Togliete subito il vitalizio a Eugenio Scalfari (e a Merloni e a Benetton…)

 

Togliete il vitalizio da parlamentare a Eugenio Scalfari. E’ lo stesso fondatore di Repubblica che lo chiede oggi, in un editoriale, sul suo quotidiano: “Personalmente riscuoto come ex deputato un assegno netto da 2400 euro mensili. Cinque anni fa inviai una lettera ai questori della Camera chiedendo che mi fosse annullato. La risposta fu che ci voleva una legge recepita dal regolamento della Camera, in mancanza di che l’assegno di sarebbe stato comunque accreditato. Mi domando che cosa si  aspetti ad annullare i vitalizi…”.

E se so lo domanda lui, figuriamoci se non ce lo domandiamo noi. Perché non cominciamo da subito a tagliare il vitalizio a Eugenio Scalfari? E già che ci siamo perché non glielo togliamo anche a Toni Negri, che prende 3108 euro per essere stato parlamentare 64 giorni? E perché non glielo togliamo a Luciano Benetton (3108 euro al mese) all’imprenditore Francesco Merloni (9947 euro al mese), al fiscalista Augusto Fantozzi (3108 euro al mese) all’ex top banker di Lehamn Brothers Mario D’Urso (3108 euro)? Sono tutti ricchi, sono tutti miliardari: il vitalizio, al massimo, serve come argent de poche. Siamo sicuri che, siccome sono tutti appassionati del bene pubblico, come Eugenio Scalfari, siamo sicuri che vi rinuncerebbero subito.

Che ci vuole ad accogliere la richiesta? Che stiamo aspettando?

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

36 risposte a “Togliete subito il vitalizio a Eugenio Scalfari (e a Merloni e a Benetton…)

  1. quanto ho capito per avere un vitalizio e indispentabbile ad essere ricchi oppure un ex parlamentaare nuula facente oppure non so che altro comunque vietato a chi si e fatto un mazzo per 30,40 anni di lavoro magare minatore o operaio no non se lo maritano al massimum quale onorificenza gratis pero,mi piace e tutto giusto cosi la marmaglia impara e si vergognera di essere povera perche ricchi non si nasce si diventa dunque diamoci da fare ,se ci dassero la ricetta magari…..

  2. be puó sempre fare un giro conto verso qualche poveraccio che ne ha bisogno… chiedere che gli venga tolto gli fa onore, ma sa benissimo che in Italia serve una legge per queste cose e quindi? Ho l´impressione che abbia voluto solo fare bella figura con i lettori…

  3. con tutta la crisi che ci circonda noi operai di classe media stentiamo ad arrivare a fine mese,mentre loro con la finanziaria del tremonti si sono blindati i vitalizi e pensioni varie incominciassero a dare il buon esempio prima che l’italia si trasformi in un campo di battaglia.ormai siete solo dei papponni nullafacenti!

  4. si potrebbe organizzare una sorta di petizione per obbligare chi di dovere a tagliare tali vitalizi, chiedo se possa essere questa una strada percorribile.
    Il senso è : la classe politica non farà mai nulla per cancellare questa vergogna, quindi cosa possiamo fare noi cittadini ? Quali strumenti abbiamo per arginare le “sanguisughe” ??

  5. Il marcio della manovra economica si trova:
    1)PARLAMENTTO
    2)CAMERA dei DEPUTATI
    3)QUIRINALE
    4)CONSIGLIO SUPERIORE della MAGISTRATURA
    5)CONSULTA
    6)MAGISTRATURA
    7)SENATORI A VITA
    Provate a pensare quanto costa il mantenimento di tutti questi
    PRIVILEGGIATI

  6. Caro Mario,
    ho letto il tuo articoletto sui “vitalizi” di Anderloni, Benetton, Toni Negri… vai avanti così a denunciare questo scandalo nazionale intollerabile. La gente comune non ha il tempo d’informarsi, perché il più delle volte arriva a casa distrutta da un lavoro sempre più precario e mal pagato; ma ha il diritto di conoscere i nomi e i cognomi di questi personaggi; i quali, pur essendo straricchi, non disdegnano di succhiare… senza ritegno. Bravo Mario, dà voce a chi non l’ha. Siamo con te.

  7. E io che lavoro da 20 anni e ne devo fare almeno altrettanti per vedere la pensione……(forse) ne prenderò se tutto va bene quasi mille al mese dopo aver versato contributi per una vita!! Ma dov’è finita la GIUSTIZIA???? E’ ora di dire BASTA a tutte queste angherie dei nostri politici. 3000 euro di pensione per 64 giorni di parlamento…. che INGIUSTIZIA!!! Sono uno statale ma ascoltando e leggendo tutte queste cose ogni giorno mi viene solo una grande rabbia e voglia di abbandonare tutto. I nostri contratti saranno bloccati fino a tutto il 2014 e loro continueranno a mangiare ed arricchirsi sulle nostre spalle!!!

  8. Roma, 12 lug. 2011 – Lo sapevate che i nostri 630 deputati con i loro 1109 familiari, pur percependo uno stipendio mensile di 25.000 euro, non pagano il dentista, né il fisioterapista né lo psicoterapeuta? Lo sapevate che dalle carie del nipotino alla protesi mobile dell’onorevole nonno abbiamo finanziato denti per 3 milioni e 92 mila euro? Lo sapevate che esiste un “fondo di solidarietà sanitaria” che prevede, sempre gratuitamente, per questi poveri lavoratori del dito (la maggior parte si guadagna lo stipendio cliccando su un pulsante, e neanche tutti i giorni) perfino la “balneoterapia” (leggi: vacanze al mare) e la elettroscultura (leggi: ginnastica passiva)? Io non lo sapevo. Non sapevo che questo ulteriore sconto per ricchi ci è costato, nel 2010, 10 milioni e 117 mila euro. Avrei voluto continuare a non saperlo.

    Come preferirei non sapere che è pratica comune, quando si fa parte della crema della classe dirigente di questo Paese, abitare in lussuosi appartamenti senza pagare l’affitto. Penso che a Roma un posto letto in periferia uno studente fuori sede lo paga anche 800 euro al mese… penso che se hai un problema ai denti e non hai soldi sorridi con la mano davanti alla bocca e ti vergogni. Penso che se hai un problema psichico e non hai soldi te lo tieni e muori un po’ tutti i giorni, mentre in Germania, hai un tot di sedute gratuite e, se il terapeuta dimostra il tuo effettivo bisogno di cure, lo Stato paga per te. Per te cittadino, che non puoi permetterti la spesa, non per te deputato, che potresti benissimo provvedere di persona. Penso che quello è un Paese civile e il nostro meno. Penso che, se fossi una onorevole rappresentante di qualsiasi partito, lo rifiuterei, questo privilegio per privilegiati, non potendolo estendere a tutti i cittadini.
    E NOI SIAMO QUELLI CHE DOBBIAMO FARE I SACRIFICI PER LO STATO??? QUELLI DA TASSARE CONTINUAMENTE PERCHE’ LO STATO RAGGIUNGA IL PAREGGIO DI BILANCIO NEL 2014!!!

    Fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it

    • ho 63 amo l’Italia, ma vorrei una rivoluzione
      e mandarli a casa subito tutti e come ha detto qualcuno facciamo( governare le casalinghe ?)

      • ho 63 amo l’Italia,
        ma odio i nostri politici mandarli a casa subito tutti e come ha detto qualcuno facciamo( governare le casalinghe ?)

  9. Un vitalizio è dovuto alle mogli dei Ns militari caduti nelle varie guerre che abbiamo in atto (purtroppo). Nona questi signori.
    Grazie Dr. Giordano di informarci su questi sprechi.

  10. è scandaloso, come tanti altri privilegi che andrebbero aboliti.
    Le superfici di rappresentanza di alloggi di servizio , alloggi di servizio vuoti( quando c’è gente che paga l’affitto), auto blu per tutti, segreterie di fatto che non esistono ufficialmente, etc……

  11. è necessaria una rivoluzione culturale globale.
    Ciascuno di noi deve tutelare, non solo i propri interessi personali, ma soprattutto quelli della collettività.
    Dobbiamo PRETENDERE, ESIGERE che tutti paghino le tasse, INDIGNARCI, PROTESTARE di fronte ad ogni forma di abuso e sopraffazione.
    Devono dirci che fine fanno i nostri soldi.
    Per ogni cittadino deve essere possibile consultare quanto guadagna e cosa possiede.
    Al diavolo la privacy , fine a se stessa, io voglio sapere perchè persone che non dichiarano nulla hanno un tenore di vita centomila volte migliore del mio.
    Complimenti a E.Scalfari e complimenti a tutti gli onesti, bisogna lottare contro i disonesti, contro l’omertà e contro questi sitemi mafiosi che attanagliano il paese.

    E’ ora di finirla di far finta di nulla e di pensare solo a noi stessi.
    Il nostro stare bene dipende da noi stessi.La nostra classe politica ha fallito ed è ora che cambi RADICALMENTE.
    Spazio a gente nuova che non appartenga a nessuna casta, gente che ha voglia di aiutare il nostro Paese a RISORGERE.
    I NOSTRI RAPPRESENTANTI DEVONO ANDARSENE VIA, SENZA PENSIONE E SENZA BENEFICI, HANNO GIA’ RUBATO TROPPO , CI HANNO GIA’ SVUOTATO LE TASCHE E NON RAPPRESENTANO PIU’ NESSUNO.
    ANZI BISOGNEREBBE CONFISCARGLI ANCHE QUELLO CHE HANNO ACCUMULATO IN QUESTI ANNI.HANNO FALLITO E QUANDO UN’AZIENDA FALLISCE SI RISARCISCONO I CREDITORI CHE SIAMO TUTTI NOI.
    RIDATECI IL NOSTRO STATO, SE AVETE ANCORA UN PO’ DI DIGNITA’ E D’AMOR PROPRIO FATE LE VALIGIE E TORNATEVENE PACIFICAMENTE A CASA, TUTTI COMPRESI I LEGHISTI CHE SON BUONI SOLO A RACCONTAR MENATE….
    VERGOGNATEVI
    FORZA ITALIANI ONESTI CHE CE LA POSSIAMO FARE A RIDARE FIATO AL NOSTRO PAESE. NOI SIAMO UN GRANDE POPOLO, GLORIOSO E RICCO DI STORIA E DI VOLONTA’ DI COMBATTERE, POSSIAMO SICURAMENTE RENDERE MIGLIORE IL NOSTRO PAESE.

  12. cari tutti, ogni volta che leggo nuovi commenti da parte del sig Giordano ed altri, dopo che il sangue ha ribollito e la pelle si è accapponata, mi prudono le mani: cosa si può fare concretamente e velocemente per fermare tutto questo?
    Ne abbiamo parlato, siamo tutti d’accordo, ora è arrivato il momento di fare qualcosa per cambiare.
    Sig Giordano: lei è il più esperto in materia, ci può dare un suo consiglio concreto?
    grazie

  13. Leggete di seguito e troverete la strada per abolire il vitalizio. La soluzione è RACCOGLIERE FIRME per una LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE, ma poi è necessario andare in tanti sotto il parlamento e obbligarli a trattare l’argomento altrimenti vedete di seguito “PARLAMENTO PULITO”)

    Gentile Mario,
    scusandomi per il ritardo, rispondo alla sua mail del 23 giugno. La ringrazio di cuore per le parole di stima e di fiducia che ha voluto farci pervenire. Questa è una classe politica ingorda, in doppiopetto, sprezzante del cittadino, con gli stipendi più alti d’Europa, che ha generato anche un debito pubblico mastodontico, una spada di Damocle che penderà sul capo delle generazioni future per chissà quanti anni. Anche per questo motivo l’Italia dei Valori sostiene da tempo la necessità di ridurre i costi della politica, compresa la riduzione degli stipendi e delle pensioni dei parlamentari. A tal proposito, la informo che con un referendum abrogativo non si riuscirebbe ad intervenire sugli importi dei vitalizi e degli stipendi poiché non sono stabiliti da una legge, ma da una delibera degli Uffici di Presidenza di Camera e Senato. Piuttosto, si potrebbe pensare ad una legge d’iniziativa popolare. Ma anche questa via non sembra più praticabile allo stato attuale: la proposta di Legge di iniziativa popolare denominata “Parlamento pulito”, a distanza di oltre 3 anni, è ancora ferma in Commissione Affari Costituzionali del Senato! L’Idv continuerà a distinguersi anche per la sua lotta agli sperperi di denaro pubblico, senza dimenticare il numero, gli stipendi e i tanti altri privilegi dei parlamentari italiani che contribuiscono a svuotare le casse statali e a creare un inaccettabile divario rispetto alla media della popolazione italiana. Il nostro impegno in tal senso ho come sempre garantito. La ringrazio per l’attenzione e per il sostegno.

    Cordialmente

  14. Hanno detto che è pura demagogia il taglio di stipendi e pensioni ai politici, che non è questo che ci salverà dalla crisi. Ma, un taglietto agli stipendi, un grosso taglio alle pensioni,l’eliminazione di tutti i benefit, l’abolizione delle provincie e di tutti gli enti inutili, niente finanziamento pubblico ai partiti e fatta la finanziaria a partire da subito con ripercussioni positive sui prossimi anni.
    Vista la finanziaria di quest’anno penso che non ci voglia un grande economista per far quadrare i conti dello Stato, basta prendere a caso una casalinga che tira su la famiglia con 700 euro al mese e riesce pure a mandare i figli all’università senza andare mai in rosso.

  15. Buona sera dott. Mario GIORDANO,

    mi pare che si siamo dimenticati delle coperative rosse che non pagano tasse o non sono tenute a fare dichiarazioni dei redditi.

    Lo stesso vale per i sindacati

    Per non parlare di Cofferati (e tutti i cigiellini) che nel 96 ha ottenuto una maxi-pensione per decreto dal governo Prodi Ciampi e Treu. Vedasi “IL GIORNALE” di Martedì 13 agosto 2002 (la battaglia del cinese).

    Potrebbe cortesemente spolverare e rimettere nuovamente in prima pagina anche queste cose?

    La ringrazio infinitamente e saluto.

  16. io ho lavorato 40 anni x prendere 1200 euro al mese un deputato x 64 giorni prende 2400 euro. percio. dico BIANCHI ROSSI NERI VERDI.LA SEDIA E——CA.PERCHE I NOSTRI POVERI SOLDATI VANNO IN MISSIONE E MUOIONO MENTRE I FIGLI DEI NOSTRI GOVERNATORI NON CI VANNO E :NON MUOIONO? PERCHE I NOSTRI VANNO X QUACHE EURO IN PIU MENTRE I BONI NON ANNO NESUN BISOGNO PACA TUTTO PAPA; OSSIA IL POPOLO.

  17. mario ti adoro!!!!!!!!!!! ad averne come te! almeno altri 10 milioni ! xò sono sicura ke ce ne sono almeno 10 milioni ke la pensano come te ! allora indici un referendum…..tanto è di moda! nel frattempo invadiamo il presidente napolitano di cartoline!scriviamoglielo ke siamo stanki di questa dittatura colorata di bianco (CENTRO) rosso (SINISTRA) e nero(DESTRA) ci stanno sukkiando il SANGUE!!!!!! MARIO ti prego aiutaci a resistere !!!!!!non demordere ti siamo vicini!

  18. lo sapete qual è lo stato di governo migliore del mondo? quello della Svizzera! e sapete perke? perke i parlamentari lavorano completamente gratis!!!!!!!! lo fanno come una missione per il bene dello stato e campano con i proventi del proprio lavoro!!!!! naturalmente ci sono pochi candidati ma quei poki lo fanno per il bene del proprio paese…..proprio come i nostri!!!!!!!!!!

  19. Sono tutti spudoratamente senza vergogna,
    senza ritegno.
    Dovrebbero provare cosa significa tirare avanti
    con delle pensioni da miseria.
    quello che leggo è uno schiaffo alla poverta,
    Mangiano, bevono e fanno le sco…alla faccia del popolo
    che si lamenta.

  20. Mio padre ha pagato 42 anni di contributi, prende € 800,00 di pensione.E’ un ex commerciante e negli ultimi due anni di lavoro ha avuto seri problemi di salute.
    Oggi è invalido al 100%.
    Durante il periodo della malattia a causa del ricovero in ospedale ( 5 mesi circa ), non ha onorato una rateizzazione che aveva con equitalia.
    Risultato: oggi equitalia minaccia il pignoramento dei suoi beni.
    E questo è un paese civile ?
    Se rinasco, mi butto in politca…garantito.

  21. SALVE SIG. DIRETTORE GIORDANO.
    ITALIANIIIIIII!!!!!!!!!
    SVEGIAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!
    MARCIAMO SU ROMA, MANDIAMO A CASA A CALCI IN CULO QUESTI LADRI E PORCI CHE NON SONO ALTRI, MA QUANDO REAGIAMO???? VI RENDETE CONTO CHE CI SONO FAMIGLIE CHE NON POSSONO FARE LA SPESA PER MANGIARE? ADESSO SIAMO ARRIVATI A FINE CORSA.
    AUGURO A TUTTI I PARLAMENTARI E POLITICI DISONESTI CON VITALIZI DA CAPOGIRO E NON SPETTANTI TUTTO IL MALE ECONOMICO POSSIBILE PER LE LORO TASCHE.
    DIRETTORE, MI PERDONI LO SFOGO, MA NON RIESCO A TRATTENERE LA RABBIA QUANDO SENTO QUESTE COSE, E INCONCEPIBILE, LI AMMAZZAREI TUTTI!!!!
    DEVONO RESTITUIRE TUTTO QUELLO CHE HANNO PERCEPITO INDEBITAMENTE STI GRANDI CORNUTI!!!!
    SONO CONVINTO CHE ARRIVERA’ PRESTO IL MOMENTO CHE SI DOVRANNO PENTIRE DI ESSERE STATI PARLAMENTARI E POLITICI.
    ANDATE VIAAAAA!!!! CANI!!!
    PENSATE, IN PARLAMENTO SI BISTICCIANO PURE IN DIRETTA, VERGOGNAAAAAAAAA!!!!! CHE BRUTTA FINE HA FATTO LA BELLA ITALIA!!!
    A COSA E SERVITO IL SACRIFICIO DEI NOSTRI NONNI E BISNONNI CHE HANNO PAGATO CON LA VITA??
    A SETTEMBRE TUTTI INSIEME RIPRENDIAMOCI L’ITALIA, FACCIAMO PULIZIA DI TUTTO.

  22. Dobbiamo fare qualcosa, non è giusto per noi ed i nostri figli restare impotenti a tali furbetti tagliaborse da 4 soldi. Ci vorrebbe qualcosa o qualcuno che con un NOME possa iniziare una protesta FORTE contro i PARASSITI!!! IO Sono PRONTO!!!

  23. Ormai lo sappiamo tutti che i politici ci stanno prendendo per il ……, solo che non siamo abbastanza uniti per fare qualcosa di decisivo tutti insieme, così ci limitiamo a lamentarci senza concludere mai niente

  24. CON CHE PAROLE SI POSSONO GIUDICARE QUESTA CLASSE DIRIGENTE
    ” VEGOGNA ”

    Il portavoce del Comitato Totalizzazione Walter Parenti ha scritto a tutti gli onorevoli della Camera e del Senato:

    “ Egregio Onorevole non ci affami “

    Con questa richiesta e con una nostra lettera allegata abbiamo spiegato a tutti gli Onorevoli della Camera dei Deputati ed alla Camera dei Senatori le condizioni in cui una parte degli Italiani sono costretti a subire.
    Noi propniamo una legge onesta per cittadini che hanno lavorato una vita e pagato il 60% del loro reddito in tasse.
    Come si può pensare di aumentare le finestre pensionistiche senza proporre la possibilità di un lavoro che ti consenta di sopravvivere fino al ricevimento dell’assegno pensionistico.
    Dopo 46 anni di lavoro tutto avrei pensato meno quello di essere affamato dalla classe dirigente del mio paese.

    Modena, 12 luglio 2011

    Egregio Onorevole

    Come portavoce del Comitato Totalizzazione mi permetto di scriverle per porre alla sua attenzione quanto segue.

    Il DL 31 maggio 2010, n°78, l’articolo 12 ed in particolare comma il 3, ha modificato pesantemente quelle che erano le decorrenze pensionistiche, per i lavoratori dipendenti la finestra si è spostata a 12 mesi, per gli autonomi a 18 mesi, chi utilizzano la totalizzazione dalla sera alla mattina e con effetto immediato, hanno aperto una finestra di 18 mesi.

    Fanno eccezione gli iscritti al fondo di previdenza del clero.

    Nel periodo transitorio della finestra pensionistica, quei cittadini che non hanno un lavoro e nessuna forma di assistenza si devono arrangiare e io mi chiedo come.

    Dei cittadini all’inizio del 2009 hanno dovuto chiudere la propria azienda in quanto il lavoro della loro attività è crollato verticalmente e sono stati completamente tagliati fuori dal mondo del lavoro, per raggiungere i 40 anni di contribuzione stanno pagando i contributi volontari.

    Nel 2012 alcuni possono presentare la domanda per il trattamento pensionistico tramite la facoltà prevista in totalizzazione.

    Con il DL sopra citato è stata calata una mannaia che ci affama ulteriormente in quanto l’assegno pensionistico arriverà dopo un anno e sette mesi.

    Cittadini che hanno pagato le tasse e lavorato per 46 anni in questo bel paese e dopo avere versato 40 anni contributi pensionistici devono subire una ulteriore umiliazione come uomini, come cittadini e come lavoratori.

    Abbiamo gia subito una serie di ingiustizie con leggi che ci hanno penalizzati ed umiliati e minano la salute delle persone colpite da queste leggi.

    Se tutto va bene i primi assegni pensionistici arriveranno alla fine del 2014, noi ci chiediamo come fare fronte a tutte le spese che una famiglia deve ottemperare e come faremo a vivere anche al minimo della sussistenza.

    Se vado a leggere i principi fondamentali della Costituzione Italiana art.1, 3 , 4 , 36 e 38 , ritengo che la legge sopra citata sia una vergogna.

    Non si e voluto eliminare le ruberie , gli sprechi, le auto blu, le super pensioni,ecc…; in parlamento si è deciso di emanare una legge che per fare cassa, si umiliano e si affamano i cittadini che lavorano da una vita.

    Il Comitato TOTALIZZAZIONE ha deciso di prendere una posizione netta per promuovere a livello locale e nazionale, per sopperire alle gravi condizioni sopra elencate con una proposta di legge da attuarsi in tempi brevissimi.

    Il comitato propone una legge che dichiari che dopo 40 anni ( il massimo della contribuzione ) con qualsiasi metodo di contribuzione pensionistica si possa accedere al trattamento pensionistico dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di pensione.

    (Walter Parenti)

    Walter Parenti
    Portavoce del Comitato TOTALIZZAZIONE
    cell. 370 1070006
    info@totalizzazione.it
    http://www.totalizzazione.it

  25. Caro Mario ma come è possibile che davanti a tutto questo gli italiani possono dormire sonni tranquilli? ma quando ci ribelliamo? io non ci dormo la notte solo al pensiero di quanta gente in italia è alla soglia della povertà più totale e che io dopo 36 anni di lavoro percepisco una pensione di 1400 euro al mese e sono straconvinto che posso ritenermi fortunato, a fronte dell’operaio che ne percepisce appena 1000. mi associo in pieno allo scritto dei sigg. Marco e Montanari concludo dicendo che ogni popolo, ha il governo che si merita………… destra,sinistra,centro e……… chi più ne ha più ne metta.

    • Francesco hai ragione…….ma noi Italiani siamo pigri, ignoranti e bigotti. Qui la Rivoluzione Francese contro l’aristocrazia delle caste burocratiche e contro il clero non è ancora arrivata. Forse non arriverà mai nè dalla maggioranza nè dall’opposizione, entrambe serve del Vaticano. Aspettiamoci ancora secoli di oscurantismo feudale, ce lo meritiamo. Nessuno qui è disposto non dico a morire ma neppure a combattere verbalmente per distruggere queste due infami caste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *