E Giuliano Amato (31mila euro al mese di pensione) dice che gli italiani "hanno avuto troppa Sardegna" (cioè se la sono goduta troppo). Ma lui un po' di pudore non ce l'ha?

Giuliano Amato dal meeting di Rimini prende per i fondelli gli italiani dicendo che in questi anni hanno avuto “troppa Sardegna” . Ora, a parte l’offesa gratuita alla meravigliosa isola che non è solo Billionaire e yacht di Porto Cervo, ma una terra straordinaria, di gente tosta e perbene, a parte questo dicevo: ma come si permette, il pensionato d’oro Amato? Gli italiani in questi anni, altro che troppa Sardegna: hanno faticato e sudato, hanno lavorato e tirato la cinghia, anche per gli errori politici commessi negli anni Ottanta da quella classe politica di cui Amato (socialista craxiano prima di tradire Craxi) ha fatto parte, godendone da sempre benefit, maxi stipendi e onori.  Vale la pena ricordarlo ancora: lui, l’uomo che ha tagliato le pensioni degli italiani, oggi vive con una doppia pensione d’oro da 31mila euro al mese (9mila come ex parlamentare, 22mila dall’Inpdap).  Non solo non ha idea di che cosa sia la Sardegna: non ha neanche idea di che cosa sia il pudore..

j

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

85 risposte a “E Giuliano Amato (31mila euro al mese di pensione) dice che gli italiani "hanno avuto troppa Sardegna" (cioè se la sono goduta troppo). Ma lui un po' di pudore non ce l'ha?

  1. Non voglio difendere Amato, ma il suo articolo non riprende le parole di Giuliano Amato. Non parla di italiani come popolo, ma di vita politica italiana! Saluti

  2. Ma proprio lui parla………………..
    Lui che è enrato nelle banche di notte come i ladri, per prelevare i soldini dai nostri conti, quando era Presidente edl Consiglio!!!!!!!!
    E per di più lo ha fatto attuando una norma con validità retroattiva!!!!!! Ancora più vile……………

  3. Vergognosamente stomachevole il sign. Amato e con lui tutta la classe politica ipocrita e ladrona.Se è vero che il mondo gira finirà pure quet’epoca di sciacalli mentitori

  4. La faccia tosta di questi politici non ha limiti. La cosa buffa è che ancora c’è gente che và a sentire queste persone, visto quello che fanno, manifestazione del genere dovrebbero essere tutte deserte.

  5. va a scava’ i patane!!traduzione(vai a scavare le patate)almeno sai che significa lavorare!!pappone!!il 10 settembre finirete tutti al rogo!!!!

  6. ma questi hanno la faccia come il culo, ma nessuno gli va a fare il pelo e contropelo, per il meeting di Rimini ci sono stati diversi commenti negativi sui soldi che hanno speso alla faccia di tutti quegli italiani poveracci che non si possono fare neanche una puntata in piscina figuriamoci in Sardegna…… FATE SCHIFOOOOOOOOO

  7. Un poro cristo che deve spaccare l’euro per poter arrivare alla fine del mese, mi dite cosa si sente dentro leggendo queste cose?

  8. sono Sardo e ne sono orgoglioso ma mi vergogno di essere”gvernato” da esseri indegni di questo mondo, non si dovrebbe nemmeno permettere di nominarla, la Sardegna!!

  9. Forza Giuliano Amato!!!!! Fai un bel gesto. Adotta 3 pensionati che prendono 600,00 euro mensili….. Forza Dottor Sottile…

  10. Un detto siciliano dice “La miglior risposta è quella chenon si da”. Ma su’ fi..o di p…na se la merita. Vai a lavorare.

  11. ma perchè diavolo li invitano a questi personaggi. devo credere che sono tutti collusi e che neanche loro ascoltano il mormorio della gente. a che titolo parla uno che prende quelle cifre, di pensione ragazzi. ma stiamo scherzando. così si fomenta il terrorismo.

  12. a 61 anni sono costretto ancora a lavorare perchè con la mia pensione non arrivo a pagare l’affiutto,bollette ecc.x quanto riguarda le vacanze (cosa sono?)non riesco a capire coma fà quella povera bestia del DOTT AMATO a sopravvivere consoli 31000€ quasi quasi gli direi di provare a vivere come facciamo noi con la pensione da operaio.VERGOGNATIIIIIIIIIIIIII

  13. per farmi del male (ahimé!) ho comperato pochi giorni fa “sanguisughe”, stupendo documento dell’altrettanto stupendo giornalista mario giordano- non ho ancora completato la lettura ma scorrendo l’indice mi pare che fra le pensioni truffa non è stato affrontato il problema delle pensioni anticipate per “amianto”. mi sono occupata di contabilità e finanza dell’azienda metalmeccanica di famiglia (venduta nel 2005 ad una multinazionale americana) conosco quindi l’argomento per aver visto prepensionare tanti tecnici che l’amianto non l’avevano visto mai! potrò raccontare tante storie….

  14. penso sia la peggior classe politica la nostra, invece di ringraziarci di avergli permesso di fare i fannulloni con stipendi d’oro ci insultano;è vergognoso essere governati da questi bellimbusti RIBELLIAMOCI !!!!!!!!!!!!!!

    • questi “politici” bisognerebbe ingabbiarli tutti per alto tradimento all’italia e agli italiani….. bisogna studiare un sistema per sconfiggerli sul loro stesso campo ….magari creando un partito…. ma e un’impresa ardua….

  15. Come al solito ci prendono per il CULO!!!!!
    Adesso pur di non tagliare le provincie e altri posti statali aumenteranno l’iva che ricadra totalmente su di noi, su qualsiasi cosa noi acquistiamo.

    Abbiamo dei “politici” INADEGUATI.

  16. Buongiorno,
    chi mi può aiutare?
    Cerco il nome di un uomo politico CORRETTO e non CORROTTO;
    Non riesco proprio a trovarlo.
    Grazie

  17. questi deputati e senatori e pseudo politici statali regionali comunali ecc.l’hanno fatta franca per quanto tempo ancora glielo permetteremo.

  18. 31.000 Euro al mese ??
    E poi mi parlano di moralità!
    Bisogna aiutare la gente che non arriva a fine mese…

    Ma questa gente ha un pò di Umiltà ?
    Se tutti i politici italiani fossero onesti credo che una pensione di 4.000 Euro sia più che sufficiente!

    La manovra anti-crisi ?
    Rivedere tutte le pensioni, le baby-pensioni di tutti i politici italiani.

    31.000 Euro al mese…. mi ci vogliono 24 mesi per arrivare a quella cifra…. Che vergogna!

    Mi sono sempre domandato quali principi/valori insegnassero i politici ai propri figli…

    Buona Giornata a tutti!

  19. ho una attivita’in proprio tutto agosto ho lavorato pochissimo ed oggi non mi sono potuto prendere un caffè perchè altrimenti non compravo il pane. Vergonati e vergognatevi politici che non sapete nulla di come viviamo noi tutti i giorni

  20. una domanda facile facile per tutti.

    io mi son dato già la risposta.

    ma se il cittadino vuole un referendum lo vince???????

    facciamoci furbi e affacciamoci alla politica in modo costruttivo, condivido tutti gli sfoghi che scatenano articoli sui privilegi della casta, ma non sarebbe ora di agire……..

    saluti un ragazzo di 33 anni

  21. Caro Marco, come già era previsto l’adozione dell’unica aliquota al 5% per il contributo di solidarietà è la solita escamotage adottata dalla casta per sfuggire o ridurre al minimo il loro contributo. Sbaglio oppure non si parla più del contributo doppio, al 10% per i parlamentari??? Come già hanno dimostrato negli anni la loro abilità a sfuggire ai tagli dei loro compensi e privilegi è sopraffina e subdola. Lentamente gli enormi privililegi acquisiti dagli eletti hanno generato l’abbondante superfluo che mortifica le giovani generazioni e azzanna la polpa ai tanti e sempre più numerosi poveri. Il tanto, il troppo se lo sono auto-attribuito per rendere un servizio al bene comune. Ebbene, siccome sostengono che gli abusi perpetrati dalla erogazione dei vitalizi sono diritti acquisiti e quindi ritengono impossibile misure retroattive, è facile immaginare possibili soluzione, se mai è nelle loro intenzioni: un bellissimo CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA’ DI TUTTA LA CASTA E LA CLASSE POLITICA, inclusi gli ex-parlamentari e ex-consiglieri regionali, che potrebbe coincidere con il 10% di tutto il loro reddito (reddito complessivo di vitalizio, stipendio e altre indennità e compensi di altro lavoro che in genere lievità grazie proprio al loro mandato elettorale).
    Un segnale simbolico della loro sensibilità e riconoscenza ai propri elettori e a quanti oggi stanno vivendo momenti drammatici. Solo così si potrà costringere gente come amato, dini, pecoraro scanio, ecc. a versare almeno un obolo di solidarietà per chi gli ha consentito di vivere da nababbi.

  22. siamo alle solite , queste persone , perchè lui non è l’unico , non si rendono nemmeno conto di quello che dicono , se prima di aprire bocca si facessero un esame di coscienza forse gli verrebbe in mente che loro non solo hanno avuto “troppa sardegna” ma anche troppa….troppa….troppa…..troppa……
    VERGOGNA !!

  23. Sogno: un signore non troppo alto, con due orecchie grandi grandi; assomiglia ad un personaggio molto noto ai bambini e che ha una voce così tenera e carina; questo signore è su una barca che naviga le acque della sardegna….. ad un certo punto la barca comincia ad imbarcare acqua….. tutti i presenti riescono a salire sulla scialuppa di salvataggio tranne uno che si attarda….è questo signore con le orecchie grandi grandi… chiama aiuto ma nessuno lo sente…..affonda assieme alla barca e annega…..nel meraviglioso mare turchese della sardegna.

  24. L’INCHIESTA – LA SPESA PUBBLICA
    Quei super dirigenti statali
    pagati con un doppio stipendio
    Lo scandalo dei «fuori ruolo». Solo i magistrati sono trecento
    NOTIZIE CORRELATE
    I video sul sito di Report L’INCHIESTA – LA SPESA PUBBLICA

    Quei super dirigenti statali
    pagati con un doppio stipendio

    Lo scandalo dei «fuori ruolo». Solo i magistrati sono trecento

    Il governatore Formigoni dice che i cittadini chiedono un segnale: vendere le Poste, la Rai, il patrimonio immobiliare. L’esperienza ha purtroppo insegnato che finora vendere significa svendere, o meglio, profitti privati e perdite pubbliche. Il ministro è sempre lo stesso, quello della cartolarizzazione più grande del mondo, ovvero la vendita degli immobili degli enti previdenziali, attraverso società di diritto lussemburghese, Scip 1, 2 e 3. Un fallimento pagato da noi e che qualcuno ha definito «romanzo criminale». Forse il cittadino avrebbe maggiore fiducia se a vendere fosse una nuova generazione politica. Certo è che il primo segnale che il cittadino, quello che deve continuare a tirarsi il collo, oggi chiede, è di farla finita almeno con privilegi che gridano vendetta e che si continua ad escludere dalla cura dimagrante.

    Era l’inizio di dicembre 2010, era appena stata varata una manovra di correzione dei conti pubblici con i soliti tagli lineari, quando invitammo, senza essere degnati di cortese risposta, la presidenza del Consiglio e il ministro Tremonti a provvedere all’eliminazione di una norma che non ci risulta applicata in nessun altro paese civile: l’incasso di uno stipendio per un mestiere che non fai
    ( http://www.report.rai.it ). Quando un dipendente pubblico viene chiamato a svolgere un incarico presso un ministero, una commissione parlamentare, un’authority o un organismo internazionale, va in «fuori ruolo». Trattandosi di incarico temporaneo, conserva ovviamente il posto, l’anomalia è che conserva anche lo stipendio, a cui si aggiunge l’indennità per il nuovo incarico. In sostanza due stipendi per un periodo di tempo spesso illimitato. Nel 1994 il Csm lanciava l’allarme, segnalando «il numero crescente dei magistrati collocati fuori ruolo, la durata inaccettabile di alcune situazioni, alcune superano il ventennio, quando non il trentennio… la reiterazione degli incarichi… con la creazione di vere e proprie carriere parallele».

    Domanda: è ammissibile che un soggetto che non lavora per un’amministrazione, ma lavora per un’altra, venga pagato anche dall’amministrazione per la quale non lavora? Sono bravi dirigenti dello Stato, sicuramente i migliori, visto che sono sempre gli stessi a passare cronicamente da un fuori ruolo ad un altro, lasciando sguarnito il posto d’origine perché non possono essere sostituiti, e i loro colleghi che restano in servizio si devono far carico anche del loro lavoro. E poi c’è il danno, il magistrato fuori ruolo percepisce anche l’indennità di malattia, mentre quelli in servizio la perdono. Per arrivare alla beffa, e cioè possono essere promossi, ovvero avanzare di carriera mentre sono fuori ruolo. Ad esempio Antonio Catricalà è fuori ruolo dal Consiglio di Stato da sempre, è stato capo gabinetto di vari ministri di schieramenti opposti, poi all’Agcom, fino al 2005 segretario della presidenza del Consiglio con Berlusconi, quindi nominato presidente dell’Antitrust. Non ricopre la carica in Consiglio di Stato, ma ciononostante nel 2006 da consigliere diventa presidente di sezione, e senza ricoprire quel ruolo incassa uno stipendio di 9.000 euro netti al mese che si aggiungono ai 528.492,67 annui dell’Antitrust.

    A fare carriera senza ricoprire la carica è anche Salvatore Sechi, distaccato alla presidenza del Consiglio con un’indennità di 232.413,18, e Franco Frattini, nominato presidente di sezione del Consiglio di Stato il 7 ottobre del 2009 mentre è ministro della Repubblica (che però risulta in aspettativa per mandato parlamentare). Consigliere di Stato è anche Donato Marra: percepisce 189.926,38, più un’indennità di funzione di 352.513,23 perché è alla presidenza della Repubblica. Il dottor Paolo Maria Napolitano oltre allo stipendio di consigliere di Stato in fuori ruolo, prende 440.410,49 come giudice della Corte costituzionale. Anche Lamberto Cardia, magistrato della Corte dei conti fuori ruolo, è stato 13 anni alla Consob, ma il 16 ottobre del 2002 è stato nominato presidente di sezione, «durante il periodo in cui è stato collocato fuori ruolo», specifica l’ufficio stampa della Corte dei conti, «ha percepito il trattamento economico di magistrato, avendo l’emolumento di 430.000 euro corrisposto dalla Consob, natura di indennità».

    Tra Consiglio di Stato, Tar, Corte dei conti, Avvocatura dello Stato e magistratura ordinaria, sono fuori ruolo circa 300 magistrati che mantengono il loro trattamento economico percependo un’indennità di funzione che a volte supera lo stipendio. Il commissario dell’Agcom Nicola D’Angelo ha sentito la necessità di rinunciare all’assegno e mettersi in aspettativa. Dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni riceve un’indennità di 440.410,49 annui, dall’agosto del 2010, dopo la manovra che tagliava gli insegnanti di sostegno nelle scuole per i disabili e gli stipendi dei dirigenti pubblici del 10%, ha rinunciato ai 7.000 euro al mese che prendeva da consigliere del Tar fuori ruolo. Una scelta personale, visto che non ci ha pensato Tremonti. D’Angelo dice di essere l’unico a porsi un problema etico, in effetti gli altri, ad esempio Alessandro Botto, consigliere di Stato fuori ruolo e componente dell’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici, con doppio stipendio, ha dichiarato di non sapere che si potesse rinunciare al doppio assegno. La giustificazione è che lo stipendio da magistrato serve ad integrare quello per la carica da dirigente perché non abbastanza remunerata.

    È proprio vero che all’ingordigia non c’è fine: il presidente della Consob spagnola prende 162.000 euro l’anno, quello delle telecomunicazioni 146.000, non un euro in più, e nessun magistrato prestato ad altre funzioni mantiene il posto e tantomeno lo stipendio. Le nostre associazioni dei magistrati hanno chiesto più volte di limitare l’uso dei magistrati fuori ruolo ai casi strettamente necessari, perché si può creare una pericolosa commistione tra ordine giudiziario e potere politico, oltre a quello di sottrarre centinaia di magistrati al lavoro di giudici per svolgere il quale sono stati selezionati e vengono pagati. Ma sicuramente alla politica che sceglie, dai capi gabinetto ai membri delle Authority, fa sempre comodo «valorizzare» i magistrati, sia penali che amministrativi, perché in atti dove si deve forzare un po’ la mano, possono dare utili consigli. Allora, visto che in questi giorni ai cittadini verranno imposte lacrime e sangue, cominciamo ad eliminare elargizioni e benefici il cui accumulo rende impossibile perfino la quantificazione. Non sono questi i numeri che porteranno al pareggio di bilancio, ma certamente hanno contribuito a far sballare i conti e alla formazione di una cultura arraffona e irresponsabile. Una classe politica che non sa essere «giusta» incattivisce i suoi cittadini, e alla fine verrà condannata dalla storia.
    Milena Gabanelli e Bernardo Iovene

    Ecco un’altro modo per divorare risorse impunemente!

  25. D’accordissimo con l’articolo,ma Mario Giordano non e’ quel “giornalista”che per anni ha disinformato gli utenti di italia1?Si e’ pentito?Ha fatto mea culpa?

  26. amato, ma vaffanculu tu e cunturici puru.
    Ma va caca.
    poaretto se more de fame femo una colletta.

    grandissimo cornuto………………………

  27. Come tutti i politici,è incredibile con che faccia vengano a parlare, dobbiamo decidersi,dobbiamo prenderli a pedate,ora basta,siamo stati troppo tempo zitti,

  28. Il sig. mario giordano è stato per anni giornalista di regime alla direzione di studio aperto contribuendo col suo basso operato di fazioso disinformatore alla sopravvivenza della stessa classe politica che oggi critica. Non capisco che credibilità di giornalista pensi di avere quest’uomo. Oggi sulla scia del successo dei Travaglio, Stella e Rizzo tenta il giornalismo d’inchiesta in un’operazione meramente commerciale. E’ molto facile farlo ora, col berlusconismo e la seconda Repubblica in evidente declino. Ma dov’era dieci anni fa giordano, quando certi privilegi venivano rafforzati dal governo del suo allora padrone? Di cosa scriveva giordano alla direzione di studio aperto? Si ricordano memorabili servizi sulle vacanze della Canalis o sull’afa estiva. Non capisco con quale faccia si rivolga ancora al pubblico italiano. Dovrebbe avere un po’ più di pudore.

    • Dieci anni fa (anzi dodici anni fa) scrivevo un libro che s’intitolava “Silenzio si ruba”. Poi un altro che si chiamava: Chi comanda davvero in Italia (contro le lobby). E poi un altro che s’intitolava: Waterloo il disastro italiano. Tutti libri usciti dieci anni fa. In quel periodo avevo una rubrica nel Pinocchio di Gad Lerner che s’intitolava “Il Grillo Parlante” dove in prima serata su Raiuno e in seconda serata su Raidue denunciava gli scandali italiani. Lei, piuttosto, dov’era in quel periodo?

  29. Giuro non ho parole!!!!
    Anche se da stupirsi c’è ben poco, perchè questo dimostra ancora una volta di quanto lontano siano i nostri politici dalla realtà quotidiana delle persone che ogni giorno, si alzano la mattina presto, per andare a guadagnarsi da vivere!!!!
    Si, perchè l’assenteismo ai poveri mortali non è concesso….e la pensione dopo 40 anni…vediamo!
    L’assurdità di tutto ciò, è che se il controllore, controlla se stesso senza che nessun altro possa sindacarne l’operato, rimarremo con il fegato che strattona lo stomaco e viceversa, per esempio, lo sapete quali sono i politici più pagati in Europa?…ma guarda, si ci sono proprio gli Italiani con una media dello stipendio di circa 144,000 euro (più spese), segue la Germania con la metà quasi, 84,000 euro.
    W l’Italia….NO W gli italiani e tutti i lavoratori onesti!

  30. L’uscita di Amato è stata una gaffe, ma qui gli si attribuiscono cose che non ha mai detto. Amato ha detto che la politica italiana ha avuto troppa Sardegna. Il che, come concetto, è anche giusto, il succo voleva essere “troppo velinismo, che è diventato un (dis)valore sociale diffuso, troppi politici che si preoccupano di mettersi in bella mostra a Porto Cervo”, il problema è come l’ha espresso, praticamente sembrava fare l’equazione Sardegna=immoralità, come se la Sardegna peraltro non fosse una parte dell’Italia, con tantissimi problemi a cui quegli stessi politici dovrebbero fare attenzione, ma solamente il paese dei balocchi. Però la citazione “gli italiani hanno avuto troppa Sardegna” è palesemente inventata, a me non piace Amato e da sardo ho trovato estremamente sgradevole la sua uscita (così come scomposta e sgangherata la risposta degli esponenti della regione), ma l’onestà intellettuale (e non solo) dovrebbe essere un requisito indisponibile per chi pubblica il proprio pensiero, specialmente quando è un pensiero di protesta e di critica nei confronti di una classe politica (effettivamente) disonesta.

  31. Rai1 ci ha fatto vedere dove viveva Gheddafi, mi è sembrato ridotto all’essenziale e non lussuoso, la lamborghini non è altro che un poster gigante,
    ma perchè non ci fanno vedere dove abita Giuliano Amato che ci fotte 31 mila euro di pensione al mese?

  32. per fare conoscere il nostro sdegno non verso la politica ma verso i nostri politici, di destra e di sinistra propongo che ai prossimi comizi elettorali per le prossime elezioni politiche si vada in tanti ma non a sentire le stronzate che ci propineranno, le ennesime promesse, ma a urlargli il nostro dissenso.Dobbiamo fargli sentire che sono alla frutta che ormai hanno finito di prenderci per il culo,e si dovrebbe andare con in mano il libro del dott. Giordano “Sanguisughe” e chiedere spiegazioni in merito.

  33. ma questi parlano,ma ch’anno er cervello bruciato dalla cocaina ,quindi non sanno ancora che sono finiti.e che presto dovranno scappare,sti parassiti.

  34. ma perchè non si indice un referendum per declassare i privilegi di questi mantenuti politici??
    E’d’obbligo per mera giustizia mandare i parlamentari in pensione con le stesse condizioni di tutti i cittadini italiani.
    Hanno creato cittadini di serie A e B ma la costituzione non dice che siamo tutti uguali????
    Un appello a tutti i cittadini che si spaccano la schiena per mandare avanti la baracca ITALIA.
    VIA LE SANGUISUGHE DEL POPOLO ITALIANO…A CASA TUTTI I POLITICI VECCHI E DECREPITI .
    FATE LARGO AI GIOVANIIIIIIII!!!!!!!!!

  35. per risanare fisicamente i conti dello stato è sufficiente eliminare i pensionati che prendono più di 4000€ al mese, uccidi amato e si risparmia 30000€ e più al mese,massacra ciampi e se ne risparmiano 35000€ al mese, uno addirittura prende 90000 € al mese,
    se facciamo fuori questi parassiti statali marceremmo a gonfie vele.

  36. Ho un contratto di 30.000,00 Euro anno, c’è chi sta sicuramente peggio, ma con due figli e moglie casalinga, non c’è molto da stare allegri.
    Il Sig. Amato ci ha già fatto soffrire, con le sue manovre negli anni passati, colpendo sempre noi (pensioni, tagli spesa sociale ecc, ecc).
    Non ha pensato ha tagliarsi una pensione, anche la più bassa.
    Ai prossimi comizi elettorali partecipiamo in tanti, in silenzio,
    poi alle urne votiamo per gente nuova, vedi liste 5 stelle o simili.
    NON VOTIAMO PIU’ QUESTE SANGUISUGHE.

  37. Amato, Napolitano, Berlusconi, Bersani etc…sono veramente troppi gli impostori deficitari nel parlamento italiano….. gli abbiamo permesso di ridurre l’italia in rovina e i cittadini in coma…. E’ giunto il tempo del risveglio !!!! EVOLUZIONE POLITICA!

  38. Tanto alla fine la gentaglia come Amato prende per il culo gli italiani da una vita e gli italiani cosa fanno? Stanno a casa, a guardare il Grande Fratello oppure la Champions League, a badare al proprio pezzo di orticello che oramai si è ridotto a qualche vaso di fiori in balcone dove coltivano 2 peperoncini ed un pomodorino, troppo spaventati dal timore di perdere quel poco che hanno da pensare ad un gesto di orgoglio che porti a rovesciare tutto. Stiamo a casa, stiamo buoni, in silenzio, in tv c’è uno spettacolo da non perdere, è vero è una replica che va oramai avanti da più di 60 anni, ma ha sempre il suo fascino, “come fottere gli italiani facendoli passare per coglioni” è oramai un cult! Silenzio, il film è iniziato. Chissà questa volta come andrà a finire.

  39. bisogna lottare perche tutte dico tutte le pensioni devono essere scrupolosamente di 1000 euro a massimo 1500 euro per tutti anche per il presi dente della repubblica ( LE PENSIONI SONO UN VITALIZIO CHE PERMETTE UNA ESISTENZA DECOROSA ALLE PERSONE CHE NON POSSONO PROCURARSI UN REDDITO O NON POSSONO PIU LAVORARE NON UNA FONTE DI RICCHEZZA COME AVVIENE IN ITALIA DALLE VARIE CASTE E FURBONI VARI)

  40. Non ci sono piu’ molte parole da dire, nessuna piu’ tolleranza, nessuna pazienza, queste persone non ci rappresentano piu’. Abbiamo il dovere di fare azioni, non possiamo piu’ stare a guardare inermi e impotenti.
    Dopo decenni dicavilli ad personam, a noi vengono ancora chiesti sacrifici e sacrifici e sacrifici…..e amato si gode tranquillamente i suoi 31 mila euro mensili!!!

  41. NON ESISTE PIU’ DESTRA O SINISTRA APRIAMO GLI OCCHI !!!!

    Le vecchie ideologie che contrastano le diverse correnti di pensiero, sono da dimenticare credetemi!

    Se guardiamo tutti dallo stesso orizzonte, ci accorgiamo che i nostri politici si fanno scudo proprio delle ideologie dei nostri padri e nonni, ma oggi abbiamo una “banda bassotti” che ci chiede sacrifici in nome del partito. La parte opposta fa la voce grande usufruendo però di tutti i benefici della CASTA!!!

    Spero che tutti noi riusciremo col tempo a non farci più prendere in giro in modo così spudorato…..

    Andrea

  42. Grazie Giordano con il tuo libro hai chiarito ciò che già in parte sapevamo e cioè che i politici ci hanno sempre sfruttato e continuano a prendersi beffa di noi poveri cretini, ma ora cosa succede? Nulla mio caro, hai semplicemente avvelenato una pillola chesiamo costretti ad i8ngoiare, ma tutto questo a quali provvedimenti andremo incontro? Nesuno, la manovra non ha minimamnte sfiorato la classe politica, ritocchi all’IVA, pensioni ecc…ma ha chi tocca pagare? sempre noi, loro al massimo si aumentano lo stipendio perchò la vita è rincarata, si aumentano i privilegi ecc….e noi….paghiamo.
    Ora basterebbe che eliminassero tutti i privilegi di cui usufruiscono.M dov’è quel Berlusconi in cui molti di noi credevano? Dov’è quel Bossi con la sua ROMA LADRONA? non ci sono più, perchè o mangi questa minestra o ti butti dalla finestra…..come si diceva,ma dalla finestra non si vuol buttare nessuno e tutti mangiano quella minestra. In chi possiamo ancora credere? E allora o si propone e si fa qualcosa di concreto per modificare questa situazione, oppure mio caro Giordano è meglio che certe informazioni, come quelle che ci hai dato, restino nel buio così soffriamo meno e continuiamo a ingoiare questo amaro boccone.
    Grazie

  43. Vabbè, visto che il Dott. Giordano non si degna neanche di spiegarmi perchè continua a censurare i miei messaggi Vi saluto e mi indirizzo verso altri siti.

    COMPLIMENTI!!!!!

  44. personalmente credo che dovremmo fermarci, bloccare il paese con una protesta pacifica, ma dovrebbe farlo la totalità dei cittadini;
    certo questa è utopia, ci sono tante, troppe persone che beneficiano direttamente e indirettamente di favori e quant’altro, grazie a questa classe politica, ma credo che quelli che non beneficiano di nulla e pagano le spese siano molti di più.
    Ci si deve fermare e gridare che si riparte solo se vanno tutti a casa e gli vengono tolti tutti i privilegi, benefit e pensioni non maturate, bisogna creare una nuova classe politica che lavori per il paese, che non sieda nei cda, che non abbia aziende, cheper nessun motivo possa ottenere un profitto grazie al ruolo ricoperto in politica, una nuova classe politica che lavori per il paese e con il paese, che sia inquadrata con un contratto a chiamata-si rendono conto di cosa siano davvero queste tipologie di contratti per i lavoratori?- se vengono chiamati ottengono la presenza, viceversa nulla, non che per discutere una manovra che dissanguerà gli italiani erano in 11 contro i 321 che avrebbero dovuto esserci, vergognoso, loro si che forse erano in sardegna o chissà dove a godersi i loro proventi non meritati, ne maturati.
    Personaggi come amato dovrebbero vergognarsi di pensarle certe cose, non di dirle, ma lo sa cosa costa un chilo di pane o un litro di latte?
    no che non lo sa, non gli interessa nemmeno saperlo, guadagna talmente tanto grazie ai soliti inciuci che non si preoccupa di certe cavolate-per lui, ma non per noi-, lui si preoccupa di sparare cazzate, altro che sardegna, noi vediamo solo le mura di casa, fino a che non ci porteranno via anche quella, miserabili.

  45. il titolo più giusto per questo libro sarebbe stato “sanguisughe con la faccia di bronzo” (per usare un eufemismo)….il prodotto di anni di politica italiana è una società fantozziana, la nostra, rassegnata a subire di tutto…..Giordano ti stimo!

  46. Una dittatura ci costerebbe meno perchè sarebbe uno solo a rubare. Questo è un regime vero e proprio e lo è sempre stato anche con la sinistra al governo. Si parla in questi giorni della crisi libica dove Gheddafi viveva nel lusso a spese del popolo. Da noi è peggio. E non ne escono bene nemmeno i sindacati. Avete visto gli stipendi dei loro dirigenti? Proprio oggi il “Giornale” mette in prima pagina i loro redditi da nababbi. E pensare che c’è gente che va alle manifestazioni sventolando le loro bandiere. Poveri illusi. Siamo proprio un paese di creduloni. Sono questi venditori di fumo con le loro pensioni a mandare in crisi l’Inps non le nostre guadagnate dopo anni di sacrificio. Sono BASTARDI CRAVATTARI non c’è altro modo per definirli.

  47. Sono questi i signori che hanno avuto e continuano ad avere “troppa sardegna e troppa sicilia” -aggiungerei-

    L’avvocato Felice Crosta si è battuto per un paio d’anni, ma alla fine è riuscito nel suo intento. L’ex presidente dell’agenzia dei Rifiuti potrà godersi una pensione d’oro, ben 1.369 euro al giorno. Attenzione:non al mese, al giorno. E’ questo il contenuto della sentenza pronunciata dalla Corte dei Conti. Insomma, in tempi di tagli alle spese, suona alquanto strano e soprattutto contraddittoria questa notizia. Tuttavia, Crosta insiste dicendo che quei soldi gli spettano e che non voleva rinunciarvi. Infatti, ciò era stato previsto da una legge della Regione siciliana, la quale era stata oggetto di approvazione ai tempi del governatore Cuffaro. Facendo due conti, Crosta riceverà una pensione mensile che si aggira a cifre record, ben 41.600 euro lordi. Facendo un paragone, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano percepisce un’indennità annuale di circa 220 mila euro, oppure facciamo l’esempio di Carlo Azeglio Ciampi, il quale prima di entrar a far parte del Quirinale, si fece garantire una pensione mensile di 34 mila euro. E’ possibile aggiungere che in base ai dati forniti da l’Espresso nel 2008, agli ex presidenti della Consulta, Romano Vaccarella e Gustavo Zagrebelsky, erano state attribuiti assegni di quiescenza pari a 25.097 e 21.332 euro ogni mese. In pratica, in base a questi dati Felice Crosta si appresterebbe a ricevere la medaglia d’oro del dipendente pubblico più pagato all’interno del territorio italiano. Inoltre, ha conquistato un altro record, ebbene sì, ha sfondato il tetto ai trattamenti previdenziali «obbligatori» che era stato previsto nell’ottobre del 2003 da parte del consiglio dei ministri: 516 euro al giorno. Durante il corso degli ultimi dieci anni, Crosta ha cercato di gestire il problema dell’emergenza rifiuti in Sicilia. Anche se pare non sia riuscito a risolverla del tutto: gli Ato, cioè gli organismi incaricati di garantire il servizio di raccolta e smaltimento, hanno messo da parte un debito che si aggira ad un miliardo di euro, in più la gara per i termovalorizzatori è stata oggetto di annullamento con un provvedimento emesso da parte dell’Unione europea e i cassonetti strabordanti vengono paragonati a quelli presenti in Campania. Anche se gli insuccessi non sono di certo mancati per Crosta, nel marzo del 2006 l’ex governatore Salvatore Cuffaro ha deciso di concedergli dei compensi alle stelle, cifre che hanno sfiorato i 460 mila euro. La notizia dell’assegno mensile record non ha certo ricevuto ampi consensi, specialmente da Raffaele Lombardo, a capo della Regione Sicilia. In più, oltre alla beffa anche il danno, difatti oltre all’assegno mensile, l’ente si vedrà costretto a riconoscere a Crosta circa un milione di arretrati e la somma circa la rideterminazione del Tfr. Inizialmente, l’amministrazione aveva riconosciuto solamente 219 mila euro all’ex presidente, così Crosta si era rivolto alla Corte dei Conti al fine di ottenere il riconoscimento del suo diritto. In alcune dichiarazioni rilasciate da Crosta, l’ex dirigente ha affermato che quel denaro non è di certo un regalo, ma la giusta retribuzione per un lavoro che ha avuto la durata di ben 45 anni. L’unica chance rimasta alla Regione siciliana attualmente con i conti in rosso (ben due miliardi di deficit) è quella di proporre appello contro la sentenza pronunciata dalla Corte dei conti. La pensione di Crosta risulta essere l’ennesimo peso aggiunto alla spesa previdenziale, infatti sono oltre 560 i milioni da pagare per garantire le pensioni ad un’armata di ex dipendenti (14.917). Queste spese a cui la Regione siciliana deve far fronte, pesano tutte su di essa, dato che non ha ancora attivato un fondo quiescenza, anche se lo ha istituito per legge. In più, la Regione sta continuando a fornire pensioni a tutti quelli che riescono a dare prova di avere un parente infermo di cui prendersi cura. Questa rappresenta un’estensione della legge n. 104, che ha premiato ben 700 impiegati andati a riposo con 25 anni di anzianità (per le donne sono sufficienti 20). Situazione di cui ha profittato anche l’ex segretario generale Pier Carmelo Russo, il quale a dicembre, in seguito al pensionamento, ha ottenuto la carica di assessore regionale da parte del govenatore Lombardo.

  48. ci vorrebbe una legge che tutti questi signori restituiscano con gli interessi alla societa italiana e quindi a tutti i suoi componenti quello che hanno preso grazie a leggi sbagliate e ingiuste, io personalmente considero gravissime queste cose e metterei nel nostro codice penale pene severissime fino se necessario alla pena massima per chi si permette di usufruire di cifre cosi alte quando dopo 40 anni di lavoro pensionati ricevono poco piu di 1000 euro non è solo una vergona ma di piu…..

  49. sono uno sventurato di 73 anni,ho fatto tutti i mestieri che ci sono al mondo per portare avanti 6 figli e la moglie,e dopo quasi 30 anni presso l’ospedale,e con una causa di servizio,percepisco dall’IMPADEP 760 euro lorde al mese.
    il cornuto (perche’ e’ vero) di Berlusconi :quanto prende?

  50. Non bastano i loro stipendi e di tanto in tanto spesso, devono arrotondare con mezzette ! Non abbiamo,come paese, il diritto di chiamarci “Civile”

  51. I politici sanguisughe valgono meno di una formica calpestata! Facciamo tutti uno sciopero fiscale e contributivo. Blocchiamo l’apparato ministeriale. Blocchiamo tutto. Vediamo se dopo avranno ancora coraggio di sanguisugare le nostre tasche! Mi vergogno di essere italiano e governato da cazzoni pieni di niente, gente che non ha mai avuto il cervello collegato!Se potessi farlo andrei a vivere all’estero dove c’è maggior correttezza politica, morale e disciplinare. Qui fanno tutti schifo. E Napolitano non fa assolutamente nulla per cercare (almeno apparentemente!) di rimettere le cose a posto e mettere in “riga” i ministri che stanno svuotando le nostre tasche. Sciopero, sciopero, sciopero di tutto!

  52. amato cosa ne pensa della manovra messa in atto dal governo?
    ritiene giusto che gli italiani possano riscattare gli anni di servizio militare e universitari solo ai fini dell’assegno previdenziale?
    ritiene giusto che dobbiamo avere 40 anni di onorato servizio-il nostro è onorato servizio, non il vostro “amato”- per vederci consegnare il primo assegno della pensione?
    non ritiene opportuno che tutti i parlamentari che hanno usufruito dei vitalizi, dopo solo 5 anni di attività parlamentare, devono restituire agli italiani, quanto indebitamente prelevato e andare in pensione solo con gli stessi anni di lavoro di un qualsiasi cittadino italiano?

    amato, che fa non risponde?
    capisco, è troppo lontano in questo momento per poterlo fare, magari in quell’angolo di sardegna costruito per voi “vip”
    very important pirloni.

  53. L’ Italia purtroppo è affetta da CANCRO (male incurabile) ed il cancrodell’Italia è la classe politica che stà dissanguando gli Italiani. Non guarirà MAI!!!!!. Anche se tutti pagassero le tasse e incassassero migliardi e migliardi di Euro, con tutti i vizzi che hanno e fanno di tutto per non farsi mancare nulla, continueremo ad essere in debito con totto e tutti. Sono proprio un TUMORE………….

  54. L’ Italia purtroppo è affetta da CANCRO (male incurabile) ed il cancrodell’Italia è la classe politica che stà dissanguando gli Italiani. Non guarirà MAI!!!!!. Anche se tutti pagassero le tasse e incassassero migliardi e migliardi di Euro, con tutti i vizzi che hanno e fanno di tutto per non farsi mancare nulla, continueremo ad essere in debito con tutto e tutti. Sono proprio un TUMORE………….non guariremo mai..Mandiamoli a casa tutti.

  55. CHI HA AVUTO TROPPA SARDEGNA SONO LORO!!!
    IO E’ DAL 2001 CHE NON FACCIO UN GIORNO DI VACANZA X MANCANZA DI QUATTRINI, MENTRE STA BANDA DI SUPER-EXTRA-STRA-IPER-ULTRA-SCHIFOSISSIMI CIALTRONI, PELANDRONI, NULLAFACENTI, SCANSAFATICHE NIENTEMENO CHE 5 SETTIMANE DI VACANZA SI SONO FATTI QUEST’ANNO!!!

  56. Le sanguisughe e i parassiti non hanno l’obbligo di essere colti e intelligenti. Gli basta conoscere l’arte della retorica che consente di arzigogolare e disquisire con pindarico uso delle parole ed ottenere la qualifica di “dottor sottile”. Dopo di che può fare le cose più turpi e poi vantaresene. Esempio ne è il furto perpetrato dai palazzi del potere per estorcere una quota dei risparmi depositati in banca dai risparmiatori, non speculatori, al fine di fare entrare gli italiani nella sudditanza del meccanismo finanziario speculativo denominato EURO. Ed è stato ben rimunerato, il dr sottile, anche se non sa cos’è la Sardegna.
    Forse, data la somiglianza somatica, legge topolino e scambia la Sardegna per Gardaland.
    Mi dispiace solo una cosa: che noi la gente come lui ce la siamo meritata.

  57. Le sanguisughe e i parassiti non hanno l’obbligo di essere colti e intelligenti. Gli basta conoscere l’arte della retorica che consente di arzigogolare e disquisire con pindarico uso delle parole ed ottenere la qualifica di “dottor sottile”. Dopo di che può fare le cose più turpi e poi vantaresene. Esempio ne è il furto perpetrato dai palazzi del potere per estorcere una quota dei risparmi depositati in banca dai risparmiatori, non speculatori, al fine di fare entrare gli italiani nella sudditanza del meccanismo finanziario speculativo denominato EURO. Ed è stato ben rimunerato, il dr sottile, anche se non sa cos’è la Sardegna.
    Forse, data la somiglianza somatica, legge topolino e scambia la Sardegna per Gardaland.
    Mi dispiace solo una cosa: che noi la gente come lui ce la siamo meritata.

  58. ciao sono un uomo di 45 anni che per aver denunciato i propri superiori per peculato nel preedente lavoro come sottufficiale
    del’arma dei carabinieri non solo ha visto insabbiare tutto l’incartamento con tanto di testimoni quanto si e’ visto anche allontanare dal corpo e sucessivamente licenziare………viva l’italia sai avrei proprio voglia di scrivere su questa storia un bel libro con tante belle cose racontate con fatti e risontri visuti in prima persona in 10 anni di swervizi vari ‘ultimo espletato durante la visita del premier russo gorbaiov al’epoca alogiavamo tutinoi all’hotel ergife di roma.

    A volte per essere originario dell’irpinia mi domando ma come e’ stato possibile che il fratello di ciriaco de mita solo per essere tale sia riuscito a farsi costruire una fabbrica di automobili IATO

  59. ciao sono un uomo di 45 anni con famiglia che per aver denunciato i propri superiori per peculato durante il lavoro espletato come sottufficiale
    dell’arma dei carabinieri non solo si e’ visto insabbiare tutto l’incartamento nonostante i testimoni quanto si e’ visto anche allontanare dal corpo e sucessivamente licenziare………viva l’italia…. sai avrei proprio voglia di scrivere su questa storia un bel libro raccontando con fatti e risontri vissuti in prima persona in 10 anni di servizio tante belle storie come l’ultima espletatando il servizio da responsabile del vito e del’aloggio di 200 carabinieri durante la visita del premier russo gorbaiov all’epoca allogiavamo tutti insiee all’hotel ergife di roma.

    A volte per essere originario dell’irpinia mi domando come sia potuto accadere che il fratello di ciriaco de mita solo per essere tale sia riuscito a farsi costruire una fabbrica di automobili a suo marchio IATO di averla fatta funzionare sia e no per 1 anno e di averla chiusa fottendosi cosi tutti quei milioni di dollari dallo stato italiano e come se non bastasse di averci guadagnato pure dalla sepoltura dei rifiuti radioattivi che ha fato nascondere durante la fase di costruzione nelle fondamenta e nonostante tuto cio sia riuscito a farla franca…………….oppure come sia stato possibile che lo steso demita abbia fatto approvare la famosa legge dei mondiali 90 per farsi realizzare i suoi alberghi ad avellino e provincia HOTEL DE LA VILLE GRAN HOTEL DELL’IRPINIA GRAN HOTEL SERINO ovviamente con dei suoi prestanomi di fiducia……..oppure mi domando come sia stato possibile che un cirino pomicino in un paese di si e e no 10000 abitanti manfredonia (FG) sia riuscito a farsi approvare un progetto per un semplice pontile per 10 miliardi di vecchie lire……..per un semplie pontile! quindi mi domando e dico ma perche’ non si vara una legge con cui tutti i politici appartenenti a questa legislatura e non vedasi unli lorenzo un altissimo un poggiolini ecc che non riescano a dimostrare la provenienza lecita dei loro patrimoni per lege come si fa’ con la mafia gli devono essere confiscati!!!!! una altra vicenda che mi fa’ inorridire e quella del ministro scajola che si e’ permesso il lusso con quella faccia di cazzo che e’ tipica dei nostri politici che tutto possono …di dichiarare al corriere della sera testuali parole vendo la casa di roma e della differenza pagatami da anemone quella illecita ne faccio beneficenza ma come ancora non gli e’ stata confiscata la casa in questione???? oppure l’ultima del ministro delle finanze che della casa dove abitava illecitamente si e’ giustificato dicendo come farebbe un bambino con la mamma ma io non ne sapevo niente e si ma bello di mamma la legge non ammette ignoranza……..oppure di come quel lurido puzzolente e pieno di gel nei capelli di italo bocchino si permete di dire su un canale rai …. il carcere a chi evade ma come…….e tua moglie che non ha mai o quasi mai dichiarato un cazzzzz pur avendo avuto grazie a te tutti quei cazzz di contratti RAI dove deve andare? in galera a vita!!!!oppure parliamo di marrazzo e si poverino scoperto a fare puffi puffi con i trans vengo al dunque a farselo mettere nel culo a tirare chili di cocaina, per colpa sua sono state uccise due persone come se non bastasse tutto cio’ e’ stato reiitegrato in RAI!!!!!!!!!!!! ma mi domando e dico se tutto cio’ sarebbe accaduto in francia ci sarebe stata una 2 rivoluzione????? e noi chi aspettiamo dopo il bunga bunga di berlusconi e 1 chili di cocaina trovati nella sua cantina a chi aspettiamo ancora…… la madonna di lourdes in terra?
    chi aspetiamo a far cadere i nostri gheddafi in patria?

  60. con il cuore ::: spero e auguro un bel cancro al signor amato, anzi senza signor perchè è solo un disgraziato, ma spero che il signore lo chiami presto a se, maledetto non sai neanche cosa vuol dire lavorare ma sai la rivoluzione francese iniziò così… e tanti si trovarono dai lauti banchetti alle fantastiche ghigliottine … chissà mai che capiti anche a te amato , con una pensione RUBATA a noi lavoratori ! considera che io ero e dico ero un moderato, ma adesso ne ho le palle piene di voi politiciladri, quindi posso dire di essere pronto a tutto, anche di venire a cercarti se fosse necessario !!! … medita su come la gente normale e tranquilla si trasforma …. sono davvero arrabbiato

  61. buona giornata atutte queste belle persone riflessive osservatrici e giustizialiste……….ma purtroppo per l’italia nient’altro che questo…..noi italiani siamo solo bravi a parlare di noi segli altri e molto piu’ bravi a non fare niente!
    io personalmente ho denuncito il ministro scajola alla procura della repubblica di roma con tanto di firma piu’ di 2 mesi fa…..cosa e’ successo un cazzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz di niente qui dobbiamo capire noi che ci vantiamo tanto di essere italiani quindi uomini di cultura di storia di buon gusto ecc che e’ ARRIVAto il momento di combattere i vari gheddafi nel nostro paese e non quelli degli altri la lega con quella pippa di bossi di gargamella alias maroni del dottore J con gli occhi da pazzo la devono smettere di predicare al loro popolo di caproni che hanno iniziato a lavorare a 14 anni senza finire le scuole non e’ possibile che sindaci leghisti dicano bla bla e poi risultino nonostante non dichiarino nulla avere utili per milioni di euro l’ultimo caso schok quello di arzignana a vicenza ma questa e’ una storia conosciuta e volutamente nascosta da anni il nord preciso pulito corretto ma cosa cazzzzz dite…….io ho lavorato anni a pavia milano roma ci sono solo belle parole dietro le quali……..si nascondono accordi patti truffe vediamo poggiolini altissimo di lorenzo mccanico mancino ecc ecc piu’ volte chiamati in causa penalmente a volte condannati ma che comunque si godono i loro immensi patrimoni accumulati illegalmente un politico parliamoci chiaro con una famiglia da mantenere 2 case da affittare costi di vita tasse bollette ecc al massimo nel corso della vita se fortunato puo’ acquistare 1 csa a roma mentre tutti questi come cazzzzzz hanno fatto a comprarsene 3 4 6 chi me lo spiega………..con soldi che pagheremo noi con le vuove tasse in virtu’ delle cazzate che hanno fatto in passato facendo appalti pubblici a prezzi triplicati tangenti di partito mazzette per posti di lavoro ma se almeno ci avessero amministrato bene e invece neanche quello, prendiamo un di pietro che parla un italiano incomprensibile e’ arrivato tardi ma ha subito recuperato ha gia’ 4 case oppure il figlio….meglio non parlarne…parliamo di mastella si proprio lui l’ex di barbara durso si proprio la cinquantenne che circola con scarpe vietate per quanto sono alte ha addirittura costituito una societa’ immobiliare con i figli per quante case possiede solo a roma sono piu’ di 4 io direi a questo punto di pubblicare on line non il reddito di ogniuno di noi ma i patrimoni in primis dei ministri……….i quali entro 1 anno dovrebbero giustificari i loro acquisti lecitamente altrimenti ONFISCA e vendite all’asta dopo tutto questo debbito pubblico questa voragine l’hanno creata loro…………………e adesso paRLIamo di berlusconi e di tutta questa gentaglia di cui si circonda da quando e’ salito al potere e’ capitato di tutto e di piu’ porta male dobbiamo disfARCENE E’ SFIGATO QUELLO CHE HA REALIZZATO SANTORO NE HA PARLATO CENTINAIA DI VOLTE NON E’ STATA FARINA DEL SUO SACCO NON E’ ALL’ALTEZZA!!!!!!!! lo ha dimostrato ampiamente con le battute fuori posto con i capelli che non ha con il modo con cui ci ha inculati tutti con l’alitalia volev salvare la fiat dalla crisi apponendo lo scudetto della ferrari sulle punto e’ un folle del bunga bunga deve andare a lavorare sulle navi da crociera e’ l’unica cosa che sa fare ce ne dobbiamo liberare!!!!!!!!!!!!!!!!!!basta ma attenzione a gargamella dei puffi o a veltroni e’ stato l’unico sindaco che durante il periodo in cui ha amministrato roma e’ riuscito a indebitarsi cosi’ tanto e cio’ nonostante la il coraggio di farsi vedere in giro con la cocozza abbronzata vadano tutti a casa in primis il nano bocchino che pensa di essere un coniglio figo mettendo il gel nei capelli e’ solo un ridicolo nano vadano tutti a lavorareeeeeeeeeeeeeeeeeeee se lo sanno fare….io in verita’ penso che andrebbero solo a rinforzare le file dei disoccupati dato che non sanno far niente a dimenticavo ma rotondi si proprio lui l’uomo con un solo capello in testa VOI lo capite quando parla? io mai sara’ perche’ non ho terminato le scuole superiori.

  62. Caro direttore negli ultimi anni nn ho piu’votato e nn ci andro’ mai piu’xke’ nn trovo nelle liste un candidato sincero e onesto tutti promettono ma poi quando sn eletti nn mantengono le promesse secondo il mio punto di vista tutti si danno alla politica nn x fare le leggi in parlamento ma xke’ in politica guadagnano di piu’e sn la categoria piu’ protetta e hanno troppi privileggi l’unica soluzione e’ cm nn vado io a votare nn ci dovrebbero andare nessuno e la si che ci divertiremo!!!!!!!!!! la ringrazio direttore giordano x questo suo libro verita’e ke
    ci fa capire quanti privileggi hanno sti bastardi

  63. Caro Giordano,
    i libri, gli articoli, gli editoriali, le partecipazioni in tv Sue e di altri suoi bravi colleghi come Stella, Rizzo,Sartori, Gabbanelli,ecc. sono certamente molto utili a far capire quanto siano incrostati di letame gli scranni del Parlamento. Ma il vostro lavoro non serve a nulla se gli italiani continueranno a preferire il lato B delle donne berlusconiane alla presa di coscienza della incombente catastrofe che si sta chiaramente delineando, grazie alla inefficienza della nostra intera classe politica, che barcolla come una gallina senza testa. Avete notato come tutti i più sfegatati portavoce di Berlusconi si siano improvvisamente eclissati?

    Ci sono molti guai in arrivo e noi Italiani che facciamo? Praticamente nulla, nemmeno un plissè. Confidiamo nella Divina Provvidenza? Possibile che non siamo capaci di un minimo soffio d’orgoglio, come l’ha avuto la piccola Tunisia?

    Gli scioperi ormai servono a poco, ci vuole altro,senza per forza uscire dalla legalità. Oggi non ci sono più pericolose Brigate rosse, nere, verdi a pois rosa, gialle a righe azzurre, ecc.: oggi c’è solo un intero Popolo che forse finalmente percepisce di essere Sovrano, e che sta iniziando ad essere sovranamente incazzato (mi si perdoni il termine).

    Un noto giornalista ha recentemente scritto che la gente è già pronta con i forconi in mano. E’ comprensibile, ma non è affatto una cosa buona, perchè siamo anche noi colpevoli di questo disastro, per la pigra indifferenza con cui abbiamo sopportato per decenni queste indecenti ladronerie. E per avere votato le persone sbagliate (anche se di giuste non ne vedo francamente da nessuna parte).

    La maturità di una Nazione si misura con la sua capacità di cambiare le cose senza inutili, stupidi spargimenti di sangue.Decenni fa abbiamo già vissuto l’episodio di Piazzale Loreto: una vergogna che basta e avanza per generazioni. Oggi dobbiamo evitare il ripetersi di fatti del genere, solo così si può veramente costruire una nuova società,e garantire un futuro decente alle nuove generazioni. O sbaglio?

    Grazie e cordiali saluti,
    Daniele

  64. Sono d’accordo con Susy,ho trovato stomachevoli le parole del sig. Amato nel rispondere alla domanda dalla giornalista Lilli gruber:sarebbe disposto a diminuirsi la lauta pensione, anzi più pensioni (31.000,00 euro e rotti netti al mese). Lui candidamente ha risposto che lui non ha il potere di farlo….
    Avrebbe potuto anzi direi dovuto rispondere (agli Italiani tutti)che sarebbe giusto un intervento dello Stato su tutte queste pensioni esageratamente generose, portandole ad una cifra che rispecchi e rispetti la situazione della popolazione italiana.

  65. Si si avete tutti ragione a criticare ed incazzarvi ma sono tutte chiacchere
    che non arrivano a nulla quelle facce di merda se ne fregano di noi xche secondo loro siamo solo un gregge! Dovremmo invece delle parole inutili nei bar passare ai fatti con bastoni e forconi tutti a Roma! A bastonarli uno ad uno e far loro vedere che oltre alla lingua abbiamo anche le palle! Io personalmente spero di arrivare presto a questa soluzione con tutto il cuore

  66. Ancora una volta dimostra di essre poco serio , pensasse al danno che ci ha fatto e che continuano a fare, che facciano le leggi uguali per tutti, Siamo vicini qualcosa sta per accadere siamo in troppi a stare male per colpa di quest svergognati. Riuniamoci e buttiamoli fuori dallA nostra ITALIA. i SOLDI, TANTI CHE PRENDE ORE CHE NE SONO VENUTO A CONOSCENZA LI DEVE SPENDERE TUTTI DI MEDICINA.

  67. Spero che arriverà un movimento politico che non avrà paura di fare delle leggi per riavere indietro i nostri soldi. Pensate che il debito pubblico è stato provocato da queste persone che hanno depredato senza pietà le casse dello stato !

  68. Pingback: E Giuliano Amato (31mila euro al mese di pensione) dice che gli italiani “hanno avuto troppa Sardegna” (cioè se la sono goduta troppo). Ma lui un po’ di pudore non ce l’ha? | Random Notes

  69. NON E’ TANTO GRAVE LA SITUAZIONE ECONOMICA DEL PAESE OPPURE NON SIAMO IN GRADO DI RECEPIRLA COME TALE SE NON ABBIAMO ANCORA REAGITO COME POPOLO A QUESTE ENORMI DISUGUALIANZE.
    IL NUOVO GOVERNO SI E’ ANNUNCIATO CON TERMINI DI GIUSTIZIA ED EQUITA, COSA SIGNIFICA ?.
    NON CAMBIEREMO MAI E QUESTO LORO LO SANNO, MA C’E UN DETTO CHE DICE: NON TIRARE TROPPO LA CORDA PERCHE’ PRIMA O POI SI ROMPE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *