Come previsto: ora anche Cicciolina ha la pensione da parlamentare…

Come previsto: Cicciolina ce l’ha fatta, prenderà la pensione da parlamentare. Il 26 novembre, al compimento del 60esimo anno di età, Ilona Staller incasserà i 3108 euro lordi di vitalizio per i suoi 5 anni passati alla Camera (1987-1992). C’è da scandalizzarsi? Un po’ sì. Intanto perché Cicciolina va in pensione solo come parlamentare mentre continua a lavorare come pornostar: i suoi sexy show, in effetti  vanno avanti (e allora viene da chiedersi che senso abbia quel vitalizio…). E poi perché, comunque sia, resta uno scandalo il fatto che un parlamentare maturi il diritto al vitalizio per aver “lavorato” (si fa per dire) 5 anni mentre ai normali cittadini ormai non bastano nemmeno 35 anni di contributi. Ma, se non altro, va detto che la sexy Ilona, santa patrona dei pitoni, almeno quei 5 anni alla Camera se li è fatti tutti. E poi ha aspettato fino ai 60 anni per incassare l’assegno.  Se la sua pensione indigna (e indigna), che dire allora di ex parlamentari che prendono la pensione avendo fatto un solo giorno in Parlamento (come l’avvocato Luca Boneschi) o che hanno cominciato a ricevere il vitalizio a 49 anni, come l’ex ministro Alfonso Pecoraro  (8836 euro al mese)?  Con tutto il rispetto: sono assai più scandalosi loro della pur sempre scandalosa Cicciolina…

34 risposte a “Come previsto: ora anche Cicciolina ha la pensione da parlamentare…

  1. 8836 euro al mese…come vitalizio. Lo schifo mi assale e mi toglie la voglia di andare al lavoro ogni giorno. Dove ingoi merda per 1000 euro. Cito Dipietro ( e me ne scuso…): “siamo sull’orlo di una rivolta sociale”.

  2. E’ proprio vero, la rivolta sociale è dietro l’angolo! In molti dicono che noi Italiani siamo bravissimi a lamentarci ma molto meno ad agire. Bè credo che la situazione sia al limite. Le famiglie faticano ad arrivare in fondo al mese mentre i nostri politici si ingrassano ed hanno anche la faccia tosta di farci la morale! Se ne escono tutti i giorni con affermazioni che sono delle vere e proprie istigazioni alla violenza. Poi però, quando partirà la rivolta, che non vengano a dire che siamo un popolo di incivili perchè la colpa sarà solo loro. La situazione potrebbe cambiare solo se iniziassero a rispettarci e a prendere in considerazione i nostri disagi.

  3. ma come è possibile ke x un solo giorno in parlamento si prende la pensione???ma nn doveva fare almeno 2 anni??io vado a lavoro e quei miseri 1000 euro ce li danno anke cn 2 mesi di ritardo….facciamo come in egitto scendiamo in pzza e rivoltiamo tutto….assediamo roma e tutti i palazzi della casta…

  4. IO DAVVERO VORREI DEL MOVIMENTO … DIETRO ALLA TEORIA.
    SI DEVE SCIOPERARE IN MASSA, SMETTERE DI VOTARE, SMETTERE DI PAGARE… invece, cosa vedo quando in ufficio leggo questi annunci? NIENTEEEEEEE tutti dicono che è scandaloso, che meglio che non dica nulla, cosa ci vuoi fare, le cose vanno così…
    Ma cosaaaaaaaaaaa???? basta omertà ignorante.
    Cicciolina prenderà la pensione di 3.000 per due str…ate che ha fatto? e gente come il mio povero papà? che ha lavorato una vita per campare in malattia con 800.00 euro mese?
    Ci costringeranno ad abbandonare un paese che tanto amo.
    IO NON CI STO!

    • Come facciamo noi lavoratori dipendenti a fare lo sciopero delle tasse….ci fregano i soldi prima di ricevere la busta paga….e quindi e’ impossibile non pagare….per non parlare dell’iva…la grande manovra che dicono i nostri ladroni….la paghiamo ancora noi…comprando le cose….BISOGNA NON VOTARE E FARE I REFERENDUM PER ABOLIRE TUTTI I LORO PRIVILEGI…….E SI CHE QUESTA SAREBBE UNA GRANDE MANOVRA….RIUSCIREMMO SOLO ABOLENDO LE LORO SPESE A RISANARE TUTTI I CONTI PUBBLICI……QUESTO DOBBIAMO FARE…..

  5. Volete ribellarvi a tutto questo? Informatevi allora! 21 settembre 2011 Gaetano Ferrieri chiama i cittadini Italiani tutti a presidiare davanti a palazzo monte citorio con in mano la bandiera tricolore, senza partiti politici e senza appartenenze sindacali, ma solo come cittadini italiani! Inizio presidio ore 9:00, fine presidio: ad oltranza. Fino a quando la casta non schioderà il culo da parlamento! Batsa parlare, basta indignarsi davanti alla tv, quotidiani, monitor… Le uniche cose che contano sono i fatti! Italiani! Svegliatevi!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. toh, vedi, la staller è riuscita a tappare un altro buco.
    Non c’è da meravigliarsi, ha preso talmente tante di quelle cose nella vita che anche la pensione da parlamentare non deve scandalizzare -ma davvero fa ancora gli spettacolini hard? e che mostra, la decadenza? che tristezza.
    Lo scandalo comunque non è cicciolina che prende la pensione da ex parlamentare, lo scandalo è che la prendano tanti altri insieme a lei.

  7. In queste cose la cosiddetta opposizione non manifesta contro, vero? Poi le famigli che sono al di sotto della soglia di povertà aumentano. Ecco lo schifo dei politici italiani.

  8. come puo l italia andare avanti !!!se chi governa e un parassita delle peggior specie !!!!quel palazzo li dove stanno parlamentari senatori governo!!!! ce di tutto !!!!vergognoso!!!! dovrebbero soffrire loro come fanno soffire il popoplo!!sembriamo di nuovo al medioevo con i feudatari!!!ci vorrebbe una rivolta di massa !! ribellarsi in modo cattivo e agressivo!!!ormai si sta arrivando al punto che non ce nessun altra soluzione

  9. “MAESTà IL POPOLA HA FAME E NON HA PANE”….”DATEGLI LE BRIOCHES”….sarà anche un falso storico ma come calza…..corsi e ricorsi storici….mah..quanta tristezza e voglia di andarsene

  10. Un nano schifoso e impotente che pensa solo a come scansare il gabbio e una sinistra che pensa solo alle paghette parlamentari il minimo che puo’ capitare è che noi andiamo in pensione con 50 anni effetti di culo cosi. Ora due sono le cose: o accettiamo che fassino e la moglie continuino a sgraffignare 50,000 euro al mese; pecoraro scanio e il fratello in pensione a 49 anni con 8,800 euro al mese o li andiamo a prendere e gli facciamo una faccia cosi.
    Tra tutti questi ladroni, viscidi e impotenti cicciolina l’unica che merita la pensione, se non altro per averci fatto fare bei rasponi con i suoi. Ve l’immaginate se al posto suo ci fossero state solo rosibindi e meloni?

    L’Italia DEVE fallire, perchè solo toccando il fondo finisce il mangime per questa banda di mafiosi e noi troveremo il coraggio di impiccarli tutti. Ma prima la sinistra, che poi è quella che ha generato il mostro e se è servita per appagare i proprio privilegi (bastardi!)

  11. Leggete il libro di Giordano: ce n’è per tutti.
    Siciliani dipendenti della Regione che vanno in pensione con 20 anni di contributi mentre noi dobbiamo tirare fino ai 65 anni di età. Mafiosi che prendono i sussidi Inps ecc..
    E il giudice che deve applicare la legge? La gip di Vicenza che dichiara di essere ammalata alla schiena e invece di lavorare se ne va in barca e vela in giro per il mondo.
    Secondo voi è stata condannata per truffa ai danni dello stato?
    Ma certo che no. Procedimento archiviato!!!!!!!
    LA legge è uguale per tutti c’è scritto nelle aule di giustizia.

  12. MALEDETTI LADRONI, VERGOGNATEVI.
    SIETE I PARASSITI E LA ROVINA DEL NOSTRO PAESE.
    SPERO CHE AL PIU’ PRESTO CI SIA UNA RIVOLTA ARMATA.

  13. Italiani , se non vogliamo fare la fine della Grecia è ora che la smettiamo di lamentarci e passiamo ai fatti (insurrezione popolare a Roma), basta parole !!!

  14. RIAPRIAMO IL COLOSSEO TUTTI DENTRO NOI SUL PODIO (POPOLO)
    SI ARRUOLANO GLADIATORI E LEONI …..

    LORO IN PASTO TUTTI CHI SI SALVA GOVERNA?

    LA STORIA SI RIPETE, AL CONTRARIO

    BUONA GIORNATA POLLICE VERSO

  15. Per la Cicciolina niente rinvio della pensione e dopo 5 anni, mentre per i comuni mortali rinvio e pensione dopo 41 anni o 65!? Se questa è politica, rubare cos’è ? Il solito schifo a occhi bendati

  16. Ragazzi l’italia s’è desta…almeno incominciano i primi forti segni di reazione alla strafottenza e prepotenza dei parassiti. Stamattina la russa è stato duramente contestato davanti alla camera. La notizia è che la contestazione non era dei sindacati di sinistra ma la valanza di insulti arrivavano dai poliziotti. Si avete letto bene. Era la polizia di stato che gridava a ignazio la russa “VERGOGNA, PARASSITI, BUFFONE…” Certo che con la manovra di lacrime e sangue per tutti, anche per i poliziotti, e che lascia intatti tutti i privilegi della casta parassita…credo che sia solo l’inizio di una lunga e dura stagione. Nessun italiano accetta i vitalizi, nessun elettore condivide i loro sontuosi stipendi e gli infiniti privilegi, tutti noi aborriamo i finanziamenti ai partiti. Loro invece ci impongono tutto ciò con prepotenza e strafottenza.
    Arriveranno anche i pomodori, le monetine, ecc.

  17. Se non altro la buona Ilona Staller per tutta la vita ha dato e preso. I parlamentari passati, presenti e futuri prendono solamente. Anche noi cittadini abbiamo la pessima abitudine di prendere, ma in una parte anatomica ben precisa.

  18. la staller si dice pronta a versare in beneficenza la pensione da ex che percepisce o anche di farne a meno se tutti i suoi colleghi faranno lo stesso, le solite parole di circostanza, tanto sa benissimo che nessuno mai di loro farà a meno di quello che chiamano “diritto acquisito”.
    La solita banda di pagliacci, buoni a fare parole, fatti 0, ma cicciolina la posso capire, non è una che ha certo vergogna di alcun tipo e almeno i 5 anni se li è fatti tutti, molti altri nemmeno quelli e prendono lo stesso vitalizi, soldi rubati a noi, al nostro lavoro, alle nostre famiglie.

    • Non mi sembra una cosa giusta: i parlamentari hanno una trattenuta dai loro stipendi per cui le loro pensioni non possono essere abolite. Devono essere contenute nelle somme accantonate. Questa è la tesi della petizione presentata dal Comitato per la difesa delle Pensioni.
      E poi a quale titolo chiedere una donazione? Il CoDiPeR non fa pagare alcunchè agli aderenti, tutto viene fatto a titolo di VOLONTARIATO.
      giuliana tofani ved. rossi
      (CoDiPeR)

  19. stiamo scherzando con la sopravvivenza dei nostyri figli non tanto di noi ,allora voglio capire se io mi devo privare di tante cose per comprare i libri di scuola a mio figlio che domani sara’ patrimionio di questa nazione e poi ci sono tanti sprechi le sembra logico che ancora non si mette mano ai privilegi di quesdti parlamentari tutti inclusi la gwente che vive onestamente alla quale viene tolto anche il minimo indiaspensabile fa veramentye paura .e’ inutile ciarlare sulla stampa ,in tv e sul web.proviamo a trovare soluzioni alternative serie e giuste a queste misfatte del governo .cosa aspettano la gente e’ stanca

  20. Per prima cosa COMLIMENTI PER LA TRASMISSIONE DI OGGI A DOMENICA5… SPERIAMO CHE NON SIA L`ULTIMA !!!
    FINALMENTE UNA TRASMISSIONE PER IL POPOLO DEGNA DELLA TV E DI ATTENZIONE !!!
    Cicciolina dice bene: la togliete a me toglietela a tutti ! GIUSTO ! Mario AVANTI COSI` …i politici dovrebbero avere tutti la tua testa …
    Saluti Lorenzo

  21. bisognerebbe far ricominciare a cantare la ghigliottina o per tempi più recenti ripristinare i vecchi ma funzionanti forni crematori solo che anzichè morti i ce li metterei vivi questi delinquenti. i tempi per il cambiamento sono comunque vicini e prossimi, nessuno ce la fa più a tirare avanti ed ai nostri bravi ed altolocati parlamentari non basta mai quello che prendono. game over, rivoluzione ed anarchia. sieg heil

  22. HO RICEVUTO UNA MAIL CON QUESTO TESTO, CON PREGHIERA DI FARLO GIRARE. ORA VOGLIONO TAPPARCI LA BOCCA, DOPO AVERCELO MESSO NEL ……
    NESSUN TELEGIORNALE HA AVUTO IL PERMESSO DI DIFFONDERE QUESTA NOTIZIA PASSIAMO PAROLA CON IL WEB per il futuro .
    Ieri il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC) identificato dall’articolo 50-bis: “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”; la prossima settimana Il testo approderà alla Camera come articolo nr. 60. Questo senatore NON fa neanche parte della maggioranza al Governo… il che la dice lunga sulle alleanze trasversali del disegno liberticida della Casta. In pratica in base a questo emendamento se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog (o un profilo su fb, o altro sulla rete) a disobbedire o a ISTIGARE (cioè.. CRITICARE..??!) contro una legge che ritiene ingiusta, i providers DOVRANNO bloccarne il blog o il sito. Questo provvedimento può far oscurare la visibilità di un sito in Italia ovunque si trovi, anche se è all’ESTERO; basta che il Ministro dell’Interno disponga con proprio decreto l’interruzione dell’attività del blogger, ordinandone il blocco ai fornitori di connettività alla rete internet. L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro 24 ore; pena, per i provider, sanzioni da 50.000 a 250.000 euro. Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni perl’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’ODIO (!) fra le classi sociali. MORALE: questa legge può ripulire immediatamente tutti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta. In pratica sarà possibile bloccare in Italia (come in Iran, in Birmania e in Cina) Facebook, Youtube e la rete da tutti i blog che al momento rappresentano in Italia l’unica informazione non condizionata e/o censurata. ITALIA: l’unico Paese al mondo in cui una media company (Mediaset) ha citato YouTube per danni chiedendo 500 milioni euro di risarcimento. Con questa legge non sarà più necessario, nulla sarà più di ostacolo anche in termini PREVENTIVI. Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra meno di 60 giorni dovrà presenterà al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” con leggi di repressione internet e tutto il sistema di relazioni e informazioni che finora non riusciva a dominare. Mentre negli USA Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet, l’Italia prende a modello la Cina, la Birmania e l’Iran. Oggi gli UNICI media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati la rivista specializzata “Punto Informatico” e il blog di Grillo. Fatela girare il più possibile per cercare di svegliare le coscienze addormentate degli italiani perché dove non c’è libera informazione e diritto di critica la “democrazia” è un concetto VUOTO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *