A chi fa paura questo libro?

A chi fa paura questo libro? Mentre continuo a ringraziare tutti voi che seguite il blog e partecipate attivamente al gruppo su Facebook (dobbiamo arrivare a 20mila in tempi rapidi, forza, datemi una mano e ce la facciamo), non posso fare a meno di notare il silenzio dei giornaloni e delle trasmissioni cult della Tv (da Fabio Fazio in giù).

I quotidiani di questo fine settimana sono addirittura ridicoli: nelle classifiche ufficiali di Corriere e Stampa-Tuttolibri “Sanguisughe” risulta primo della saggistica e secondo nella classifica generale (su Repubblica risulta terzo nella classifica generale). Ebbene: i lettori dei suddetti giornali probabilmente si chiederanno che diavolo di libro sia quello che sta vendendo più di tutti gli altri, dal momento che i tre giornali non ne hanno scritto una riga (a parte: il Corriere una citazione, mezza riga, in un articolo uscito nelle pagine di economia e firmato da Enrico Marro, che ringrazio). Mai un servizio dedicato a Sanguisughe, mai una recensione. Evidentemente questo libro fa molta paura. Un motivo in più per continuare a parlarne su Internet. Coraggio.

57 risposte a “A chi fa paura questo libro?

  1. FORZA GIORDANO AI IL MIO SOSTEGNO,NON NE POSSO PIù DI PAGARE TASSE E DI QUESTI POLITICI MANGIONI. AI POVERI PENSIONATI CON LA MINIMA TOLGONO QUALCHE EURO,ASSURDO.L’ITALIA IN QUESTE CONDIZIONI NON CE LA FA.FACCIAMO
    SQUADRA ALTRIMENTI SARA ANARCHIA TI SALUTO.GIOVANNI

  2. Complimenti direttore, era ora, anche se sono sicuro che essendo un popolo di cialtroni tutto finira’ a tarallucci e vino.Spero in una presa di coscienza perche’ ovunque ci giriamo e’ MERDA !,

  3. Fa paura a quei giornali che si dedicano solo alle battute stupide del tipo: “Con questo governo ci sono tanti disoccupati: le mostre si riempiono” (leggere qui), oppure a quei giornali che non sono della galassia della quale fa parte l’Editore del libro Sanguisughe (leggere qui).

  4. IL LIBRO CHE SI VENDE A GONFIE VELE PARLA GIUSTAMENTE DI COME I NOSTRI PARLAMENTARI HANNO TROVATO IL MODO DI TRARNE GIOVAMENTO RUBANDO DA 50 ANNI A QUESTI GIORNI SOLDI NOSTRI DEI CITTADINI ONESTI CHE PAGANO LE TASSE E I CONTRIBUTI MENTRE LORO CON UN SOLO GIORNO IN PARLAMENTO PRENDONO DI PENSIONE 3.000,00 EURO QUANDO UN CITTADINO DEVE LAVORARE 36 40 ANNO PER AVERE UNA MISERA PENSIONE CAMBIAMO LE REGOLE TUTTI IN SIEME! SOLO COSI SI VINCE!

  5. DIRETTORE DI PERSONE COME VOI CE NE VORREBBERO!UNA OGNI REGIONE E COSI CHE SI RIUSCIREBBE A SCOPRIRE TUTTI I SEGRETI CHE LA POLITICA A TENUTO SEMPRE SEGRETI PER I PROPRI INTERESSI ECCO LO SCANDALO LEGALIZZATO DEI PARLAMENTARI CHE I CITTADINI ONESTI VANNO A VOTARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    PER I LORO INTERESSI PRIMA! DI OGNI COSA?.

  6. SI QUESTO LIBRO FA PAURA, COME CREDO FACCIA PAURA IL SUO ARTICOLO DI OGGI PUBBLICATO SU “IL GIORNALE” dal titolo “L’ITALIA DEGLI SPRECHI”
    DOTT. GIORDANO LE FACCIO I MIEI COMPLIMENTI PER IL SUO SCRITTO E PER LA PROPOSTA DI UNA LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE PER DIMEZZARE Il NUMERO DI PARLAMENTARI.
    DOPO AVER APPRESO DA LEI CHE COSA CI COSTANO LE PENSIONI DEI POLITICI IO PROPONGO CONTEMPORANEAMENTE UNA LEGGE CHI VIETI DI SPENDERE PER LE PENSIONI DEI POLITICI PIU’ DI QUANTO ACCANTONATO DAI CONTRIBUTI DA LORO VERSATI.
    CHE COSA NE DICE DOTT. GIORDANO?

  7. Credo che questo libro PURTROPPO non faccia paura a nessuno, infatti si sono inventati la giornata nazionale della previdenza ma pensate che abbiano parlato di abolozione di privilegi o quantomeno di un ridimensionamento? Assolutamente no. Hanno solo ribadito che ci vogliono sacrifici (ovviamente a carico dei soliti noti).
    Incominciamo dalle elezioni amministrative a dare un segnale, esercitiamo il nostro diritto di voto annullando la scheda per far capire che dx – sx- centro e quant’altro sono esattamente tutti uguali ovvero prima loro, i loro parenti ecc. poi se per caso ( e non succede mai) avanza qualche cosa magari ci danno un contentino.
    CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. E’ proprio ora di finirla con questi politici affaristi! UNA,CENTO,MILLE;UN MILIONE,50 MILIONI di firme per ridurre deputati e senatori che succhiano la linfa di questo paese senza vergogna ne pudorè.Come se fossero Dei in terra!
    Se sacrifici devono essere che SIANO PER TUTTI!

  9. L’autore si chiede come mai questo libro susciti tanto….silenzio. La risposta è ovvia: i privilegi ( come le vergogne ed i peccati ) non vanno mai pubblicizzati!

  10. Beatrice, il libro di Giordano parla dei privilegi previdenziali, i quali provengono da decisioni e leggi prese da governi precedenti, e se tu ne conosci qualcuno creato da questo governo, esponicelo. C’è forse soltanto quel privilegio, che m’era sfuggito, e di cui ce ne ha parlato la commentatrice di questo blog, Giuliana Tofani; poi, che io sappia, niente più. E credo anche che si farà qualcosa per eliminarlo. Comunque sia, che vadano eliminati tutti i privilegi dei politici, assieme al dimezzamento del loro numero, come è nelle intenzioni di Berlusconi e Bossi, sono pienamente d’accordo con te. Per quanto riguarda Annozero non guardo più quel programma, che ritengo abbastanza fazioso.

  11. Brava Susy,
    buttiamo giù questi Dei in terra!
    Se siamo uniti come possiamo non vincere? Loro sono tanti, ma noi siamo tanti, ma tanti di più.
    Credo che occorrrano almeno 50.000 firme per presentare un disegno di legge. Per dimezzare il numero di parlamentari e diminuire le loro pensioni chi non è d’accordo??
    L’importante è trovare chi organizza la redazione del progetto di legge, o dei progetti, e la raccolta firme. La mia c’è già.

  12. Caro Marshall,
    nel tuo commento per Beatrice parli di una legge che ha istituito dei privilegi, fatta dal Governo Berlusconi. Penso che tu ti riferisca all’art. 19 della legge 133/2008 (Brunetta) che riguarda l’abolizione del cumulo tra pensione e redditi di lavoro.
    Credo che tu abbia perfettamente ragione: i privilegi previdenziali (io li chiamere OBBROBI)provengono da leggi prese da governi precedenti.

  13. Giuliana,
    grazie per la precisazione con tanto di numero di legge.
    E infatti gli obbrobri sono anche ben altri, come quelli che han permesso a Dini e ad Amato e alla vedova di quel parlamentare (che non fece neanche un giorno di parlamento) di percepire quelle pensioni stratosferiche e quelle pensioni regalate. E chi mai si oppose all’approvazione di quelle leggi in quel periodo ?????

  14. Grandissimo Mario Giordano! Hai avuto il coraggio di dire quello che molti pensano ma ricordati che il politico che gode di tutto e di più e lì proprio perchè questo è un paese di gente falsa, ignorante e nullafacente.

  15. Sono d´accordo con Lei Dottore Mario Giordano. Sono pensioni assurdi che non ha niente a fare con i contributi versati o i lavori fatti di questi politici e altri “pesci grossi”.
    Ho sempre pensato che il nostro sistema qui in Isvezia per le pensioni e i “paracaduti” che prendono i nostri politici e i grandi capi -i particolare chi sono meno bravi facendo i loro compiti- eran i più scandalosi d´Europa.
    Ma purtroppo devo cambiare idea dopo di avere parlato parecchie volte con mia amica Giuliana Tofani su queste assurdità italiana.
    E mi domando anche: Cosa si fa con una pensione di Euro 94 000:- al mese?
    Distinti saluti
    Per-Gunnar Andersson

  16. Se i giornali ignorano questo libro, sicuramente scomodo per molti,forse è perchè chi più chi meno ha benefiaciato di favori più o meno leciti e quindi meglio tacere e ignorare tanto il popolino si adegua, è questo che pensano!Ma noi abbiamo smesso di adeguarci, diciamo BASTA! Caro Giordano per favore,a nome di milioni di schiavi, trovi il modo di farci firmare un appello al parlamento per abolire questi privilegi,di riequilibrare questo paese che sempre di più si sta sbilanciano creando nuovi schiavi a cui molto viene tolto per mantenere stipendi iperbolici a gente che nulla ha fatto di iperbolico, anzi ha portato al collasso il nostro e il futuro dei nostri figli!
    cordialmente

  17. il libro sicuramente e molto interessante,ma come sempre tutto rimarrà come prima …..perchè? nessuno è disposto a mettersi in gioco e scendere in piazza e staccarsi da internet.

  18. PURTROPPO non fà paura a nessuna perchè il sistema che si sono inventato è “INTOCCABILE”.
    Pensate,purtroppo, che i nostri figli quando andranno in pensione forse avranno delle briciole e faranno parte dei “NUOVI POVERI”.
    Grazie a tutti i “FURBETTI DI QUARTIERE”

  19. Amici,
    vedo che ci sono dei pessimisti, ma, come dice anche Giuliana, se gli diamo addosso in tanti, qualcosa otterremo.
    Per esempio, ci avete fatto caso che certi politici battono sempre sul chiodo delle leggi ad personam per il premier?
    Ebbene, quelle leggi, che han fatto avere tutte quelle pensioni a tutti quei politici presenti e futuri, cosa sono, se non leggi ad personam fatte apposta per loro stessi??? Berlusconi non le ha certo volute quelle leggi; se l’è trovate. E a lui non servono tutti quei privilegi perchè è già ricco di suo, e quindi provvederebbe volentieri al loro ridimensionamento. Ma se dovesse andare a toccarle, apriti cielo!

    • Ma Lui e il Suo governo non fanno nulla per toglierLe perchè fa comodo anche a Loro ed oltre a non fare nulla per togliere questi privilegi non fanno altro che chiedere sacrifici, aumentare l’età pensionabile e diminuire le pensioni (ovviamente le nostre).

  20. …cerco con tutte le mie forze di diffondere, questa malattia che è presente nelle nostre istituzioni. Purtroppo credo che da destra a sinistra lega compresa, non ci sia la volonta’ di cambiare la situazione. Ve lo dice uno, che piu’ di treanta anni fa’ attaccava i manifesti, dove su alcuni spiccava “roma ladrona”
    intesa come classe politica. Da allora tanta acqua è passata sotto i ponti, e tanti si sono seduti sui privilegi acquisiti.
    Il prof. Miglio, dichiarava, proviamoci, ma credo che sia molto ma molto dura…..
    Qualsiasi iniziativa che vorra’ intraprendere, dott. Giordano, mi trovera’ al suo fianco – doriano belluno

  21. L’altro ieri ho sentito una cosa agghiacciante. L’ennesimo exploit di Bersani che si è permesso pacificamente di iniziare con un nuovo principio del genere: “gli italiani che hanno votato Berlusconi facciano ammenda e dichiarino a se stessi che questo esperimento politico è fallito, l’errore è stato commesso, occorre tornare nella giusta strada, vedo una grande convergenza del centro-destra con il centro”. Questo genere di dichiarazione fa il paio con ciò che diceva mesi fa “c’è gente onesta e brava anche tra chi ha votato Berlusconi, sostanzialmente si tratta di ignoranza ed errore.
    Ricordiamo una cosa che a molti (me per primo) NON è sfuggita: l’ultima legislatura di centro sinistra (PRODI) è fallita ed il governo sciolto PRIMA dei termini minimi di maturazione della pensione per i parlamentari. Ciò che è succeduto è stato un periodo di transizione (governo tecnico approvato dal Presidente) della durata di un paio di mesi dopo la sfiducia (24 gennaio 2008). Il motivo di questa “agonia” è stata la necessità di verificare se ci fossero gli estremi per un rimpasto e/o nuove alleanze in grao di farlo rivivere. Queste cose le abbiamo vissuti tutti.
    …In realtà immediatamente dopo la maturazione della pensione per i parlamentari (grazie a questa “coda di governo” aggiuntiva) il governo è tecnicamente finito e ci si è diretti a nuove elezioni.
    Tra i pensionati c’è Caruso, passato alla storia come uno che sostanzialmente ha distrutto letteralmente quartieri di Genova oltre a fare dichiarazioni di chiarissimo stampo terrorista, innegiando all’omicidio (cosa che gli è costata l’espulsione dalle fila di RC).
    Io non ho distrutto alcunchè e terrorista non sono … motivo per il quale giustamente dovrò crepare in miseria, senza la SUA giusta pensione da nabbabbi.

    La legge è uguale per tutti…. LORO.

  22. Queste pensioni sono scandalose, dott. Giordano, perchè sono già scandalosi gli stipendi che le hanno generate. Ricordo che questo è il Paese dove il governo o confindustria litigano per mesi con i sindacati per 30 euro di aumento contrattuale ad operai o impiegati e poi sottoscrivono senza battere ciglio (e in quattro e quattr’otto) aumenti stratosferici alla dirigenza, pubblica o privata. I prefetti, tanto per fare un esempio, nell’ultimo accordo contrattuale hanno avuto da 300 a 600 euro NETTI d’aumento! Qualcuno si è lamentato? La UE ha fatto sentire la propria voce indignata? No. E’ tutto normale. Sembra quasi che certe categorie privilegiate i soldi li percepiscano dall’albero della cuccagna e non dal bilancio pubblico.

  23. GIULIANA- Non è pessimismo, è realismo,purtroppo.
    MAGARI andare in televisione in con un simile argomento!!!! Vedrai che ascolti quando in un dibattito porrai argomenti come pensioni dei cittanini e dei parlamentari e e megapersone per non dire altro, se dovesse succedere gli ascolti di ANNO ZERO-BALLARO- verrebbero azzerati.. Secondo te, puo essere fattibile ???? Magari lo fosse ,invitero tutto il condominio, come si faceva una volta con “LASCIA o RADDOPPIA”. Oggi appositamente si è alzata una “CORTINA DI NEBBIA” per non far vedere cosa c’è dietro, non credi ???
    Ciao
    Dal direttore GIORDANO unico mi aspetto ancora di più in quanto ha un viso “PULITO” e questo credete è già una cosa positiva.

  24. LA STORIA INSEGNA- Ricordate la corruzione nel Senato Romano ??? Ebbene non è cambiato nulla, occorrono solo persone “cosiddette “PERBENE” non serve destra-sinistra ed altre mistificazioni.

  25. Qusto è un paese da “RIFONDARE” radicalmente.
    Non esiste più “LOGICITA'” esiste solo l’arricchimento sfrenato a discapito di tutti.
    A che servoni i Senatori a Vita ?? Perchè i cittadini”NORMALI” percepiscono la pensione dopo 35 anni di lavoro e i Parlamentari NO ?? E’ forse un lavoro “USURANTE”. Perche un cittadino “NORMALE” a 60 anni non è piu idoneo al lavoro secono lo Stato ed i PARLAMENTARI no. Altri hanno cariche e cariche incomprensibili ??? Non si è legiferato che dopo i 60 anni siamo tutti “RINCO…NITI” ??? Se non è vero, allora perche tutte queste disparità ??
    Perchè le cariche politiche debbono durare più di una legislatura ??? LARGO AI GIOVANKI. Ci sono ancora persone che ruotano in politica che io avevo ancora “I CALZONI CORTI”. Ricorrono i 150 anni della Unità d’Italia, allora a cosa servono politicamente -Le Regioni-I Comuni-Le Province- e i loro amministratori ?? Solo per fare spezzatino in modo che l’uno non sappia dell’altro. Ricordate sempre comunque “CICCIOLINA” pensionata dello Stato.LA NS BANDIERA.

  26. Caro ER SOR,
    anche io credo che, per ora, non sia possibile andare in TV a parlare di pensioni.
    Mi pare che sia sparito dalla televisione persino il dott. Benelli, esperto di INPS, Si vede che avevano paura che la gente imparasse troppo!!
    Ringraziamo di avere Giordano dalla nostra parte.La gente alla lettura di Sanguisughe si infuria e apre gli occhi sui propri contributi che vanno ad ingrassare le pensioni d’oro.
    Prima o poi troveremo il modo di organizzarci per i nostri diritti.

  27. Coraggio dott. Giordano,
    non ho dubbio che anche se i soliti giornali recensissero la sua opera la inquadrerebbero nella “macchina del fango”, anche perchè è il loro ambiente più naturale, ma per gli stessi è meglio non parlarne perchè qualcuno potrebbe anche prendere coscienza dei fatti.

  28. bravo,bravo,bravo giordano.per diffondere ancora di piu’ questo libro e creare un movimento per fermare questo cancro in metastasi che sono le pensioni d’oro,occorre mettersi nelle piazze dei paesi con i capanni,come fanno i politici per poi arrivare ad aquisire le pensioni d’oro!

  29. bisogna pretendere tagli a tutti gli stipendi d’oro politici, ma stiamo scherzando la gente non puo mangiare e loro si arricchiscono alle nostre spalle?

  30. CIRO.
    io sono d’accordo con te, ma tagliare le pensioni d’oro non è semplice. Prima di tutto bisogna creare un movimento, anzi, facciamo due:
    uno composto da cittadini italiani che pagano le tasse per chiedere il taglio delle pensioni d’oro dei politici,
    l’altro composto da iscritti a INPS e INPDAP per chiedere il taglio delle pensioni d’oro di questi Enti.
    Se paghiamo le tasse e contributi ABBIAMO IL DIRITTO DI SINDACARE COME VENGONO SPESI I NOSTRI SOLDI.
    I SINDACATI POI MANDIAMOLI TUTTI A QUEL PAESE: SE LE COSE VANNO COSI’ E’ ANCHE PER COLPA LORO.

  31. Direttore Giordani sono la mamma di Imma e M.Antonietta di 28 e 22 anni sono autistiche. Sono una dei 3000 iscritti al “COMITATO PREPENSIONAMENTO PER FAMIGLIARI DI DISABILI GRAVI E GRAVISSIMI” Da 16 anni stiamo portando avanti questa proposta,…affinche’ci venga riconosciuto il principio di cura ……… ancora ad oggi non abbiamo nessuna risposta ….leggendo il suo libro non possiamo che indignarci all’ennesima potenza per non dire altro….. noi dobbiamo tirare le cuoia prima di andare in pensione e loro???????????? la nostra categoria ( per essere sarcastici ) si potrebbe mettere sull’altro piatto della bilancia in contrapposizione ….. CI AIUTI A DIFFONDERE QUEST’ALTRA REALTA’ ….CI DIA VOCE PERCHE’NESSUNO LO FA!!!!!! SIAMO COSI’INVISIBILI CHE NON FACCIAMO ODIENS .

    • basterebbe farsi ridare la meta’ dei soldi che hanno rubato… questi disonesti … e darli a queste famiglie… FAMILIARI DI DISABILI GRAVI E GRAVISSIMI finanziando con questi soldi la legge che da anni aspettano… giustamente… pero’ facendo una buona legge che eviti quello che e’ successo con quella persona…. 6000 euro netti al mese … e anche l’agevolazione del prepensionamento…ma dove siamo arrivati o meglio dove stiamo andando
      saluti

  32. ciao a tutti,salve Direttore complimenti per il suo libro,tanto lo sappiamo tutti che tutto questo non risolverà niente,dalle mie parti si dice che:chi ha avuto avuto e chi ha dato deve continuare a dare,fino alla fine dei tempi,alla faccia di tutti quelli onesti.Ci sarebbe molto da dire e da fare,purtroppo sappiamo che chi cerca di fare qualcosa non arriva in tempo a godersi quella benedetta PENSIONE.
    Io penso che arrivati a questo punto è meglio lavorare in nero,viva il nero salutoni a tutti gli onesti lavoratori

  33. In italia e ormai la regola,chi beneficia di privilegi continua ad aumentari i propri vantaggi alla faccia di chi vive le difficoltà della vita .Bisogna organizzare manifestazioni di proteste affinchè i governanti
    (mantenuti, ed incapaci di recepire i bisogni reali del paese)siano costretti a dare risposte concrete ai bisogni di crescita e sviluppo , rinunciandoin parte a loro benefici.

  34. che dire? la colpa di questa situazione è un po’ anche nostra! che possiamo fare contro queste schifezze? qulai sono le armi in nostro possesso per cambiare questa situazione,parlarne forse è l’unica cosa a noi concessa…

  35. PIETRO,
    ovviamente non sono d’accordo con te sul lavoro in nero.
    Tu citi le parole di una bellissima canzone napoletana che mi emoziona sempre:
    “CHI HA AVUTO, HA AVUTO, HA AVUTO,
    CHI HA DATO, HA DATO, HA DATO
    SCURDAMMOCE O PASSATO
    SIMMO E NAPULE PAISA'”
    E’ una canzone scritta tra le macerie della seconda guerra mondiale ed è, secondo me, un inno alla vita, un incitamento a riprendere la normalità dopo tanti orrori e lutti.
    Ora ti cito una frase di Goethe:
    “Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non c’era più nessuno.

  36. la semplice oppressione puo’ far agire follemente anche il saggio.l’ avidita’dei potenti e’ senza freni lo dimostra l’ex presidente di generali che a87 anni e con uno stipendio di 125000euro al mese ha altre pretese economiche.poi ci meravigliamo se gli oppressi si ribellano e fanno scoppiare la bomba.

  37. Buonasera Direttore….che dire oltre al grande coraggio per la pubblicazione di questo stupendo libro?Sono sicuro che qualcosa tutti insieme possiamo fare,sono sicuro che questa situazione ormai incancrenita possiamo estirparla…ma…ma bisogna essere uniti…compatti…E’ inconcepibile che si legga su quotidiani ed altre riviste che chi ci deve tutelare (forze dell’ordine) non possono garantire il pattugliamento h24 perchè non c’è benzina…o si imponga alle stesse pattuglie di fare delle soste forzate di 20 minuti ogni ora (sei ore di servizio)..come se i malviventi si fermassero anche loro…ma via…un grande comico diceva..”ma mi faccia il piacere”…e allora che dire? Facciamocelo noi questo piacere…diamo il giusto per giuste cause..diamo i soldi a chi per primo rischia la pelle…ai dottori che la pella la salvano e tante…e tante altre cose.Sono pronto per qualsiasi iniziativa da intraprendere…buona serata

  38. BASTA…Non possiamo più tollerare queste ingiustizie!!! Se la legge è uguale per tutti perchè non le pensioni? Qui sono in gioco gli equilibri sociali delle generazioni che stanno ancora lavorando (come me) e quelle dei nostri figli! Se queste “sanguisughe” succhiano tutto ora cosa ci rimane a noi ?…
    Tagliare, tagliare, tagliare! (Altrochè restistere, resistere, resistere…) ma solo i privilegi perchè sono scandalosi, veramente!! Ma non si vergognano ?… Mi auguro che questo libro possa servire a fondare un partito, un movimento, che porti avanti con forza queste semplici ma fondamentali concetti di giustizia sociale: quando si andrà a votare alle prossime politiche farà il pieno di voti, sicuro!. Quello che è scandaloso è che nessun politico di qualsiasi colore, a partire dai grillini in su, abbia mai avuto il coraggio di denunciare queste assurdità…E poi si meravigliano perchè le percentuali dei votanti calano, o perchè perdono… (vedi ultime votazioni): non si rendono conto che sono lontani anni luce dalle esigenze quotidiane del cittadino…poi veniamo a sapere di questo schifo e ci chiedono anche di votare? …

  39. Sono indignato, disgustato, nauseato, schifato e umiliato come cittadino di questa pseudo repubblica. Bravo Giordano continua così, siamo con te. Grazie.

  40. Gentile Giordano, gradirei un riscontro su queste mie considerazioni di vecchia data, ignorate da altri quotidiani.
    Alla Marcegaglia non spaventa l’innalzamento dell’età pensionabile delle donne a 65 anni,la Bonino ritiene che l’equiparazione dell’età pensionabile delle donne a quella degli uomini è necessaria.Ma,qualcuno si è preoccupato di chiedere ai diretti interessati “lavoratori”, qual’è la propria efficienza fisica?La scrivente di anni 57,lavora presso un Ente Locale da circa 38 anni,con colleghi più o meno della stessa età.Con lo scorrere degli anni si è verificato,che i nostri corpi hanno risentito di un calo naturale,e ciò tranne sporadiche eccezioni,accomuna tutti gli umani.In particolare si è soggetti alla diminuzione della vista,dell’udito,a momenti di amnesia,alla graduale perdita dell’efficienza dei meccanismi neuromuscolari,bionergetici,si tende ad aumentare il peso corporeo,per non parlare del disastro fisico che comporta per le donne la menopausa e per gli uomini l’andropausa,trascurando tante altre problematiche.Inoltre,si sottolinea che il massimo picco di efficienza fisica appartiene ai giovani dai 20 ai 35 anni (allo stato attuale costretti al precariato).Premesso ciò,come può lo Stato pretendere di migliorare l’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa,se il declino delle funzioni fisiche con la media tarda età (45-65) può risultare accelerato?Pertanto,è inaccettabile,scandaloso,che si obbliga un lavoratore che ha versato 40 anni di contributi,a dover prestare servizio ancora un anno,e non solo,è di oggi la notizia che aver prestato servizio in vari Enti,comporterà un ritardo maggiore per la quiescenza.Questa è pura follia,chi decide queste assurdità gode di notevoli privilegi,senza essersi mai misurato nell’ambito lavorativo dei dipendenti.Tali decisioni andrebbero prese da coloro che vivono questa realtà,se si intende seriamente e con coerenza risolvere la questione dell’età pensionabile.Detto ciò, consiglio l’assunzione di badanti quali supporto dei martoriati lavoratori di tarda età, ed a chi partorisce queste oscenità,consiglio di rinunciare ai privilegi,raggiungendo la propria sede di lavoro con i mezzi pubblici,rispettando l’orario di lavoro attraverso l’utilizzo del badge e convivendo con il proprio datore di lavoro il più delle volte ciuccio e presuntuoso,ma lì per nepotismo.Caro Giordano ci faccia giustizia,sono molti i colleghi che dopo tanti sacrifici non sono riusciti a godersi la misera pensione. Basta con il pretesto che la vita si è allungata.E’ una menzogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *