che noi italiani siamo così, i parlamentari sono semplicemente la nostra proiezione. Parla parla e basta, ma dentro di sè l’italiano medio si preoccupa solo di sè stesso e del suo clan di amici e di tutto il resto non gl’importa un bel niente! Basta con tutta questa ipocrisia per favore…ammettetelo che in questo paese hai l’obbligo di essere “furbo”perché diversamente “sei scemo”. Non esiste merito o riconoscimento per chi si dà da fare, anzi, é pure considerato “fesso”e succede che gli tocca lavorare tre volte tanto per compensare tutti i furbetti!Alla fine sapete cosa succede? che ti stufi di fare quello che dovrebbe fare l’altro (al quale tanto nessuno chiede ammenda!) e tutti fanno i furbi. Ma un paese di soli furbi (dove i fessi hanno smesso di compensare l’ammanco) s’ingessa. Vergogna italiani!

  37. Forse c’é speranza!Non certo per la presenza dei politici indegni di cui é infarcito il nosto Paese,ma perché ci sono ancora persone come la Signora LISA che ha definito “ingiusto privilegio” la possibilità di andare in pensione in anticipo,QUESTA E’ LA CHIAVE DI TUTTO,troppi privilegi per tutti,non solo per i politici,e,soprattutto,il nefasto concetto del “diritto acquisito” sacro ed intoccabile;scusate, ma l’Art. 3 della Costituzione non dice che tutti i cittadini devono essere uguali di fronte alla Legge?Ed allora perché c’é chi va in pensione prima e chi dopo? D’altro canto il Paese é oppresso da un carico insopportabile,per ogni pensionato che ha lavorato fino al massimo e magari prende una pensione misera c’é ne é uno che é andato in pensione in anticipo,magari con pensione pingue, e che riceverà assai più di quanto ha versato.Curiosamente TUTTI i politici hanno adottato la “solidarietà fra generazioni” d’Alemiana per cui pare normale pagare le pensioni con i contributi,ma E’ UNA TRUFFA ! La raltà é che la classe politica attuale ha speso e spanso secondo i propri comodi elettoralistici accumulando un debito ben più grande di quello dello Stato,poi si fa finta che non ci sia, tanto c’é la “solidarietà fra generazioni” per cui chi é in pensione prende i contributi di chi lavora invece di prendere i frutti dei soldi sperperati negli ultimi 40 anni.Ma volete mettere in dubbio chi si inventò la Scala Mobile provocando una spaventosa inflazione per anni ed anni ? E volete mettere in dubbio i diritti acquisiti di moòtissimi dipendenti pubblici inutili che sottraggono risorse ai settori essenziali?Volete mettere in dubbio i diritti acquisiti di migliaia di docenti universitari assolutamente ridondanti,spesso più numerosi degli iscritti al corso?La logica é quella,in uno stato di diritto i cittadini devono essere uguali di fronte alla Legge,se consideriamo i “diritti acquisiti” intoccabili ha ragione il politico,schifosamente,ma ha ragione.E non bastano le dichiarazioni incendiarie,macché rivoluzione,avete idea di cosa dite?E’il popolo stesso che vuole questa situazione,i politici sono la punta dell’iceberg,particolarmente vistosa, ma sono MILIONI le persone che in un modo o nell’altro approfittano della situazione legislativa attuale godendo di vergognosi privilegi che chiamano diritti.E non rompete con la richiesta di un Leader!Non ci vuole l'”Uomo del destino”,ne abbiamo avuti già abbastanza,mbiate mentalità e non invidiate più i furbi,se vedete un abuso denunciatelo e tenete presente che i vostri diritti sono sacro, ma anche quelli degli altri.Purché siano diritti e non schifosi privilegi.Ci sarà un partito ingrado di riformare l’Italia?Boh!Cominciamo a riformare gli italiani!

  38. MARSHALL,
    a parte la faccia di tola o di m,….. a Gerardo BIANCO HO DETTO CHE I POLITICI RUBANO I VITALIZI.
    Tecnicamente può darsi che si dica in altra maniera. Fatto sta che i soldi delle tasse devono servire per i servizi, e usarli per i vitalizi è ILLEGALE.
    POLITICI PENSIONATI VOI RUBATE AL POPOLO ITALIANO.
    Toglietevelo dalla testa che la pacchia continui.

    • Giuliana,
      lo sai che in quel programma in cui partecipò Mario Giordano il 5 aprile (quello in cui doveva esserci Amato, e invece disertò l’incontro con Giordano), programma che si chiama “In Onda”, adesso al posto della Costamagna c’è Nicola Porro? Spiace per la Costamagna, ma il programma ne guadagnerà sicuramente in numero di telespettatori. Fra quelli ci sarò io sicuramente.

  39. gerardo bianco, altro che balena bianca, sei tu un balenottero bianco, capisco perchè non ti bastano 15mila plancton al mese, ne vuoi di più, se mi dai l’indirizzo di casa tua ti veniamo a portare la borsa della spesa tutti i giorni, che problema c’è, a casa mia si è sempre detto “dove si mangia in due si mangia anche in tre”, vero anche che ultimamente dove si mangiava in due adesso non si mangia affatto, ma tu che ne sai, con quel bel faccione tondo che ti ritrovi, ti hanno escluso già una volta dalle liste elettorali e non hai perso tempo a polemizzare di, logiche clientelari e di potere dispotico e familistico.
    Fai una bella cosa auto-escluditi dalla politica e togliti il tuo bel diritto acquisito da 15mila cocuzze al mese, prenditi una pensione per i contributi che hai realmente versato e fai il pensionato a 4 soldi al mese e poi vediamo se la tua faccia sarà ancora bella tonda come lo è adesso, vediamo come la penserai.
    Hai 80 anni, ma che ci stai a fare ancora li, ritirati in buon ordine e smettila di sparare cazzate, rifletti soprattutto su quello che dici tu e i tuoi esimi colleghi, siete vecchi, non avete il diritto di stare li, l’Italia deve andare in mano ai giovani con idee nuove e progetti per il futuro che riportino la nostra terra a ridiventare una vera potenza mondiale, non la barzelletta del secolo, fra escort, magna magna e i politici più pagati del pianeta, resta inteso che i giovani a cui deve andare in mano non sono certo i personaggi come il trota, il quale non sa mettere insieme una parola dietro l’altra, nonostante il cepu gli dia lezioni più o meno gratuite, l’Italia come in passato ha grandi menti, le quali non devono espatriare per portare avanti i loro progetti, ma devono rimanere in terra nostra per far risorgere il bel paese, via questi rinsecchiti e ammuffiti politicanti da strapazzo e da quattro soldi, via il marcio, via i privilegi, via tutti, spazzatura più puzzolente di quella di Napoli nei giorni peggiori- senza offesa per i napoletani sia inteso, loro subiscono al pari nostro le scelte di questi signori-.
    Vi faccio una proposta, vi apriamo un bell’ospizio e vi mettiamo tutti li, così potete giocare a fare i politici, ma senza rovinare l’Italia e la nostra vita, ne abbiamo piene le scatole, gli scatoloni, le case, gli annessi e i connessi,R-I-T-I-R-A-T-E-V-I, non vi sopportiamo più.
    E che c….o quando ci vuole ci vuole.

  40. Mi dispiace di non aver visto la trasmissione di Banfi ,ma ho visto quella sulla 7 dove sig Castelli si collocava tra i poveri con un reddito di 145.000 € ,e con che faccia da bronzo difendeva la sua teoria!
    Vi auguro a tutti e due di vedervi un giorno sul angolo della strada con la mano protesa a chiedere l’elemosina , ma lo so che questo è solo un augurio e che non si avverrà mai più,purtroppo.

    • Giuliana,
      bravissimissima.
      Contro il pensiero unico maldestro, diffuso da una certa parte politica al solo scopo di far mantenere ai loro adepti certe rendite di posizione parassitistiche (parassiti sono anche coloro che vivono delle tasse versate da altri, senza che facciano nulla, o facciano vedere solo “fumo”, per meritarsi gli stipendi e quantaltro percepiscono; e di esempi ce ne sono infiniti, checchè se ne dica), fai bene, dicevo, a diffondere anche via FaceBook certi messaggi.

  41. MARSHALL,
    ti ringrazio per le tue gentilissime parole. Però vedi, non c’è solo il pensiero unico diffuso da una certa parte politica, ma c’è una incapacità generale di interpretare le ESIGENZE SOCIALI DEL PAESE anche da parte dei media.
    Il 9 settembre ho inviato la petizione che chiede che i vitalizi dei politici non gravino più sulle tasse, ma che siano contenuti nelle somme accantonate a questo scopo a:
    LA STAMPA,
    LA PADANIA,
    IL GIORNALE,
    QUOTIDIANO.NET,
    REDAZIONE TG4
    In precedenza avevo scritto anche a Mario GIORDANO.
    Pur di non andare contro i politici i media vanno contro gli interessi dei loro lettori.
    Tutti gli italiani, salvo qualche RITARDATO MENTALE, vorrebbero che fosse attuata questa richiesta, Basterebbe un solo giornale, a livello nazionale, che ne parlasse e la cosa sarebbe fatta.Forse un giornale simile deve ancora nascere!

  42. condivido più o meno tutto quello che viene scritto ed aggiungo che si DEVONO SOLO VERGOGNARE, TUTTI, NESSUNO ESCLUSO.
    SCENDIAMO TUTTI IN PIAZZA, INDIPENDENTEMETE DAL PARTITO, E INSIEME LI MANDIAMO A CASA TUTTI!!! E’ IN GIOCO LA NOSTRA DIGNITA’ E SOPRATTUTTO IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI.

  43. MARSHALL,
    ho letto tuo articolo su Cicciolina. ILONA STALLER, ha detto: GLI ITALIANI DOVREBBERO CAMBIARE LA LEGGE, MICA L’HO FATTA IO.
    Ha perfettamente ragione. Sai che il CoDiPeR ha pressentato una petizione alle Camere in cui si chiede che i vitalizi dei politici NON SIANO PAGATI CON I PROVENTI DELLE TASSE, ma con gli accantonamenti fatti a questo scopo, quindi CHE QUESTE PENSIONI VENGANO TAGLIATE A DOVERE.
    Sono delusa dal comportamento dei giornali elencati in uno scritto qui sotto che hanno completamente ignorato la notizia.
    Potresti pubblicare tu il testo sul tuo blog?
    Le riforme da fare sulle pensioni sono molteplici, ma bisogna cominciare dall’alto.

    • Giuliana,
      scrivi tu l’articolo dato che conosci a menadito il problema. Lo pubblicherò sul mio blog, che verra poi recepito e pubblicato nel blog aggreganteIl Castello1, che conta innumerevoli autori e lettori, anche “di grido”.
      Ne parlerei anche nel blog di Nicola Porro, e poichè l’argomento è davvero molto interessante, magari ci creerà una puntata per il programma In Onda.
      Così, oltretutto, creeremo anche una provocazione per i parlamentari: vedremo cioè chi e quanti di loro saranno disposti a farsi toccare il portafoglio.

  44. MARSHALL, se quello che dici si avverasse sarebbe troppo bello!
    Provo a buttare giù due righe pregandoti di renderle più gradevoli alla lettura.
    In base all’art. 69 della Costituzione italiana i membri del Parlamento ricevono, durante tutta la durata del mandato, una indennità. Non voglio dilungarmi su ciò che è stato inserito quale “indennità” e mi limito alle pensioni. Quindi la Costituzione non prevede la pensione o vitalizio, che dir si voglia, per i “lavoratori politici”. D’altronde gli uomini e le donne che si dedicano alla politica non possono essere equiparati a dei dipendenti. I lavoratori dipendenti, per inciso, maturano il diritto alla pensione se vantano almeno venti anni di contribuzione. Mentre i criteri che danno luogo ai vitalizi hanno permesso addirittura a persone che hanno messo piede un solo giorno in Parlamento, di percepire una pensione di 3108 euro lordi mensili.
    In Italia esistono pensioni di serie A e pensioni di serie B. Per avere diritto alla pensione di serie A, senza tagli né cumuli, sono sufficienti due anni, sei mesi e un giorno. Per avere diritto alla pensione di serie B, con tagli e cumuli, ci vogliono almeno 20 anni di lavoro.Il paradosso è che sono i lavoratori di serie B a pagare le pensioni dei lavoratori di serie A, ma spetta a questi ultimi fare le leggi su come devono essere calcolate le pensioni.
    Non ricordo quando il popolo italiano abbia autorizzato i suoi rappresentanti in Parlamento a pagarsi il vitalizio con i denari che dovrebbero essere destinati ai servizi.
    Da “Sanguisughe” di Mario Giordano apprendiamo che le pensioni dei Parlamentari costano ai contribuenti 204 milioni di euro l’anno. Gli ex onorevoli in pensione sono circ 2000. La Camera per le pensioni spende in un anno 138 milioni di euro, il Senato 81, in totale 219 milioni. I contributi versati dai Parlamentari rappresentano una inezia: Montecitorio incassa 10 milioni, Palazzo Madama 5 milioni. Quindi queste pensioni sono completamente a carico delle entrate fiscali.
    Chiunque può comprendere che questa situazione non può andare avanti. Il Parlamento deve dare per primo il buon esempio se vuole essere credibile agli occhi degli elettori.
    Chi è d’accordo su questi concetti firmi LA PETIZIONE. L’art. 50 della Costituzione consente al POPOLO di rivolgersi alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità. APPROFITTIAMONE PER DIRE AI PARLAMENTARI DI TAGLIARSI LE PENSIONI.

    • Mi date cortesemente il link per poter firmare la petizione?? Non si può che essere d’accordo. Grazie e complimenti alla Sig.ra Tofani Rossi per la sua tenacia ! ! !

  45. Petizione ai sensi dell’art. 50 della Costituzione italiana

    Al Presidente del Senato della Repubblica
    On. Renato Schifani
    Palazzo Madama
    00186 ROMA

    La pensione nasce dai contributi trattenuti dalla busta paga del lavoratore e dai contributi versati dai datori di lavoro. Si tratta di una retribuzione differita sulla base di principi costituzionalmente tutelati.
    Anche i cittadini che si dedicano alla politica hanno diritto a un vitalizio, ma, grazie a leggi fatte ad hoc, vi è una enorme differenza tra quanto prelevato dai cedolini paga e quanto elargito a pensionati e superstiti. Il divario viene coperto con le entrate fiscali.
    Va considerato che la politica è un servizio per il cittadino e nel periodo di esercizio di detto servizio il “lavoratore politico” è adeguatamente retribuito. Una volta cessata la sua opera non può essere “omaggiato” con vitalizi derivanti dalla fiscalità, in quanto non esercita alcuna attività per coloro che alimentano le entrate fiscali.
    I sottoscritti cittadini
    CHIEDONO
    che, nel rispetto della Costituzione italiana, vengano rivisti i criteri che danno luogo ai vitalizi dei “lavoratori politici” in modo che il loro ammontare trovi copertura nelle somme trattenute a questo scopo, senza gravare sui contribuenti.

    Cognome e nome indirizzo firma

  46. Leggete questa, e poi ditemi se non è un costo inutile per lo Stato. Ma da chi prende lo stipendio costei?
    Ecco, in tempo di crisi catastrofica, questo è uno dei tagli di spesa che andrebbero fatti, e che farebbero più che bene alle esauste casse dello stato. Dall’articolo si evince che la signora Boldrini è piena di controsensi. E’ quindi un personaggio inutile, un peso inutile per lo stato.

  47. Di porcate ce ne sono tante nel nostro Parlamento e non è il solo “porcellum” della legge elettorale, che non va giù agli italiani. Cito a caso : mai più pensioni o vitalizi ai parlamentari: Bella promessa …..da marinaio. Tra manovre e retromarce la norma è sparita dal testo governativo. I sacrifici per tutti …ma la CASTA non è tutti! Quindi sparisce la supertassa, tutti coloro che hanno un altro lavoro retribuito (lautamente) NON si vedrà tagliare l’indennità parlamentare del 50%,. Dal prelievo di solidarietà viene ESCLUSA però la diaria che da sola vale 3500 euro al mese! Bello sconto non c’è che dire! Come tutti i mortali la CASTA men che meno ha voglia di fare i sacrifici. I Parlamentari, in una Italia sfibrata, garantiscono solo…..il loro status!!

  48. BUONGIORNO, MI CHIAMO NICOLA E VI SCRIVO DALLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA…..HO GIA’ SCRITTO A POLITICI, REDAZIONI, PERSONAGGI FAMOSI, MA NESSUNA RISPOSTA…ORA SCRIVO A LEI DOTT. GIORDANO PER RACCONTARLE UNA VICENDA DI MALAGIUSTIZIA CHE DA PIU’ DI 10 ANNI HA RIDOTTO ME E LA MIA FAMIGLIA SUL LASTRICO….ORA SPERO DI RICEVERE UNA SUA RISPOSTA, PERCHE’ IL TEMPO STRINGE, E A TUTT’OGGI NON HO ANCORA AVUTO RISCONTRO DA CHI POTREBBE COMUNQUE FAR QUALCOSA. IO NON HO PIU’ NULLA, SE NON LA SPERANZA CHE LA VERA GIUSTIZIA VENGA ALLA LUCE E FACCIA IL SUO CORSO. GRAZIE PER L’ ATTENZIONE.

  49. il fatto è che non siamo capaci di azzerare il tutto. Questo è un regiome totalitario, un vero assalto alla diligenza, tanto è il popolo che deve pagare , ovvero chi deve ricevere.
    Sarebbe giusto spolpare tutti i crediti loro anche dei looro figli e dei loro intrallazzi , in questo modo avremmo fornite le patrie galere di BELLA GENTE come LORO.
    Ad opggi, purtroppo non lo abbiamo ancora capito……è necessaria una rivolta di POPOLO , prenderli tutti nessuno escluso, altro che chiacchiere.
    E mentre noi ci dimeniamo in queste tristezze , loro se SPASSANO a DOVERE , è proprio mil caso di dire ….:POVERA ITALIA.
    Pertanto miei cari siati Italiani di Patria e non di STATO , abbiate gli occhi ai tempi del risorgimento e non alla melma che ci circonda e che ci sta portando alla “FOSSA”.

    un caro saluto

  50. Preg, dott. Giordano,
    la ringrazio, insieme a tanti altri, di quello che scrive su suo libro (sanguisuga). Vorrei solo aggiungere un mio pensiero. Dal momento che i nostri parlamentari -tutti- non affrintano il vergognoso e deprecabile problema dei vitalizi e delle pensioni alla casta, mi chiedo perchè non proporre a quanti si lamentano come me, e sono tanti! Dicevo perchè non votare solo chi si prende l’impegno per iscritto e con garanzia, di eliminare questo sconcio che ci fa vergognare anche di fronte alle bestie? Se ritiene che ci sia altro modo di finirla mi faccia sapere. Non le sembra che ora BASTA! La ringrazio, Romualdo

  51. nella mia famiglia di 3 persone io mia moglie e mio figlio di 4 anni entrano solamente 2,500 3000 euro al mese e viviamo benissimo certo facciamo sacrifici per andare in ferie o per cambiare l’auto o i mobili vecchi ,ma abbiamo una dignita’ e possiamo camminare a testa alta come si dice ,quel poco che abbiamo ce lo godiamo perchè lo abbiamo sudato.
    voi castari paraculati non solo vivete nell’oro a spese nostre ,ma pure ci prendete in giro ,bene vi auguro che le 15 000 che prendete e non vi bastino vadano tutte in medicine le malatie non si curano con i soldi…e se gli accidenti arrivamo voi avete gia’ un piede nella fossa…noi siamo l’italia peggiore bene meglio essere peggiori di voi perchè fate così schifo che non mi mescolerei a voi neppure per 150 000 euro al mese SANGUISUGHE.

  52. Per la sig.ra Giuliana Tofani Rossi e tutte le persone di buona volontà: parliamo e denunciamo le iniquità che colpiscono i vedovi e i loro figli: pensioni ridotte sino al trenta per cento se il coniuge superstite lavora, orfani che devono essere più bravi studenti, la loro miserrima quota di pensione termina con il corso legale di studi discriminazione tra chi studia medicina, 6 anni, e chi ingegneria, 3 anni più 2, ma se non si è in regola al terzo anno tutto finisce, cumulo dei redditi tra quelli del superstite e quelli del de cuius, con conseguente passaggio di scaglione, per i divorziati, l”assegno divorzile, stabilito dal giudice per garantire alla parte più debole lo stesso tenore di vita, è onere deducibile! Senza entrare nelle sofferenze di un divorzio, ma il tenore della vita delle famiglie vedove che, non volevano essere “separate” chi lo tutela? Si metta in contatto con il Melograno associazione per i diritti civili delle persona vedove attraverso la mia mail. Siamo 4.300.000 in Italia, non interessiamo nessuno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *