Sicuro, qualcosa si muove: venerdì in Consiglio dei ministri la "tassa sulle sanguisughe"?

L’Istat ci rivela oggi che metà dei pensionati prende meno di 1000 euro al mese. Qualche giorno fa l’Inps ci aveva rivelato che la metà delle pensioni è al di sotto dei 500 euro. La sostanza non cambia: chi è anziano oggi, dopo aver lavorato una vita, fatica ad arrivare alla fine del mese. E allora è ancora più scandaloso venire a sapere che ci siano pensioni Inps da 90mila euro al mese, come quella del recordman italiano, l’ex manager Telecom Mauro Sentinelli. E’ scandaloso che ci siano persone che ancora oggi vanno in pensione a 47 anni con 11mila euro al mese di pensione, come l’assessore regionale della Sicilia Pier Carmelo Russo. Ed è scandaloso che ci siano onorevoli che, per essere stati un solo giorno in Parlamento, prendono  da anni un vitalizio 3108 euro al mese, oltre 1700 euro netti (quattro volte una pensione minima).

Di fronte agli anziani che oggi faticano ad arrivare alla fine del mese e ai giovani che stiamo condannando a un futuro di povertà previdenziale sono intollerabili questi i privilegi, rimasti vivi e intoccati in mezzo alle varie riforme, lacrime e sangue ma solo per i cittadini comuni. E per questo appena pubblicato “Sanguisughe” (giunto alla sua dodicesima edizione) abbiamo pensato che il libro non poteva finire lì, doveca continuare a vivere su Internte,  raccogliendo voci, consensi, opinioni, mantenendo accesa la protesta. Molti mi hanno chiesto: ma serve a qualcosa?

Ebbene sono lieto di anticipare che a qualcosa tutto ciò è servito. Nella prossima manovra, che sarà presentata venerdì in consiglio dei ministri, per la prima volta ci dovrebbero essere due norme contro le pensioni d’oro: il blocco della perequazione (che se non altro impedirà la crescita di quegli assegni in modo esponenziale) e un contributo di solidarietà. Vedremo di che entità sarà. Vedremo se sarà solo un segnale o qualcosa di più concreto. Ma intanto una battaglia partita da un libro e tenuta viva da Internet ha prodotto un primo piccolo risultato. Un invito in più a non mollare, ad andare avanti, senza dare tregua alle sanguisughe.

41 risposte a “Sicuro, qualcosa si muove: venerdì in Consiglio dei ministri la "tassa sulle sanguisughe"?

  1. ma non è possibile indire un referendum in cui si ponga un limite alle pensioni? soprattutto per i politici che “mangiano” già abbastanza per quello che fanno? tipo sui 2000… chissà che risparmio per gli italiani… e magari alzare la pensione minima che con il minimo oggi non si vive più…

  2. Dopo 38 anni e mezzo di lavoro sono stato licenziato con un provvedimento illegittimo che ho già impugnato ma nel frattempo mi sono recato al patronato per mettermi in disoccupazione e vedere se avevo i requisiti per la pensione di anzianità ! Bene li avrò con il calcolo delle quote a giugno 2012 dove potrò presentare regolare domanda ma avendo nella mia vita contributiva alcuni anni come autonomo, con la nuova legge del luglio 2010 dovrò aspettare ben 18 mesi per averla , quindi fino al 31/12/2013 !!
    Sono fortunato ad avere 1 anno di disoccupazione in quanto ho 60 anni di eta’ quindi anche se misera ho un reddito fino a giugno del 2012 dopo di che con che cosa sopravviverà la mia Famiglia per 18 mesi???????
    Certo che LORO CON 90000 euro al mese di pensione non avranno il mio problema!

  3. contributo di solidarietà????stiamo scherzando???fanno l’elemosina agli italiani che hanno lavorato sodo metà della loro vita???….devono ricevere pensioni oneste e dopo essersele lavorate x gli stessi anni dei comuni mortali,così come i loro stipendi..se davvero ci fosse un politico onesto che propone e attua un sistema retributivo dei nostri parlamentari..non solo il numero si ridurrebbe drasrticamente,e già sarebbe un passo avanti,ma addirittura risolveremmo in fretta il problema del deficit pubblico….

  4. Grazie spero che il coraggio che ha spinto a scrivere questo libro venga presto riconosciuto e premiato.
    E’ necessario continuare, denunciare le ingiustizie può far riflettere chi ha il potere di cambiare e rimediare.

  5. E pazzesco… a mia mamma che si e fatta un massacro di vita lavorando non e stata riconosciuta la pensione per degli errori. Gli hanno chiesto di versare 15000 euro per avere la minima di 500 euro.( ed e senza pensione ora per burocrazia ) E addirittura comica la cosa! Mio papa,gran lavoratore,si e fatto in 4 una vita e prende 500 euro. Ovviamente fanno i salti mortali da onesti cittadini per arrivare a fine mese. Essendo mortali devono mangiare anche loro.E penoso vedere gente che combatte ogni giorno per sopravvivere,neppure fossimo leoni nella savana che tentano di agguantarsi il pasto giornaliero. E penoso sapere quale sara il mio futuro.. Una volta potevo dire “sono giovane posso farcela” ,ora ho 34 anni ed e ancora piu penoso il pensiero di come pure io finiro,nonostante i miei sforzi,la mia schiena rotta,lavorare 15 ore al giorno. Ma cosa ci fanno con 90 mila euro? Ma un sentore di vergogna, no? Non avro nulla nella mia vecchiaia se mai ci arrivero,perche uno ci spremono finche possono,due ci fanno morire in uno stato di vergogna asoluta. E sempre bello per certi farsi grossi sulle spalle altrui.

  6. non mollare continuare a publicare articoli e NOMI
    penso si possa muovere qualcosa ,
    se mandiamo risultati delle porcherie emerse publicamente
    penso che Tremonti si possa muovere nella direzione giusta
    modificando le pensioni dei politici mestieranti,
    anche per questo non si muove niente in politica stanno in stand bay perche le conviene

  7. Speriamo che i tagli a questi vergognosi privilegi siano consistenti.E’ giunta l’ora di dare un forte segnale al popolo dei “500” euro. Un Grazie comunque al Dott. Giordano che ha lanciato per primo “un sasso nello stagno dell’indifferenza”.

  8. Grazie che ci sono persone come Lei che danno la possibilità di far capire al popolo italiano che è ora che si dica basta a tutti questi soprusi.Ma come fanno ad esistere in una società civile cose di questo genere con gente che prende 90.000,00 euro di pensione al mese…..ma stiamo scherzando……tagliamole queste pensioni e distribuiamo la ricchezza a chi prende meno di 500,00 euro al mese per far si che abbiamo una vita piu’ dignitosa dopo aver lavorato una vita.Sicuramente se ci fosse piu’ equilibrio e meno disparità la gente riuscirebbe a essere piu’ serena……chissà che qualcosa si muova……così non possiamo andare avanti……il governo deve fare qualcosa , prendere in mano la situazione…..meno chiacchere e piu’ fatti indistintamente da ambo le parti……

  9. …e non molleremo!!!…
    Vedremo l’entità di questo “contributo di solidarietà” (che bel nome gli hanno dato: per me sarebbe stato meglio chiamarlo “restituzione-del-mal-tolto”…). Se è congruo e serve a rendere un po’ di giustizia sociale, ok! Ma se pensano di prenderci per i fondelli con una specie di elemosina…Ci incazzeremo ancora di più.
    Comunque l’obiettivo rimane sempre lo stesso: minimo 35 anni di contributi, età pensionabile 65 anni, riscossione pensione sugli effettivi contributi versati…PER TUTTI.

  10. All’amica Giuliana,
    ho letto l’articolo, e come vedi qualcosa si sta muovendo, anche grazie al nostro mantener vivo l’interesse sullo scabroso tema delle pensioni.

  11. Giuliana,
    a proposito delle varie furbate alla mister Sentinelli, hai visto cosa sta succedendo in Grecia, e cosa succederà al debito pubblico italiano se non si taglian le gambe a questo genere di furbate?

  12. voglio condividere con tutti voi la mail che mi è arrivata da una mia amica:

    Sull’Espresso di qualche settimana fa c’era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all’UNANIMITA’ e senza astenuti un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa Euro 1.135,00 al mese.

    Inoltre la mozione è stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

    STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

    STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

    PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

    RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

    INDENNITA’ DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00) TUTTI ESENTASSE

    +

    TELEFONO CELLULARE gratis

    TESSERA DEL CINEMA gratis

    TESSERA TEATRO gratis

    TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA gratis

    FRANCOBOLLI gratis

    VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

    CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

    PISCINE E PALESTRE gratis

    FS gratis

    AEREO DI STATO gratis

    AMBASCIATE gratis

    CLINICHE gratis

    ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

    ASSICURAZIONE MORTE gratis

    AUTO BLU CON AUTISTA gratis

    RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per il pubblico impiego !!!)

    Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l’auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

    La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

    La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

    Far circolare. Si sta promuovendo un referendum per l’abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari………… queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani……

    PER FAVORE CONTINUATE LA CATENA.

  13. Complimenti a Mario giordano

    Io manderei tremonti a lavorare nei campi e Giordano al ministero dell’ economia

    Io caro Mario Giordano credo che una pensione NON può essere di molto superiore al reddito medio pro capite (pil pro capite) questo è un problema di equità sociale non puoi pagare 3000 4000 5000 euro netti al mese a signori e signore che stanno a casa a riposare

    In Italia il Pil pro capite è 25000 euro!!

    ed in più non è possibile pagare la pensione a 17000000 milioni di pensionati se ad oggi la popolazione al di sopra dei 65 anni è al 20%

    60000000 ma con 4 milioni di stranieri quindi in italia ci sono 56 milioni di italiani il 20% di 56 milioni fa 11,2 milioni di persone

    il resto è di più caro signor Giordano!

    altri 6 milioni di sanguisughe

    la popolazione poi invecchia sempre più e non fa figli

    Sul draghetto furbetto non mi pronuncio

    vergogna vergogna

  14. MARSHALL E FRANCO P.
    Certo che non molleremo.
    Ho guardato lo You Tube. Io non ho certo la competenza di dire se tutto è attuabile o meno, ma sono convinta che va diffuso, che passi il messaggio che il DEBITO PUBBLICO NON E’ UNA MALEDIZIONE ETERNA.

  15. MARSHALL,
    a proposito non mi sembra di aver letto che vanno abolite le PROVINCIE, anche se la LEGA non vuole e chi se ne frega, che vanno dimezzati i PARLAMENTARI, perchè sono quelli che creano il debito pubblico, che le loro pensioni devono essere A COSTO ZERO PER IL POPOLO ITALIANO.

    • Giuliana,
      infatti l’abolizione delle province non è contemplata in quel decalogo.

      Sì, vi sono descritte misure facilmente attuabili ed altre che resteranno solo nell’immaginazione di chi le ha redatte.

      Quali? le potrai scoprire leggendo il commento di Massimo, uno dei più impegnati articolisti del gruppo di cui t’ho detto.

  16. MARSHALL,
    grazie lo farò e invito tutti a leggere lo You Tube di cui parli. Comunque il mio pensiero è che con questo “carrozzone” di Parlamento è impossibile fare qualsiasi riforma. (IL PARLAMENTO DEVE ESSERE DIMEZZATO, non solo per diminuire costi, ma anche per metterlo in grado di lavorare.
    Che cosa ne pensi?

    • Giuliana,
      noi, di tutti quei blog che ormai conosci, l’abbiamo sempre sostenuto che deve essere dimezzato.
      Il Parlamento, così com’è, aveva una ragione d’essere di questi numeri nel passato, quando l’analfabetismo era ad almeno il 50%, quando non c’erano gli attuali mezzi di comunicazione e d’informazione, quando non c’erano i vari Ballarò e Porta a Porta (per non dire poi di quel programma AnnoZero che a mio parere è stato ultrafazioso, e quindi l’avevo bandito dalla mia programmazione), ecc.ecc., – che basta che uno compia un minimo reato, o faccia una minima proposta, buona o insensata che sia, che si viene a conoscerla in tempo reale in tutte le parti del mondo – ma oggi, tenere lì mille e più persone a scaldar le poltrone, con tutto quel che ci costano, A CHE SERVE….????
      A CHE SERVE….????

  17. Ma certo che qualcosa si muove!aumento dell’età pensionabile per la plebe mentre per lor signori qualche contributo di solidarietà, nessuna revisione per i costi della politica, auto blu e tutto il carrozzone che costa fior di miliardi di euro e si attaccano la dove è più facile reperire fondi immadiati e con il consenso dei sindacati.Con l’ evasione alle stelle e questi ciechi politici affonderemo nella melma più nera.

    • Giuliana,
      grazie per aver dato visibilità a Michela Stefanelli, che ha scritto quel commento veramente interessante, incentrato su quel che ci costano i parlamentari. Ecco, dimmi te a cosa servono oltre 1000 persone con quei costi, quando la metà bastano e crescono????

  18. referendum abrogativo!!!!
    e nn smetterò mai di scriverlo!!!
    ci vogliono 500 mila firme: dobbiamo trovare il modo di riprenderci parte dei nostri diritti!!!
    referendum!!!

  19. tra l’altro … di quanto si vorranno “limare” le pensioni o i vitalizi?
    per me andrebbero azzerati!!!
    basta con i vitalizi,
    si ad un giusto e “normale” riconoscimento visto l’impegno sociale …
    tra l’altro …
    nel referendum metterei anche un quinto punto:
    massimo 2 legislature per tutti, almeno ci sarebbe finalmente un ricambio politico!!!
    fai il politico, se sei bravo anche per 10 anni, e poi torni a fare quello che facevi prima!!! (avvocato, architetto, muratore, postino …)

    • sono d’accordo, ma dobbiamo fare delle nostre idee un “insieme” e portarle al Governo! inutile parlare fra di noi poveri, sfruttati italiani

  20. occuparsi di politica è una cosa, amministrare i beni degli italiani è un’altra: onore a chi farà politica bene portando il nostro paese a miglioramenti sociali ed economici (e allora ha diritto ad essere riconosciuto in tutti i sensi) e demerito a chi ha fatto di questo paese un colabrodo, e quindi non ha diritto ad alcun emolumento se non quello di un normale dipendente pubblico. Cioè 1300 euro al mese quando è di 6° livello. Che le pensioni poi siano così alte è assolutamente assurdo: deduco che i soldi ci sono, eccome se ci sono, solo che vengono letteralmente regalati a singoli personaggi. Tutto questo per me si chiama LADROCINIO.

  21. TRAGICOMICA SCENEGGIATA DELLA FINANZIARIA
    27 giugno 2011 di francesco miglino

    OGNI ANNO ASSISTIAMO ALLO STRAZIO MEDIATICO DELLA FINANZIARIA CHE MINACCIA I CITTADINI CON NUOVE TASSE E TERRORIZZA GLI IMPIEGATI PUBBLICI ED I FORNITORI DELLO STATO ANNUNCIANDO NUOVI TAGLI.

    I PROPOSITORI DI FINANZIARIE SI CONCEDONO LIBERE DISSERTAZIONI E PROPOSTE SAPENDO DI EVITARE IL LINCIAGGIO GRAZIE ALLA INCAPACITA’ DI COMPRENDERE PARADIGMI E BILANCI DA PARTE DELLA MAGGIORANZA DEI CONTRIBUENTI, SCHIODATI COME SONO DALLA LORO REALTA’ PER LE MASSICCE E QUOTIDIANE DOSI DI ALIENAZIONE INOCULATE NELLA LORO MENTE DAI MEDIA ASSERVITI, CHE, PUNTUALMENTE, SI GUARDANO BENE DAL FARE LUCE SUI LUOGHI DOVE SI MANEGGIA DENARO PUBBLICO.

    IL DATO COSTANTE E’ L’ ANNUALE AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA, PROPINATO IN MODO SUBDOLO DALLA RECITAZIONE TEATRALE MESSA IN PIEDI DAI MARAMALDI CHE UTILIZZANO SEMPRE LO STESSO COPIONE.

    INVECE DI ANALIZZARE I CONSUNTIVI DELLA SPESA PUBBLICA DELL’ ANNO TRASCORSO E FARE TAGLI MIRATI DI ATTIVITA’ PARASSITARIE E DANNOSE AFFIDATE AGLI “AMICI”, GONFIANO DI DECINE DI MILIARDI I PREVENTIVI DI SPESA PER GLI ANNI FUTURI, PER POI, NELL’ ULTIMO ATTO DEL COPIONE, RECITARE LA PARTE DI OCULATI AMMINISTRATORI CHE SALVANO L’ ECONOMIA DEL PAESE EFFETTUANDO TAGLI.

    GUARDA CASO, I TAGLI SONO SEMPRE INFERIORI DI DECINE DI MILIARDI AI MILIARDI QUANTIFICATI NEI PREVENTIVI, PERCIO’ LA SPESA PUBBLICA AUMENTA, CON GRANDE ANGOSCIA PER I GIOVANI E CON GRANDE GIOIA PER MALVERSATORI, PECULATORI E POLITICI INCAPACI, CHE SI GARANTISCONO LA RIELEZIONE BENEFICIANDO CON DANARO PUBBLICO LE PROPRIE CLIENTELE.

    IL DATO INCONTESTABILE E’ CHE, DOPO 30 ANNI CIRCA DI QUESTI “TAGLI VIRTUOSI”, IL PAESE SI TROVA FRA LE PRIME NAZIONI INDEBITATE AL MONDO.

    PER RISPARMIARE MILIARDI PARI A DUE FINANZIARIE, BASTEREBBE VISITARE IL SUD ITALIA, CONTARE I CAPANNONI VUOTI E DEGRADATI, ANALIZZARE LE STATISTICHE CIPE PER CAPIRE CHE LO SVILUPPO DEL SUD E’ IL PRETESTO PER GLI APPARATI DEI PARTITI COLLUSI CON FINTI IMPRENDITORI, I QUALI METTONO IN PIEDI, INSIEME, FINTE FABBRICHE PER INTASCARE GLI INCENTIVI A FONDO PERSO E CHIUDERE I BATTENTI IL GIORNO DOPO.

    ONESTA’ VORREBBE CHE SI LEVASSE UNA VOCE PER FERMARE L’ ALLEGRA MACCHINA DELLA MALVERSAZIONE E DIMOSTRASSE CHE DETASSARE LE NUOVE IMPRESE AL SUD, INVECE DI EROGARE MILIARDI A FONDO PERSO, PORTEREBBE ALLA CREAZIONE DI POSTI DI LAVORO, ALLO SVILUPPO ED A NOTEVOLI RISPARMI.

    NESSUNA LEGGE PER CONCEDERE CREDITI D’ IMPOSTA ALLE NUOVE IMPRESE AL SUD SARA’ APPROVATA, PERCHE’ I COLLUSI STUDIANO IL “TRAPPOLONE”, A TAVOLINO, CON GLI “AMICI” COLLOCATI STRATEGICAMENTE NEI LUOGHI DELLE EROGAZIONI A FONDO PERSO.

    IL GIOCHINO, CHE COSTA AGLI ITALIANI MEDIAMENTE 30-40 MILIARDI ALL’ ANNO, VEDE BENEFICIATI GLI APPARATI DEI PARTITI ED UNA PLATEA CLIENTELARE DI CIRCA CINQUECENTOMILA “AMICI”.

    Francesco Miglino

  22. Fare il “Politico ” non è un lavoro, ma una scelta ideologica .
    ( forse ) !!!
    Si dovrebbe abolire qualsiasi tipo di pensione a tutti i politici
    in quanto non lavorando non maturano diritti in merito.
    Sono daccordo per un referendum abrogativo di ulteriori privilegi a fine incarico legislativo.
    Provvedono oltre misura alle loro necessità.

    • secondo me in italia manca una vera e propria rivoluzione se continuiamo a fare il mestiere dell’ortolano allora forse a qualcuno gli piace prenderlo sempre in quel posto…Continuiamo a stare zitti e buoni e faremo la felicità di chi siede da molti anni al potere….Svegliatevi è ora di fare casino manifestando come hanno fanno a Castellammare di stabia quando quei poveri operai si stavano vedendo buttati fuori dal loro posto di lavoro….Cosa bisogna fare x vivere dignitosamente in questo paese?

  23. prendo 498 euro al mese quando leggo queste cose mi sento morire
    sono stanca, non c’è giustizia a questo mondo vorrei far vivere
    loro con il mio mensile, forse allora capirebbero.

  24. prendo 498 euro il mese di pensione faccio i salti mortali per
    sistemare tutto forse se avessero anche loro questo mensile
    capirebbero e agirebbero diversamente

  25. e che ne dite del funzionario della Regione Siciliana che è stato collocato in quiescenza a 1300 euro AL GIORNO! ma io mi domando ma perchè nessuno delle autorità si mobilita contro questo scempio e truffa? per questo credo che l’Italia non si salverà!

  26. Amazing web site you discount uggs have right here however i had been curious about should you knew associated with a community uggs for kids forums that cover the same subjects discussed in Houston Texans Jerseys the following paragraphs? Identification really like to be a a part of online community where I’m able to obtain responses from other experienced people who share the same interest. If you cheap saints jerseys have any kind of recommendations, please let me know. Cheers!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *