Ok, stretta sulle pensioni. Ma perché non aboliscono quelle dei parlamentari?

Ma i tagli ai costi della politica ci saranno davvero? il dubbio è legittimo, dal momento che sia il dimezzamento dei Parlamentari sia l’abolizione delle Province sono rimandati a un disegno di legge di natura costituzionale che quasi sicuramente non potrà mai essere approvato in questa legislatura. Sia chiaro: è un bene che nel contenuto la manovra sia andata oltre ad alcune misure fumose (come le presunte 50mila poltrone cancellate negli enti locali) che in realtà nascondevano il nulla. Ed è un bene che la misure previste siano finalmente serie: in effetti il dimezzamento del numero dei parlamentari e l’abolizione delle province sono due provvedimenti che davvero inciderebbero per la prima volta in modo radicale e decisivo sulla Casta. Ma il dubbio resta: quando entreranno in vigore? O meglio: entreranno mai in vigore?

Non è un dubbio da poco. A ben guardare, infatti, a oggi tolto il contributo di solidarietà dei parlamentari, di altri tagli concreti ai costi della politica non se ne vede traccia. E allora  ribadisco una semplice domanda:  visto che, come inevitabile, per far quadrare i conti, alla fine è stato necessario mettere mano alle pensioni degli italiani, perché insieme non sono stati aboliti anche i vitalizi dei parlamentari? Forse perché quello si poteva fare subito, senza bisogna di rimandare a un disegno di legge di natura costituzionale?

63 risposte a “Ok, stretta sulle pensioni. Ma perché non aboliscono quelle dei parlamentari?

  1. Sono davvero schifato dalla classe politica italiana. La vergogna non ha più limiti. Penso seriamente ad andarmene da questo paese in quanto non mi sento più di mantenere questi vermi privi di amor patrio. Vorrei che annegassero nel loro sporco mondo fatto di interessi ed avidità.

    • … E benvengano nuovamente quegli anni !!! Almeno ci toglieremo definitivamente dai “santi gioielli” certi putridi esseri immondi che circolano nella nostra Nazione .
      Zecche schifose che abitualmente frequentano i palazzi di potere non per fare gli interessi della collettività ma per il loro sporco profitto personale.

  2. non c’è più limite alla vergogna…mi auguro una rivolta popolare e una presa di Montecitorio come quella della Bastiglia !!!! 🙁 Roberto

  3. e noi da bravi continuiamo a dormire,sveglia gente,non pogare piu tasse,ci vorrebbe una rivoluzione popolare,contro questi ladri

    • magari fosse così facile non pagar piu le tasse… il problema è che ai lavoratori dipendenti vengono detratte direttamente dalla busta paga… 🙁
      oltretutto se le cose girassero bene sarebbe un piacere pagare le tasse (che sarebbero sicuramente piu basse) ,il problema sta nel fatto che piu paghiamo e piu quegli infami aumentano il loro stipendio lasciando la situazioneitaliana nel buio piu totale…

  4. E’ sempre la solita manfrina, riduciamo, riduciamo,…… vi abbiamo ridotto!!!!!!!!!ora è mai possibile continuare ad essere così maltrattati e rimanere inermi???????ma quando ci sveglieremo???????? MAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Sendo me l’unica cosa che i nostri politici toglierrano e’ un comandamneto in modo che da 10 passino a 9, ovviamente il comandamento da togliere e’ il settimo “NON RUBARE”

  6. Ma ci rendiamo conto che questa banda bassotti ha pensato bene di inasprire i requisiti agli italiani per poter prendere una misera pensione e invece non aboliscono i vitalizi d’oro a loro riservati con soli pochi mesi di mandato!!! Qui bisogna davvero sfasciare tutto e disononarli. SONO SPUDORATI, EGOISTI E AVIDI.

  7. Per la politica e i suoi privilegi niente tagli immediati! La solita vergognosa condotta di questi politici avidi e miopi che oltre a rubare il futuro con i loro esosi stipendi e pensioni rubano anche il presente.Il divario fra chi ha molto e chi ha poco si allarga sempre più e la commistione politica-mazzette è più viva che mai. Con questo andazzo stanno crendo i feudi cui loro saranno i capi e il nostro paese sarà maledettamente ghettizzato

  8. Cari connazionali..purtroppo è brutto da dire ma è solo colpa nostra che glielo permettiamo ormai da anni e anni…finchè ci fermiamo alle parole la situazione non cambierà mai. E’ inutile scrivere lamentele tutti i giorni quando poi nessuno muove un dito per cambiare le cose…

  9. Siamo tutti daccordo che come sempre i tagli ai costi della politica sono solo belle parole, che tutta la classe politica senza distinzione di corrente è vergognosa e vive lucrosamente sulle spalle dei cittadini, e siamo altrettanto daccordo che ci lamentiamo abbassando sempre piu’ la testa senza fare sentire la nostra voce. Chiedo semplicemente a chi dice che dobbiamo ribellarci….cosa dobbiamo civilmente fare in concreto?!? Perchè io personalmente mi sento impotente davanti a tutto quello che accade. Mi sembra che anche queste siano solo belle speranze

    • Quando un lupo e solo non crea nessun problema , MA SE I LUPI SI UNISCONO IN BRANCO FANNO PAURA, CREDO MANCHI SOLO UN CAPO BRANCO.
      SI FACCIA AVANTI QUALCUNO CON QUALCHE PROPOSTA CONCRETA!!!!
      Come dice GRIFF ” ho paura che torneranno gli anni bui”non è il solo ad avere questa impressione, chi vive in mezzo alla gente lo sente a pelle.

  10. Italiani tutti i politici quando sono in televisione di tutto parlono ma mai della loro voracità.Sono tutti senza pudore svergognati.

  11. CARI POLITICI i vostri vitalizi devono essere pagati con i soldi accantonati dalle vostre buste paga e non con i soldi dei contribuenti.
    NESSUNA LEGGE STABILISCE CHE VI DOBBIAMO MANTENERE ANCHE LA PENSIONE.
    Il debito pubblico lo avete creato VOI e la prima RIFORMA DELLE PENSIONI DA FARE E’ LA VOSTRA.

    • Bravissima Giuliana, hai centrato in pieno il problema. Questi individui fanno i conti sempre alle tasche degli altri ma omettono di rilevare che versano appena 20 milioni di contributi ma costano oltre 220 milioni…di vitalizi. ABOLIZIONE DI TUTTI I VITALIZI

  12. L’altra categoria che deve fare un passo indietro e restituire il maltolto è quella dei sindacati.
    SINDACALISTI SIETE LA VERGOGNA DEL PAESE: RUBATE I CONTRIBUTI DEI LAVORATORI ONESTI PER PAGARE LE PENSIONI DELLA LEGGE MOSCA.
    Quando i tempi saranno marturi saremo noi a scendere in piazza armati di “forconi” per manifestare contro di voi.
    VE LA DIAMO NOI LA PENSIONE INTEGRATIVA. Con tutto quello che viene pagato il lavoratore ha diritto a una pensione soddisfacente senza ricorrere alla integrativa.

  13. Non ci sono parole…sono triste e mi viene da piangere, i politici fanno schifo! banchieri e parlamentari rubano dalle tasche dei poveri e degli anziani!Nessuno in questo paese parla di posti di lavoro, non c’è un briciola di crescita e non ci sono chances…solo i ricchi sanno come gestirsi xkè ne hanno i mezzi…e mentre le persone comuni lottano per sopravvivere a quest’asfissia, loro tagliano e tassano…Ma voi quando pagherete maledetti!

  14. Abbiamo in parlamento gente becera e incapace:per rimediare al contributo di solidarietà non si stanno preoccupando del futuro di noi giovani. Con il loro VITALIZIO, con il sovrastimato contributo finanziario ai partiti, con tutti gli altri innumerevoli privilegi ancora in essere, stanno distruggendo tutte le prospettive alle nuove generazioni. Parlano di diritti acquisiti in riferimento ai vitalizi che invece altro non sono che degli abusi esercitati grazie al loro potere decisionale. Nessun elettore italiano lo vuole e lo ha mai votato ma i parlamentari (Berlusconi, Bossi, Calderoli ecc.) se ne fottono e perseverano diabolicamente a mantenere questa abominevole forzatura, esclusivamente a vantaggio dei loro portafogli. Un sistema perverso per garantirsi la bella vita anche dopo il loro inutile e costosissimo mandato elettorale. Al contrario serrano le pensioni agli altri italiani, ritenuti asini elettori. Qui lo sciopero non basta, ci vogliono i forconi.

  15. Dottor Giordano,
    Lei è un giornalista che ha avuto il coraggio di mettere in evidenza cio’ che tanti anno taciuto per tanti anni.
    Secondo me Lei dovrebbe anche andare a vedere le auto blu,quanto ci costano, quante sono, e sopratutto quanti ne usufruiscono pur non contando nulla.
    Ho fatto la scorta a persone che neppure il peggiore criminale sprecherebbe una cartuccia per loro, da addetto ai lavori questo lo ritengo uno scandalo che deve venir fuori.
    Saluti

  16. Dottor Giordano,
    Lei è un giornalista che ha avuto il coraggio di mettere in evidenza cio’ che tanti anno taciuto per decenni.
    Secondo me Lei dovrebbe anche andare a vedere le auto blu,quanto ci costano, quante sono, e sopratutto quanti ne usufruiscono pur non contando nulla.
    Ho fatto la scorta a persone che neppure il peggiore criminale sprecherebbe una cartuccia per loro, da addetto ai lavori questo lo ritengo uno scandalo che deve venir fuori.
    Saluti

  17. Che delusione leggere i privilegi di questa gente,io che sono un insegnante precaria da 12 anni, ancora non ho ricevuto la disocuppazione di luglio…..
    Che schifo!!

  18. Taglio immediato, non con modifica costituzionale (solo una finto taglio del numero dei parlamentari perchè fin tanto cambierà il mondo), già da ieri abolizione di tutti i vitalizi (eventuale rideterminazione col metodo contributivo per gli ex-parlamentari e ex consiglieri regionali), abolizione di tutti i finanziamenti ai partiti, di tutti i benefit e altri privilegi. Misure che possono essere immediate e le cui enormi risorse economiche risparmiate, sono subito disponibili. Non bisogna e non si deve guardare negli altri portafogli, ma prima e soprattutto nei portafogli gonfi della casta.

  19. Qui il problema serio non e’ diminuire il numero dei parlamentari, ma tagliare in maniera razionale i costi, che a 360 gradi, i nostri pseudo rappresentanti fanno gravare sulla spesa pubblica. Se oggi, farsi rappresentare in maniera adeguata in parlamento, e’ un’ impresa…figuriamoci con un numero ridotto di parlamentari, che sarebbero ancor piu’ “amici degli amici”.

  20. caro direttore,
    lei dice delle cose veramente giuste ed ammiro i suoi interventi.
    Credo siano giustissimi i suoi commenti, sono un elettore di centrodestra ma mi sento veramente preso in giro da queste continue manovre. I tagli vengono rimandati a dei disegni di legge costituzionali che non verranno mai approvati, semmai presentati, perche’ l’opposizione non li votera’ mai.
    il fatto che sia una presa in giro e’ dato dal voto contrario che hanno appena dato su un disegno di legge dell IDV per abolire le provincie.
    La verita’ che questa casta fa veramente schifo, e’ attaccata alle poltrone in modo vergognoso, tutti sanno che le provincie e le doppie camere parlamentari creano solo enormi costi ufficiali(15 miliardi annui), tangenti (almeno altri 15 miliardi vedi relazione corte dei conti) e disfunzioni con rallentamenti e allungamenti della burocrazia che danneggiano i cittadini.
    Sono di Como e in 40 anni non mi sono mai recato in provincia, tantomeno nessuno della mia famiglia e dei miei conoscenti, ai cittadini le provincie non servono.
    Berlusconi mi ha veramente deluso, ormai e’ agli sgoccioli ed essendo l’unico a non aver bisogno dello stipendio pubblico speravo che desse una prova di forza da statista tagliando le spese statali con un decreto legge con voto di fiducia mettendo tutti gli altri parassiti con le spalle al muro, invece continua a farsi tirare per la giacca da tutti, cosi niente tagli ma solo tasse e lui finira’ per essere ricordato oltre che per le suoi noti problemi giudiziari anche per colui che ha tartassato i cittadini.

  21. E’ giunta l’ora che facciano quello per il quale sono stati votati…rappresentare l’Italia e non i loro interessi. Ci dicono di continuo che la situazione è grave ma fin’ora hanno proposto solo interventi che vanno a penalizzare i soliti sfigati (che siamo noi). Se siamo messi così male che inizino davvero a rivedere i loro privilegi che rappresentano una buona parte di spese non necessarie. Dicono che i privilegi acquisiti non si possono toccare e che qualsiasi eventuale intervento sulla classe politica sarebbe attuabile dalla prossima legislazione…ma allora forse la situazione non è poi così grave come ci vogliono far credere!! La verità è che si può fare tutto…basta volerlo!!!

    • E chi ci deve rimettere le pene,la povera gente come noi svegliamoci.Giorno sei settembre una forte partecipazione nazionale facciamoli tremare questi sanquisughe.Facciamoli vedere il quarto potere

  22. ma sabrina come ragioni ?
    da chi vuoi essere rappresentata? cosa significa essere rappresentati ? eleggere qualcuno che poi ti fa dei piaceri ?questo e’ il voto di scambio, il clientelismo, il CANCRO del nostro paese. Piu’ parlamentari ci sono e piu’ corruzione abbiamo, e’ scientifico, se sono in mille rubano in 800 se sono 100 rubano in 80. Inoltre se sono in 1000 il capo dle governo subisce mille ricatti se sono in 100 ne subisce 100 e ne deve accontentare solo 100. quando parli dei parlamentari non parli di super manager ma di trombati della societa’ che si rifugiano in politica per rubare, la meta’ sono drogati oltre che ladri(vedi servizio delle IENE).
    negli ultimi 20 anni quando abbiamo votato per il governo abbiamo scelto il presidente e stop.
    abbiamo votato per prodi o per berlusconi, per veltroni o per berlusconi, per rutelli o per berlusconi mica per i 1000 parlamentari.
    una cosa e’ votare per il sindaco, un’altra per il capo del governo che deve avere maggior potere e non essere in balia di 1000 disgraziati. Meglio ridurgli la durata del mandato a 3 anni ma aumentargli i poteri riducendo i parlamentari a 100 con una camera sola.
    Oggi vince che arriva primo e non chi arriva ultimo perche’ deve accontentare 1000 deputati, Ci vuole un governo forte ed agile.
    Se Bill Gates ogni volta che doveva decidere per Microsoft avesse dovuto accontentare 1000 consiglieri a quest’ora sarebbe gia’ fallita

  23. caro direttore, perche’ non va lei al governo ?
    e’ possibile che certe cose non le capiscono solo i politici?
    la gente e’ schifata , dovevano fare una manovra di tagli e ne hanno fatta una di tasse.
    oggi con la globalizzazione i paesi fanno gare ad abbassare le tasse per attirare investimenti e lavoro, noi invece facciamo l’opposto. La Svizzera scoppia di salute perche’ accoglie tutti colori che scappano dalle tasse italiane. Con queste manovre facciamo solo dei regali ai paradisi fiscali e ai paesi nostri concorrenti, Prima zavorriamo l’economia con enorme spese statali, poi la colpiamo con le tasse.
    cari imprenditori scappate da questo paese di fanulloni, altro che evasori fiscali, siete l’unica sorgente di vita di questo paese alla quale tutti si aggrappano.
    lasciamo il paese in mano ai politici, ai sindacati che sono la casta piu’ protetta in assoluto e si permettono pure di scioperare, che vergogna.
    Lasciamo il paese in mano a DIPIETRO baby pensionato , che da magistrato si faceva prestare mercedes e centinaia di milioni da imprenditori gurda caso milanesi. agli operai nessuno ha mai prestato nulla.

  24. ATTENZIONE!!!!!!!!Arriva la stretta sull’evasione fiscale !!
    Evidentemente fino ad ora non era abbastanza stretta! per chi si teneve ALLENTATA l’attenzione????????

    • Signori…..sono tutte parole inutili….fiato sprecato….C’e’ una sola soluzione….NON VOTARE PIU’ A NESSUNO….Abbiamo l’arma piu’ potente del mondo…ma dobbiamo essere uniti….come lo sono loro quando devono aumentare i loro gia’ ” GRASSI” salvadanai….FORZA E CORAGGIO….

  25. Dei diritti acquisiti, degli altri, si sono fatti beffa perpetrata negli anni! Hanno cambiato le carte in tavola con l’assenso dei sindacati che hanno contribuito a creare lavoro precario e malpagato. Ci sono diverse caste in questo paese, pragicamente è ghettizzato dalle caste! Ci vorra molta varechina per ripulire tutta questa sporcizia

  26. Sono nauseato sono con le tasche vuote,abbituato a prendere un caffe con amici mi sono inchiodato in casa senza uscire per non fare brutta figura,per colpa di questi dementi che ci governano 65 anni senza lavoro e senza pensione e loro dettano leggi inigue verso il popolo e per loro tutto a gonfie vele. BASTA

  27. Perchè continuano a prenderci per i fondelli, non siamo imbecilli.Tagliate i vostri benefit MILIONARI.CAPITO!!!!!!!!!!!!!!!!

  28. Dal blog di Beppe Grillo:
    Quota 97 equivale a 62 anni di età e 35 di contributi per andare in pensione. Nessun ventenne, trentenne, quarantenne, e anche molti cinquantenni che hanno perso il lavoro in questi anni, ci arriverà mai. L’Everest di quota 92 è, come tutti sanno, temporaneo, sarà aggiornato nel tempo per evitare il default. Diventerà quota 100, poi 105. Sempre più in alto, mentre diminuiranno gli anni di possibile contribuzione per i precari, per gli assunti a progetto per pochi mesi, per gli attuali disoccupati. Si assesteranno, se va bene in 18/20 anni. Per arrivare a quota 100 bisognerà quindi avere 80 anni di età e 20 di contributi. Questa è una eccezionale presa per il culo.
    I contributi all’INPS sono pagati OGGI da lavoratori che in pensione NON ci andranno mai. Servono a pagare le baby pensioni, le super pensioni, le doppie e triple pensioni, le pensioni dei parlamentari. La pensione di 32.000 euro al mese di Amato, dei consiglieri regionali, il “vitalizio” di 9014 euro di Veltroni, le pensioni di chi sta a casa da quando aveva 40 anni. Perché pagare le pensioni per gli altri senza andare in pensione? Non ha alcun senso. Un limite massimo di 3.000 euro al mese e un’età di 65 anni mi sembrano ragionevoli. Se il tetto venisse applicato lo Stato risparmierebbe 7 miliardi di euro all’anno e tutti potrebbero accedere alla pensione senza quote. Non vedo alcuna ragione per cui un ragazzo debba pagare i contributi all’INPS sapendo che la pensione non l’avrà mai. Il versamento obbligatorio all’INPS deve essere abolito, ognuno risparmia ciò che vuole per usarlo in vecchiaia. L’INPS è un baraccone che ha usato i soldi per le pensioni per farci di tutto, un’istituzione politica non di garanzia dei contribuenti. I soldi dell’INPS sono stati impiegati, tra le altre cose, per la cassa integrazione. Quando per decenni la Fiat perdeva, i suoi dipendenti li pagava l’INPS, cioè noi. Chissà se Minchionne ne è al corrente?
    Sulle pensioni bisogna essere chiari. Deve esserci un minimo per gli indigenti (1.000 euro?) e un tetto massimo per tutti gli altri e nessun innalzamento dell’età pensionabile. Se così non sarà è meglio che l’INPS chiuda i battenti e le giovani e quasi giovani generazioni smettano di pagare contributi per una pensione che non riceveranno mai.
    Ci sono 19 milioni di pensionati in Italia e circa altrettanti lavoratori che gli pagano la pensione attraverso i contributi mensili. Chi non è in pensione lavorerà (se avrà la fortuna di essere in salute e di avere un lavoro) fino alla morte. Questa situazione non può durare, lo capirebbe anche un bambino e chi paga i contributi INPS lo ha già capito. I contributi sono diventati una tassa per vecchi più fortunati. La riforma delle pensioni si deve fare per tutti o per nessuno. Per chi è già in pensione e per chi ha il diritto di andarci. Non possono esistere in questo momento diritti acquisiti.

    • hai perfettamente ragione. Se aspetti cambiamenti costituzionali, campa cavallo…. . qua ci vuole un incisione forte e immediata in modo da cambiare subito questa situazione di m…- il cittadino non si può’ muovere come vorrebbe perché’ i poteri sono ancora troppo forti e la forza di polizia e’ soggetta ai poteri – bisogna che guardiamo al Nord Africa per cambiare qualche cosa, ma chi fa il primo passo?? Sono sicuro che verrebbe seguito immediatamente da tutti, pero’ bisogna che qualcuno si decida

  29. Mi rivolgo a quelli che pensano di non votare piu.Cosi fate il loro gioco.Provate a leggere il programma del movimento5stelle e poi provate a dargli fiducia,tanto non abbiamo “quasi “piu niente da perdere!!!

  30. E’ notizia di oggi che schifani, si il presidente del senato, ha allineato i costi dei lauti pasti riservati alla casta dei senatori ai costi medi di mercato. L’enfasi data a questa notizia dovrebbe servire a sopire la monta anti-casta e anti-privilegi della polica. Dunque, un risparmio di soli 2 milioni di euro a fronte di 4 miliardi di euro all’anno è la soluzione per ridurre i costi della politica??? Ma come mai nessuno della maggioranza e soprattutto della lega (si, quella di roma ladrona) parla, cita, evidenzia, propone l’abolizione degli odiati vitalizi. Nessuno elettore italiano li accetta, nessuno elettore italiano l’ha mai votato, nessuno elettore italiano ha sentito la necessità (a parte ovviamente i diretti privilegiati). Rammento che schifani e fini avevano già provveduto a bloccare iniziative mirate a ridimenzionare tale abuso, perchè diritto acquisito. Invece è’ un vero abuso, travestisto da diritto acquisito delle vecchie generazioni, tutto a carico delle nuove generazioni che pagheranno salato tale privilegio della casta con lacrime e sangue, e senza trarne alcun beneficio. E’ legale considerare un privilegio acquisito per pochi, un immenso fardello per tutti gli altri???

    • Sono un operaio monoreddito di 37 anni, sono allibito ed estremamente deluso dall’operato della “casta” nella sua totalità! Destra, sinistra, centro… Tutti uguali, vergognosi e senza pentimento o morale ne rispetto per chi mantiene, a suon di anni di fatiche e sacrifici, i loro discutibilissimi privilegi! In sostanza io tolgo il cibo di bocca ai miei 3 figli, lavorerò per altri ??? anni e non so nemmeno se ci sarà un futuro per i miei figli… Quegli individui non pensano minimamente a tutto questo,tanto presi da loro stessi e dalla brama di ricchezza e potere, da essere riusciti a distruggere questo grande paese e le sue tradizioni! E’ disgustoso!! che si vergognino di chiedere, a persone che sono sull’astrico, sacrifici che non serviranno a nulla!

  31. quando smetteremo di avere paura di perdere quel poco che ci hanno lasciato forse avremo il coraggio di cercare un vero cambiamento.
    Spendiamo tante parole per esprimere la nostra indignazione, ma purtroppo le parole non servono, serve concretezza, serve consapevolezza.
    Non dobbiamo dimenticare che noi siamo i datori di lavoro di questi personaggi e che dobbiamo essere noi a stabilirele cifre dei loro stipendi e delle loro pensioni, non il contrario.
    Siamo noi che possiamo costruire un futuro per i nostri figli e una possibilità di arrivare alla vecchiaia con dignità e con una pensione equa agli anni che abbiamo lavorato.
    Loro, chi per un motivo, chi per un altro, sono ormai parte di un sistema che va così da molti decenni, per quale motivo dovrebbero cambiarlo?
    C’è uno di noi che al loro posto non accetterebbe i privilegi che loro hanno?
    Non credo.
    In conclusione, bisogna agire, non parlare.

  32. Ma perchè vogliamo parlare dei calciatori???!!! che si rifiutano di pagare il contributo di solidarietà roba da matti, dovrebbero campare a pane e acqua questa gente inutile, tanto a che serve il calcio? a niente serve alla società, e noi invece dobbiamo pagare i centinaia e centinaia di poliziotti che devo sempre presidiare le partite, i club di calcio si dovrebbero pagare da soli con i loro soldi la sicurezza e mettere tipo guardie private no che dobbiamo pagare noi questo schifo di sport!

    • Non censuriamo nulla. Solo quelli che vengono bloccati, li approvo io personalmente: li approvo tutti, ma devo trovare il tempo per farlo materialmente. Scusate, cercherò di accelerare…

  33. Sono un pensionato statale e mi reputo fortunato per la pensione che ho. Quando hanno messo il contributo di solidarietà non ho protestato perchè ritenevo giusto di contribuire. Ma quello che non mi va giù che professionisti e calciatori, giornalisti della Rai e di Mediaset (che guarda caso non parlano del problema) che guadagnano cifre oltre i 200.000 euro siano stati esclusi da detto contributo

  34. E chiaro che andiamo verso una rivoluzione ahime non mi tacciate di comunismo ma,se mettono mano sempre alle nostre tasche e alle loro no,certo che i giovani di oggi hanno una visione distolta ,insofferente e ottenebrata della societa’ e cosa ancor piu’grave non hanno ideali che vi erano una volta e una prospettiva di rimboccarsi le maniche o andare a lovorare fuori dall’Europa della moneta unica .

  35. Dott. Giordano,stamattina guardando un programma di rai 3, una deputata del PD ha ribadito al pubblico presente del movimento 5 stelle, che i vitalizi sono stati già aboliti e che anche i politici vanno in pensione a 65 anni. Ma è wero??? o ci prendono in giro??
    La ringrazio se vorrà rispondere
    Lisa

  36. Io invece ringrazio pubblicamente il Dott. Giordano per lo spazio che ci offre senza censure. Al contrario di quello che Libertari da strapazzo invece come il sito de “IL FATTO Q” (che ha ddirittura una redazione dedicata alla censura) e quell’altro campione, il pupazzo nelle mani dei ventriloqui della Casaleggio Associati che censura tutto quello che non và nella direzione dei loro interessi di “GRANA”,

  37. Se il PD non si opporrà all’innalzamento dell’età pensionabile, non solo si dimostrerà il partito di merda che già è, ma dimostrearà anche che è un partito di uomini di merda.

  38. Non andiamo a zonzo concentriamoci come risolvere il problema, secondo me una strada è quella di mandare tutti in pensione col sistema degli anni di contributi+età.
    Poi si parla di pensione non di vincere alla lotteria tutti i giorni, quindi un tetto massimo di 2000 euro per chi ha fatto il dipendente pubblico o privato.
    Direttore se si livellano tutte le pensioni al ribasso a 2000 euro quanto si risparmia?
    Fondiamo un movimento MAX2000…….!

  39. Molti parlamentari si vantano di aver difeso le pensioni, ma in effetti hanno difeso solo le loro pensioni d’oro.
    E si rifletta che le pensioni d’oro non sono solo quelle dei parlamentari ma di tutto il loro contorno, nel senso che sono d’oro anche quelle dei più semplici autisti!!!!
    E’ su questo che bisognerebbe rifettere, e molto profondamente.
    Ma si sa, gli italiani sono pecoroni e non si ribelleranno mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *