CHE SCANDALO: con la manovra pagano tutti. Tranne la casta

Toh, ma guarda che sorpresa:  versione dopo versione la manovra è cresciuta sempre di più, si è arricchita di nuove tasse, andrà a toccare un po’ tutto e tutti, dalle pensioni delle donne e ai bilanci dei sindaci.  E invece chi sono gli unici che si sono salvati? Ma guarda un po’: proprio lorsignori della casta. Chi l’avrebbe detto, eh?

In pratica:

  1. l’abolizione delle 50 mila poltrone di cui si parlava l’11 di agosto sembra svanita nel nulla;
  2. il dimezzamento del numero dei parlamentari sembra anch’esso svanito nel nulla;
  3. l’abolizione delle Province è restata ma rimandata a un disegno di legge costituzionale (cioè perdete ogni speranza o voi che tagliate…);
  4. con una mossa da furbetti dell’ultima ora i parlamentari col doppio stipendio si sono autoridotti anche il taglio all’indennità (doveva essere il 50 per cento del totale, sarà invece solo del 20 per cento per la quota sopra i 90mila euro e del 40 per cento  per la quota sopra i 150mila euro);
  5. sempre con la mossa dei furbetti dell’ultima ora i parlamentari si sono annacquati (e di fatto annullati) anche la norma che prevedeva l’incompatibilità con altre cariche: così potranno continuare a occupare doppia poltrona (per esempio: da assessore e da parlamentare) con relativa doppia indennità.

 Inoltre, pur avendo deciso alla fine di andare a toccare le pensioni degli italiani,  sono state ancora una volta salvare le pensioni dei parlamentari e dei consiglieri regionali, vero e grande scandalo del nostro Paese.  E pensare che l’abolizione dei vitalizi di deputati e senatori non solo sarebbe stata immediatamente esecutiva (senza bisogno di disegno di legge costituzionale), ma da sola avrebbe reso 200 milioni di euro, cioè più dell’intero gettito del contributo di solidarietà (alla faccia di chi dice che i tagli alla politica non servono per risanare i bilanci…)

 A questo punto mi domando se nei palazzi romani hanno capito fino a che punto  è arrivata l’indignazione e l’insofferenza del Paese.  Temo di no. E temo che questo sia assai rischioso. Non è tollerabile che i parlamentari con una mano votino per imporre agli italiani nuovi sacrifici, con l’altra lavorino per difendere i loro privilegi. Gli italiani non sono più disposti ad accettarlo. Cosa bisogna fare per farglielo capire?

69 risposte a “CHE SCANDALO: con la manovra pagano tutti. Tranne la casta

  1. Basta!!! Il 15 ottobre tutti a Roma per la giornata degli indignados!! Questi farabutti, approfittatori, immorali devono capire una volta per tutte che il popolo italiano non è fatto di fantocci ma di persone con un cervello e soprattutto con una dignità! Questa loro pacchia deve finire. Ridiamo l’Italia agli Italiani!!!!

  2. buongiorno, sono un ragazzo di 29 anni e scrivo dalla sardegna, mi interesso di politica poichè penso che sia l’unico “tumore” che l’italia non riesce a sconffiggere.E’ un italia che va a rotoli, credo che ci sia il bisogno di svegliarci!! basta vedere nelle altre nazioni cosa succede, “RIVOLTA DI MASSA” e da noi in italia chi si rivolta sono solo i calciatori.. ah ah ah ma dove andremo a finire?? io sono solo una piccola goccia in un oceano tempestoso, e sicuramente questo commento sarà invano, ma credo che come la penso io ci sia altra gente che per menefreghismo non azzarda a uscire fuori dal suo guscio, io invece si!!! perchè non si può più vivere è la parola esatta NON SI PUO’ PIU’ VIVERE!!! ci portano a fare dei gesti estremi come rubare,sfruttare o trasgredire le leggi in generale, ma tutto questo non per volontà nostra, ma sono loro che lo hanno voluto!! e non ci meravigliamo se oggi ci ritroviamo a non evere un carcere libero o se non riusciamo ad arrivare a fine mese con 1000 euro al mese. SVEGLIAMOCI!!!! BASTA!!!

  3. sigilliamo le porte quando sono in riunione plenaria e rompiamo un paio di fialette di ebola…aspettiamo 1 annetto, disinfettiamo la zona e riapriamo le porte…

  4. Nn hanno proprio ne pudore, ne vergogna, ne morale, ne senso civico.
    Si parlava qualche giorno fa di tornare a vedere la politica come “servizio” al cittadino, incentrato sul “lavoro” fatto per la comunità.
    Invece siamo sempre fermi alla “carriera” politica, fine a se stessa, che molto poco ha di “sociale”. Nn ho parole. “A casa tutti” e’ l’unica soluzione: sono troppo viziati, ignoranti e superficiali per capire che il paese ne ha piene le tasche. La loro attuale forza sta nel fatto che “il paese” appunto nn ha “armi” (se nn la rivoluzione) per farli capitolare. Troviamo una soluzione …

    • Non vorrei passare da cinica, ma temo che ogni popolo abbia il governo che si merita … se si è arrivati a questi punti è perché noi tutti glielo abbiamo lasciato fare, perché nessuno (dico nessuno) è senza peccato: parliamo di lotta all’evasione ma chi tra noi non ha mai accettato,per esempio, di non farsi fatturare una prestazione perché altrimenti avrebbe dovuto pagare su di questa un’IVA che non si sarebbe potuto mai detrarre? e questo è solo un esempio.
      Inoltre vorrei far notare che tra le Caste non esistono solo i parlamentari: che dire dei vari ordini professionali che se la fanno e se la disfano come vogliono (inclusi lor signori magistrati)?
      Forse è perchè ho vissuto il periodo di tangentopoli con la speranza che piazza pulita potesse essere fatta davvero in modo democratico e senza spargimento di sangue, mentre invece è servita addirittura a peggiorare la situazione, che adesso sono così disillusa.
      Detto questo nutro speranza solo nelle nuove generazioni, che sovvertano questo modo tutto italico di arrangiarsi arrivando a qualunque compromesso pur di coltivare il proprio orticello.
      Il problema è come fare arrivare dei “giovani”(dove con questo termine intendo persone giovani dentro qualunque età essi abbiano) ricchi di idee sane e innovative nelle stanze del potere e far fuori questa masnada di lenoni puttanieri faccendieri e ladri. Sono personalmente contraria alla violenza,convinta che alla lunga non risolva nulla se non aprire la strada a personaggi peggiori di quelli attualmente al potere, ma purtuttavia una bella dimostrazione di indignazione all’uscita dei palazzi muniti di bastoni(quelli di plastica, di carnevale) forse farebbe capire ai signori onorevoli e senatori che ne abbiamo abbastanza e che da quelli finti potremmo passare a quelli veri: trattandosi di personaggi senza statura morale, forse potremmo loro incutere un po’ di sana preoccupazione per il loro futuro e salute fisica!
      Credo che Internet rimanga la nostra ultima speranza per riunire gli indignati del paese e spronarli ad agire!

  5. Ormai sono impotente e arrabbiato contro queste persone.

    Spero solo che i soldi che guadagnano questi signori servano tutti per l’acquisto di medicine per curare mali incurabili propri e dei loro familiari.

    Mi fermo qui per non dire altro

  6. Bisogna mandare a casa questi schifosi parassiti, buona a nulla, capaci di imporre sacrifici solo agli altri pur di difendere i loro privilegi. Penso che molto presto finirà, perchè gli italiani ne hanno le tasche piene e il loro più grave errore è quello di non averlo ancora capito

  7. E’ triste pensare che in molti tireranno la cinghia già stretta; è un sacrificio per tutti noi ma è necessario farlo!Ciò che ritengo ingiusto è che in pochi continueranno a vivere una vita sfarzosa grazie ai nostri sacrifici…E’ indegno e privo di morale… questa è la nostra Italia… non ho più parole…

  8. E si vergognano pure di farsi chiamare “onorevoli” in pubblico, tanto è il disgusto che provocano tra la gente comune da meritarsi insulti e pernacchie…Se poi,qualcuno, passa ai tafferugli si lamentano dicendo che “nessuna forma di violenza” va tollerata….
    E come al solito,se dovesse accadere qualcosa di grave, scaricheranno la colpa sui media, colpevoli, aloro dire, di demagogia.
    Indecenti:come persone e come amministratori del bene pubblico.

  9. BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA! DEVONO ANDARE A CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!

  10. L’ho scritto anche a Gramellini, che ci concludeva il suo post, e sul mio blog: tu sai che io so. Noi di certo lo sappiamo dopo circa venticinque anni, dalla fine del centrosinistra e la fuoriuscita di Craxi, quando gli italiani lavoratori dipendenti a reddito medio basso e con ritenute alla fonte fummo svegliati che avevamo sperperato e vissuto sopra le nostre possibilità e i nostri figli nascevano già col peccato originale del debito pubblico… Ecco dopo un quarto di secolo che sempre gli stessi non si arriva alla fine del mese, e ciclicamente arrivano le crisi, proprio non ci si crede più. Come emergeva con calma ma con fermezza dagli slogan e canti allo sciopero indetto da Cgil.
    http://piccoladorrit.blogspot.com

  11. Siamo a livelli di indecenza insopportabili. Dottor Giordano, visto che neanche la pubblicazione di queste nefandezze frena questa incomprensibile sordità dei nostri disonorevoli politici cosa si può fare per moralizzare i loro comportamenti? Può il Presidente della Repubblica prendere delle iniziative autorevoli/autoritarie per correggere questo degrado? E se neanche Lui può, rimane solo la versione italiana della rivoluzione francese? Le nostre CASTE se lo meriterebbero…

  12. La soluzione??? Purtroppo agli italiani devono cadere le bombe sul loro tetto di casa per farli reagire, ormai sopiti non hanno dignità, a volte brontolano poi tornano a quello che sono stati abituati….. Quindi ho paura che anche questo atto da parte dei loro “rappresentanti” non sia abbastanza pesante da non poter essere digerito!

  13. Mi ripeto.
    Dobbiamo elaborare assieme una proposta di legge popolare che riduca sti privilegi. Poi organizzarci per raccogliere le firme, raccoglierle e dopsitarle. Tutto il resto temo non serva a nulla. Poi dopo che ne avranno isabbiato tre o quattro bisognera’trovare qualcuno di alta visibilita’ alla Pannella per fare sciopero della fame per fare discutere ste proposte di legge, E serve che la stampa (non solo Giordano) ci affianchi. Ho visto spesso dibattiti televisivi (rai3, la7, ecc) ove il tema poteva essere affronatato proprio dicendo a chi di turno propneva l’aumento dell’eta, “ma perche’ non iniziate dalle vostre?”, ma invece i giornalisti (telese, costamagna, lerner, ecc) non hanno mai colto la palla al balzo, tranne appunto Giordano.

  14. Ma perchè le opposizioni, ed in primis il tuonatore di Bisaccia, Antonio Di Pietro, o quell’altro che critica Berluusconi, ma non propone mai niente, non si sono indignati???

    Opposizioni simili mi fanno pena (oltre che schifo).

  15. Facciamo qualcosa!!!! è scandaloso quello che stanno facendo.
    In che modo possiamo fermare tutto questo? Mandiamo una lettera di protesta ciascuno…dobbiamo ricoprire la camera e il sentao di carta!!!!! votiamo tutti grillo, anche solo per “protesta”.
    Credo sia l’unico modo per far smuovere qualcosa. Magari si spaventano e si riducono i privilegi (anche se dubito) oppure ci rimane una sola opzione. NON PAGARE TUTTI. Poi voglio vedere cosa fanno!!

  16. PAROLE…..PAROLE….PAROLE….come la canzone che canta Mina…..chi è in grado finalmente di fare? a quanto pare nessuno, i politici si insultano a vicenda e poi?…sottobraccio per continuare a prenderci per i fondelli e incassare benefici e privilegi sia di sinistra che di destra. A chi dobbiamo ancora dar credito? direi a nessuno, ma risultati positivi per noi non se ne vedono, quindi continuiamo a leggere……parole…….. parole…..solo parole

  17. Prima o poi qualcuno verra’ seccato in strada….e’ quello che si meritano TUTTI….E RIPETO TUTTI….SIA DI DESTRA CHE DI SINISTRA!
    Ci stanno affossando e loro alla luce del sole si arricchiscono!
    Dovranno avere paura di andare in giro per strada….perche’ prima o poi qualcuno fara’ quello che si meritano:SECCARNE UNO ….POI UN’ALTRO….!

  18. PARASSITI
    PARASSITI DELLA REPUBBLICA ITALIANA
    Abbiamo in parlamento una enorme manica di PARASSITI che se la godono alle nostre spalle. La loro prepotenza è tale che quanto più monta il sentimento di odio nei loro confronti, tanto più spudoratamente e provocatoriamente si tengono stretti gli abominevoli privilegi.
    La loro spasmodica fame di denaro gli invoglia a metterci le mani in tasca, ma nello stesso tempo sta alimentando la voglia di tutti gli italiani a mettergli le mani addosso…ma fisicamente. Forse è davvero l’unico modo che abbiamo per schiodarli dalle poltrone e mandarli nei campi. E’ gente inetta e insulsa che si fanno pagare a peso d’oro coattivamente. Sono dei PARASSITI PROFESSIONISTI

  19. TI PREGO, ENTRA IN POLITICA AVRAI IL MIO VOTO, ALMENO UNA FACCIA NUOVA ED UNA PERSONA CHE DA ANNI FA BELLE BATTAGLIE… TI PREGO, COMBATTI PER CHI GUADAGNA 1200 EURO AL MESE E NE SPENDE 1500! TI PREGO,

  20. Volevo fare qualche domandina:
    Ma l’ accisa “immigrati” sui carburanti è diventata fissa e non più temporanea ?
    Ma i soldi non ritirati delle lotterie continuano a spartirserli?
    Ma la siae continua a ingrassare sempre gli stessi?
    Grazie
    Matteo
    p.s. complimenti al governo per la manovra fallica.

  21. MESSAGGIO PER TUTTI GLI ITALIANI ONESTI:
    GIULIO TREMONTI CHIEDE DI AUMENTARE L’ETA’ DELLE PENSIONI PERCHE’ IN EUROPA TUTTI LO FANNO.
    NOI CHIEDIAMO, INVECE, DI ARRESTARE TUTTI I POLITICI CORROTTI PERCHE’ IN EUROPA TUTTI LO FANNO E DI DIMEZZARE GLI STIPENDI E I PRIVILEGI A PARLAMENTARI E SENATORI, PERCHE’ IN EUROPA NESSUNO GUADAGNA COME LORO.

  22. la vendetta è un piatto che si serve freddo!! attendiamo le prossime elezioni e nessuno si presenti a votare, nessun eletto, vorrebbe dire non vogliamo nessuno dei presenti candidati!!!! chi è disposto a non presentarsi e a far sentire la propria voce, senza urlare, senza armi?!!!molti parlano ma non hanno il coraggio di far valere le proprie idee. forse i questo modo saranno obbligati a prendere in considerazione la vera volontà del popolo italiano!!! io proporrei per tutti i polici uno stipendio da 1100 massimo 1200 euro al mese la pensione dopo 45-50 di lavoro effettivi (la loro è una categoria che non ha un lavoro usurante) in questo modo sono sicura che il parlamento si svuoterebbe!!! che ne dite proviamo?

  23. Ma si possono conoscere i nomi di quelli che hanno fatto gli emendamenti che hanno ribaltato e stravolto la manovra? sarei curioso anche di sapere chi ha contribuito anche a far si che

    – si pubblichino le dichiarazioni dei redditi, ma ANONIME (??? che presa in giro).
    – stravolgere il contributo di solidarietà (non piu’ da sopra i 90mila euro)
    – impedire l’arresto per gli evasori di piu’ di 3 MILIONI di euro a meno che non sia piu’ del “30%” del fatturato….

    ps: Grazie al sig Giordano per questo interessantissimo blog….

  24. Sono dei farabutti vivono nel lusso con i nostri soldi. Ci hanno fatto indebitare, hanno tolto fondi alle nostre scuole, alla nostra sanità, ci stanno togliendo le pensioni, le liquidazioni, hanno minato il futuro dei nostri figli, hanno fatto diventare il nostro paese un covo di criminali………Sono veramente stufo di lavorare per questi cravattari. Bisogna fare qualcosa.

  25. Che schifo!!! Che orrore di individui. Hanno fatto sparire tutti i tagli. Hanno cancellato il dimezzamento dei parlamentari, il dimezzamento dei loro stipendi, l’abolizione dei vitalizi, mai un accenno alla cancellazione dei rimborsi elettorali (che non sono dei rimborsi ma dei veri e propri tesori finanziari)…
    Come al solito, per loro, il taglio del costo della politica e dei loro emolumenti non è una priorità. Prima ci devono piegare le gambe poi spaccare la schiena (da subito, anzi da ieri) e magari poi promettono che taglieranno i loro stipendi (si ma con calma…con molta calma).
    RICORDIAMOCELO, ragazzi. Tra qualche mese questi stessi individui andranno in televisione a ricandidarsi e a promettere quello che hanno già vigliaccamente promesso da 20 anni: tagli ai costi della politica, sobrietà, riduzione del numero dei parlamentari, etica morale, onestà, dignità bla, bla, e bla. Andranno nei cassetti delle loro scrivanie e tireranno fuori lo stesso copione che hanno recitato mille volte. RICORDIAMOCELO. Ricordiamocelo quando berlusconi, bossi, maroni, calderoli, bersani, dalema, casini, fini, schifani e tutti gli altri andranno in televisione e nei comizi a illustrare i loro programmi politici. RICORDIAMOCELO. Ricordiamoci la loro falsità,incompetenza, indegnità, ipocrisia, incapacità, immoralità. Ricordiamocelo che sono stati questi parassiti a ridurre noi italiani in queste condizioni.

  26. Caro Giordano,
    ho appreso da Lei ieri sera, durante la trasmissione “In onda” che per abrogare i vitalizi dei parlamentari non c’è bisogno di una legge, ma sarebbe sufficiente una norma allegata al bilancio di Camera e Senato.
    Ecco quanto ho scritto oggi, via mail, al Presidente del Senato SCHIFANI con oggetto: VITALIZI DEI PARLAMENTARI.
    “Presidente, Le trasmetto, in anteprima, il testo della petizione, ai sensi dell’art. 50 della Costituzione, che il CoDiPeR sta presentando, poste italiane permettendo…..(5 giorni x una RACCOMANDATA 1).
    Alla Camera sappiamo tutti come la pensano su questo argomento e al Senato? Ho sentito che sarebbe sufficiente una norma allegata al bilancio per modificare i vitalizi.
    SE AVRETEIL CORAGGIO DI FARE QUESTA RIFORMA sarà più facile attuare qualunque altra riforma!
    TESTO DELLA PETIZIONE
    La pensione nasce dai contributi trattenuti dalla busta paga del lavoratore e dai contributi versati dai datori di lavoro. Si tratta di una retribuzione differita, sulla base di principi costituzionalmente tutelati.
    Anche i cittadini che si dedicano alla politica hanno diritto ad un vitalizio, ma grazie a leggi ad hoc, vi è una enorme differenza tra quanto prelevato dai cedolini paga e quanto elargito a pensionati e superstiti. Il divario viene coperto con le entrate fiscali.
    Va considerato che la politica è un servizio per il cittadino e, nel periodo di esercizio di detto servizio, il “lavoratore politico”, è adeguatamente retribuito. Una volta cessata la sua opera non può essere “omaggiato” con vitalizi derivanti dalla fiscalità in quanto non esercita alcuna attività per coloro che alimentano le entrate fiscali.
    I sottoscritti cittadini CHIEDONO
    che, nel rispetto della Costituzione italiana, vengano rivisti i criteri che danno luogo ai vitalizi dei “lavoratori politici” in modo che il loro ammontare trovi copertura nelle somme trattenute a questo scopo, senza gravare sui contribuenti.
    giuliana tofani ved. rossi
    (CoDiPeR)

    • Sig.ra Giuliana complimenti per il coraggio; crede di avere delle risposte. Per dire, Berlusconi per giustificare i soldi dati a Tarantini, sostiene di aver voluto aiutare una persona in difficoltà, conosco persone con figli disabili che hanno chiesto aiuto a Berlusconi perchè erano in vera difficoltà. Glielo spiego com’è finita o se lo immagina da sola. Pensi che sta già preoccupandosi di ricandidarsi per il 2013. E noi? Staremo sempre a guardare Sig.ra Giuliana? Cordiali saluti.

      • Voglio complimentarmi con Giuliana,e mi è venuta un idea facciamo tutti un copia e incolla del testo che ha scritto <giuliana e mandiamolo tutti alla presidente del senato schifani.
        IO la mando adesso.

  27. Non ne posso più,ma non mi dovrei stupire più di nulla,il mio ex fidanzato vive a casa mia e si è pure cambiato serratura, gli avvocati fanno finta di risolvere qualcosa e intanto chiedono il conto,la banca nega i prestiti a i disoccupati e le cooperative sfruttano le persone per lavorare e le pagano 4 mesi dopo. Se accade questo in una cittadina come la mia, chissà i ballottini,le mazzette che gireranno. Ormai abbiamo raschiato il barile!!!!!

  28. Una classe politica da buttare per intero nella spazzatura. Tutti. Destra, Sinistra, Centro. Via ! Una manica di faccendieri, avventurieri, implicati in ogni tipo di esercizio che possa portare beneficio solo alle loro tasche. Del paese non gli frega un fico secco. Sono tutti dei PAROLAI, grandi costruttori di chiacchiere. Si è sparlato della vecchia DC,dei De Mita, degli Andreotti, e dei vecchi politici….. ma almeno quelli, pur mangiando, avevano una testa pensante e tanta cultura politica e conoscenza della storia d’Italia. Questi sono solo dei caproni che non sanno nemmeno l’anno in cui si è avuta l’unità d’Italia. Una tristezza e una rabbia infinita.

  29. ora siamo in tanti riviviamo i momenti di tunisia egitto francia e metteteci altri stati dove con forza si è cambiata rotta politica.Qui in italia la pappa è sempre per pochi e sempre per gli stessi. Hanno perso i referendum le amministrative la gente è stanca e sfinita di una manovra da film horror l’unica manovra che consiglio al cavalier e alla sua banda “onesta” di fare retromarcia e correre il piu’ possibile lontani dalla gente che tra non molto ( e ne sono fiducioso) si armerà per bene, giorni fa la cgil, domani le regioni, domani tutta la povera gente.Ci avete rotto il cazz!!!!! andate nei campi li si che serve gente a 900euro al mese e poi provate pure a camparci luridi e pezzi di mer!!!

  30. ora siamo in tanti riviviamo i momenti di tunisia egitto francia e metteteci altri stati dove con forza si è cambiata rotta politica.Qui in italia la pappa è sempre per pochi e sempre per gli stessi. Hanno perso i referendum le amministrative la gente è stanca e sfinita di una manovra da film horror l’unica manovra che consiglio al cavalier e alla sua banda “onesta” di fare retromarcia e correre il piu’ possibile lontani dalla gente che tra non molto ( e ne sono fiducioso) si armerà per bene, giorni fa la cgil, domani le regioni, domani tutta la povera gente.Ci avete rotto il cazz!!!!! andate nei campi li si che serve gente a 900euro al mese e poi provate pure a camparci luridi e pezzi di mer!!!

  31. Non sono a favore del movimento a 5 stelle…ma visto la cosidetta classe politica, preferisco gente giovane…votiamolo come protesta e vediamo cosa succede.
    Altrimenti rimane una sola cosa: RIVOLUZIONE

  32. Amci,
    ho letto i vostri commenti di indignazione. E, al punto come stanno le cose, l’unico mezzo che i cosiddetti “onorevoli” (tutti: maggioranza e opposizione) avrebbero per recuperare un poco della stima e dell’onorabilità perduta (visto che in questa vicenda hanno tutti dimostrato di averne zero) è quella di stare un anno gratis sugli scranni di Palazzo Madama e Montecitorio, senza stipendi, indennità e quantaltro. Che se la cantino e se la suonino pure, oltretutto ci farebbero recuperare l’anno che hanno perso correndo addietro alle baggianate, come quella della casa di Fini a Montecarlo, e a tutte quelle altre vicende di donne vere o presunte del premier. E chi se ne fregava di sapere se e quante donne avesse avuto: buon per lui. A me interesssava solo che governasse bene, il resto lasciamo fare ai giornalisti gossipari che non hanno buone idee per buoni articoli.
    Fine della sfuriata.

    A proposito, mi viene in mente la vicenda per la nomina di quel papa dell’anno 1000 o giù di lì. Non si decidevano a mettersi d’accordo e allora il popolo li rinchiuse, mettendoli a pane e acqua finchè stanchi e affranti si decisero ad eleggere il papa. Ecco, forse andrebbero rinchiusi per un anno a pane e acqua in quelle sedi istituzionali, e gratis a cantarsela tra di loro.

  33. ABOLIAMO LA LEGGE n. 1261 del 31 ottobre 1965
    Con questa legge i politici hanno la possibilità di farsi lo stripendio come e quando vogliono.
    Bisogna fare un referendum che la abroghi, in questo caso vale la legge 9 agosto 1948, n. 1102, con questa legge i deputati dovevano prendere uno stipedio di 50.000 lire piu’ una diaria di 1.000 o 3.000 a seconda che fossero residenti a Roma oppure fuori Roma. A questi valori aggiungiamo pure l’indice istat, in modo tale che prendano 1.300 euro di stipendio e 68 euro di diaria. Con questi valori saranno molto piu’ sensibili ai problemi del caro vita.

  34. Dott. Giordano,ieri 8 settembre guardando il programma di rai 3: “Cominciamo bene”, ho sentito una deputata del PD affermare con veemenza e richiesta di crederle, si rivolgeva al pubblico presente del movimento 5 stelle, che i vitalizi sono stati già aboliti e che anche i politici vanno in pensione a 65 anni. Ma è vero??? o ci prendono in giro??
    La prego di rispondere ringrazio della risposta
    Lisa

    • I vitalizi non sono stati aboliti per nulla. Sono stati fatti alcuni interventi per ritardarne la concessione. Ma con mille limitazioni (tanto è vero che nel 2008 abbiamo avuto ancora parlamentari pensionati a 46, 47 e 48 anni). E comunque non è stato toccato lo scandalo di fondo: perché con 5 anni in Parlamento si matura il diritto alla ricca pensione per il resto della vita mentre un cittadino per avere una miseria dall’Inps deve faticare 35 anni?

      • Dott. Mario, mettiamo per ipotesi che questi signori si sveglino un mattino e per alzata di mano si triplicano lo stipendio, chi glielo vieta???? Il Politico è Sovrano e non il Popolo!!!!!

  35. Scandalo, Parassiti, Sanguisughe, Ladri, scusate ma sono tutti commenti inutili arrivati a questo punto, la casta non ci prende minimamente in considerazione, per cui la domanda è, cosa possiamo fare per terminare questo scempio verso l’Italia e gli Italiani?
    Bisogna trovare delle proposte sensate per mettere la parola fine una volta per tutte, altrimenti rischiamo di essere solo fumo.

    • Continuo a dirlo Daniele, da soli non solo non se ne vanno, ma ci prendono pure in giro.Cosa possiamo fare? Andarli a prendere come si vanno a prendere tutti i delinquenti e disfarsene, per andarli a prendere intendo FISICAMENTE.

  36. Sono assurdi. Parlano di demagogia. Oggi il Fini ha di nuovo ripetuto che “…c’è un costo eccessivo degli apparati che va ridotto…” Ricordiamogli che solo qualche settimana fa Antonio Borghesi ha tentato di abolire gli odiatissimi vitalizi, e lui il damagoco si è messo di traverso bloccando sul nascere tale iniziativa. Forse, così abbronzato, sta già assaporando il suo di vitalizio e si guarda bene (d’altronde come tutti gli altri) a metterlo in discussione. Ma vi siete accorti che nessun parlamentare ha commentato la scandalosa man bassa ai tagli che è stata fatta al senato, notte tempo??? RICORDIAMOCELO. Quanto è urticante quando dichiarano davanti alle telecamere che si devono tagliare i costi della politica e poi si affrettano a mandare qualcuno a fermare tutto??? PARASSITI IPOCRITI

  37. complementi a mario giordano per questo sito!!!!pirtroppo io credo che la politica italiana non si meno corrotta e corruttibile dei 20 anni fa !!visto che la maggiorparte dei componenti sono li stessi!!! e impossibile in un paese tassato coem l italia che siamo sempre in deficit!!ma tutti ste tasse vorremmo capire fino in fondo dove le mettono!!!perche credo che ci sia ancora tanto da scoprire !!!fino a quando non si riuscira a sraducare dalla politica quell sistema di omerta e di taciti accordi nnon scritti!!non cambiera mai niente

  38. ciao Mario,purtroppo in molti pensano che la soluzione sia quella di tagliare i costi della politica. Buon inizio direi ma non ci si può fermare a questo perché dobbiamo andare oltre ! Siamo pieni di persone e personaggi che sono stati nominati e posizionati a succhiare la grande mammella dello Stato dai politici e non solo dagli attuali. Da decenni supportiamo super stipendi ed agevolazioni ad ambasciatori,generali di guerre mai combattute,giudici di vari livelli,consigli di amministrazione di inutili enti creati solo per posizionare amici e creditori… , rettori di università inutili e chi più ne ha più ne metta ! Ma non a succhiare sempre la solita mammella !
    Dobbiamo trovare il modo democratico ( altrimenti ci fermano ) per porre un limite ben preciso a questa enorme presa in giro per tutto il popolo italiano .

  39. cosa bisogna fare per farglielo capire?
    Bella domanda.
    Entrare nei palazzi del potere con un nuovo partito composto da una nuova classe politica, che lotti strenuamente contro questi soprusi?
    Potrebbe essere un’idea?
    Persone che abbiano il coraggio e la forza di affondare questa vecchia politica fatta da corrotti, faccendieri, imprenditori senza scrupoli e aggiungerei mentecatti?
    Persone che non griderebbero a dalema “venditi la barca”, ma che lo obbligherebbero insieme ai suoi colleghi tutti a vendersi anche le mutande per vivere, visto che a noi hanno tolte anche quelle.
    Questo ci vuole, un cambiamento radicale, un nuovo vento che soffi in direzione del popolo italiano e a favore del popolo italiano, che lo tuteli in patria e all’estero, non possiamo essere schiavi delle potenze mondiali e abbassarci le braghe per il loro comodi solo perchè grazie a questo -e non solo- loro possono liberamente fare come gli piace e quindi tutelare i loro interessi.
    Bisogna davvero prendere coscienza una volta per tutte e agire.

    • Sul fatto di creare un nuovo partito sono dubbioso in quanto si corre il rischio di farlo cadere nell’ingordigia dell’attuale classe politica, o quantomeno troverebbero un sistema per tagliarlo fuori, e ultima mia perplessità è abbiamo i tempi necessari per fare tutto questo?
      A mio avviso la situazione economica italiana stà precipitando di giorno in giorno. Qualcosa di più radicale potrebbe essere la soluzione?

    • Sul fatto di creare un nuovo partito non sono d’accordo anche perchè non avrebbe la forza di contrapporsi ed abbattere questo nugolo di privilegiati e quindi visti i privilegi, dopo poco tempo,verrebbero anche loro a fare parte della lauta pappatoia.
      Si dovrebbe invece escogitare un sistema per mandarli tutti ai lavori forzati.

  40. MESSAGGIO PER IL DOTT. GIORDANO:
    Tutti scrivono, tutti siamo indignati, tutti stanchissimi ….. perchè Lei – tramite questo suo sito – non si fa promotore con la Sua squadra di una qualche iniziativa?
    I Suoi lettori sono numerosissimi e, soprattutto, anche pronti a fare qualche cosa. Ognuno dice la Sua e non se ne salta fuori; qui bisogna veramente prendere sul serio la questione.

  41. carissimi amici siamo proprio italiani pronti a cantare l’inno quando c’è la nazionale e poi! poi più nulla solo parole parole ecc. ecc. amici bisogna rispondere bene a questi signori.
    ricorderete gli anni 68 e allora poche chiacchere e tutti in piazza .

  42. Ill.mo Dott. Mario Giordano, hanno fatto la raccolta firme,per modificare la legge sulle elezioni o legge pocellum ed insieme perchè non hanno raccolto le firme per la riduzione del numero dei palamentari e l’abolizione delle province e di tutti i privilegi della casta politica.Forse potrà iniziare lei a farlo anche tramite internet, perchè qui ci vogliono i fatti le ciance sono già troppe e sempre le stesse.Ma dove sono gli indignati del popolo ITALIANO,tutti a dormire.BISOGNA ELIMINARE TUTTE LE CASTE,ED I LORO PRIVILEGI.Ad iniziare da quella politica e le loro pensioni immeritate, o meglio RUBATE AL POPOLO ITALIANO.Liberalizzare tutte le attività commerciali e non in modo da creare concorrenza e libero mercato, dai notai ai tabaccai e fare in modo che se qualche giovane vuole iniziare qualsiasi attività,da notaio a tabaccaio o farmacista o altro non deve essere costretto a versare suon di milioni, allo stato cioè ai politici casta per eccellenza, ma lo possa fare con una semplice domanda in carta semplice come avviene nelle altre nazioni tipo inghilterra e germania.Per poter avviare una tabaccheria in Inghilterra o qualsiasi attività commerciale in GERMANIA BASTA UNA SEMLICE DOMANDA AL COMUNE DI COMPETENZA,mentre in ITALIA domande ai MONOPOLI di STATO, cioè politici asta pubblica perchè ci devono super guadagnare per mantenere i politici e questi enti inutili tipo i monopoli le province le comunità montane sul mare i consorzi di bonifica che non bonificano nulla, eccetera eccetera.ITALIANI SVEGLIAMOCI MA PER FARLO CI VUOLE UNA GUIDA E CHI MEGLIO DI LEI DOTT GIORDANO, SONO SICURO CHE NOI ITALIANI CHE NON CE LA FACCIAMO PIU’ A SOPPORTARE QUESTA CASTA MALEDETTA E ARROGANTE, percio’ penso che la seguiremmo in massa in un’iniziativa seria,che abbia comme obbiettivo principale l’annullamento di questa casta politicxa e dei suoi privilegi e l’annullamento di tutte le altre caste e dei loro privilegi.

  43. Alle le prossime elezioni, considerata la necessità di risparmiare sulle spese della politica, prego la tipografia dello stato di stampare una scheda di meno: LA MIA! Non c’è forse già un unico partito politico? La Casta! Quanta ventosa e vergognosa loquacità! Tutti tesi a carezzare le orecchie del Volgo ed unicamente adatti a portare le anatre a bere! Condivido le idee di Mario Giordano! Auspico che il dissenso monti ogni giorno di più!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *